Rassegna Stampa

Deutsche Telekom valuta cessione di quota da 4,8 mld in Bt Group

Secondo fonti citate in esclusiva da Reuters, Deutsche Telekom starebbe considerando la dismissione del 12% detenuto nella rivale britannica Bt Group. La decisione definitiva dovrebbe arrivare una volta che ci sarà maggiore chiarezza sui rapporti tra Londra e la Ue, dopo il voto favorevole alla Brexit dello scorso giugno. Deutsche Telekom è limitata da un accordo di lock-up che impedisce la vendita della partecipazione prima dell'agosto 2017 a meno che non sigli un accordo extra mercato con investitori istituzionali.

Per l'Ipo di Bank of Shanghai domanda 763 volte superiore all'offerta

L'Ipo da 10,7 miliardi di yuan (1,42 miliardi di euro) di Bank of Shanghai ha raccolto, secondo i calcoli di Reuters (basati sulla documentazione regolatoria), richieste pari a 763 volte l'offerta disponibile. Le Ipo a Shanghai e Shenzhen sono abitualmente sottoscritte centinaia di volte a causa del meccanismo finalizzato a evitare che gli investitori perdano i loro fondi: elevati livelli di capitale sono congelati brevemente fino a quando le azioni non vengono effettivamente passate agli acquirenti.

Anche Ameriprise Financial in gara per acquisire Pioneer da UniCredit

Secondo quanto riportano fonti citate da Reuters, l'americana Ameriprise Financial sarebbe entrata in gara per acquisire Pioneer Investments. L'asset manager, messo in vendita da UniCredit già in estate, aveva finora attirato l'interesse dell'australiana Macquarie, della britannica Aberdeen Asset Management, della francese Amundi (maggiore player del settore in Europa) e di una cordata guidata da Poste Italiane, con queste ultime due considerate le più accreditate a conquistare la preda.

Viacom verso l'acquisto di Telefe da Telefónica per 400 mln $

Secondo quanto riporta Bloomberg, Viacom avrebbe vinto la gara per acquisire Televisión Federal (Telefe, network televisivo di Buenos Aires) da Grupo Telefónica, che la controlla attraverso la sussidiaria Telefónica de Argentina. Il colosso Usa dei media (proprietario tra l'altro Mtv e Paramount Pictures), con una valutazione di Telefe di circa 400 milioni di dollari (385 milioni secondo fonti citate da Reuters), avrebbe battuto la concorrenza dell'altra americana Turner Broadcasting System (controllata di Time Warner) e della conglomerata venezuelana Organización Cisneros.

UniCredit (+2,2%): aumento da €10-13mld e sfoltimento board

Secondo indiscrezioni di Repubblica il 13 dicembre, in occasione del Capital Markets Day, il CEO Mustier presenterà, quali parti del piano strategico, l'aumento di capitale e la revisione della governance di UniCredit. L'entità dell'aumento dovrebbe collocarsi nella fascia 10-13 miliardi di euro. Per quanto riguarda la governance si parla di discesa da 17 a 15 membri del cda, e riduzione delle vicepresidenze (al momento tre). Possibile l'uscita dal board di alcuni pesi massimi come Luca Cordero di Montezemolo e Fabrizio Palenzona.

Leonardo Finmeccanica (-0,5%): oggi cda su dati trim3 e vendita Mbda

Leonardo Finmeccanica (-0,5%) perde terreno nel giorno del cda chiamato ad approvare i dati del terzo trimestre. Il consensus Bloomberg prevede ricavi in calo a 2,81 miliardi di euro. Secondo MF il board esaminerà anche il dossier relativo alla vendita ad Airbus della quota del 25% di Mbda (consorzio missilistico europeo) in mano a Leonardo Finmeccanica. Le ultime indiscrezioni di stampa riferivano di un'offerta francese pari a 1,1 miliardi di euro.

Mattel inizia la ricerca del nuovo chief executive

Secondo fonti citate dal Wall Street Journal, il board di Mattel si starebbe preparando al cambio di guida e per questo già in estate avrebbe dato mandato alla società di headhunter Spencer Stuart d'individuare il successore del chief executive Christopher Sinclair. Ricerca che sarebbe condotta sia all'interno che al di fuori del produttore Usa di giocattoli. Non è chiara la tempistica del cambio al vertice per Mattel. Sinclair, per altro, aveva detto di volere condurre la società attraverso il suo turnaround.

Santander tratta riacquisto del 50% dell'asset management

Secondo fonti citate dal Wall Street Journal, il Banco Santander sarebbe in trattativa per riacquistare il 50% della divisione di asset-management ceduto a Warburg Pincus e General Atlantic nel 2013. Santander Asset Management, all'epoca valutata 2 miliardi di euro, alla fine di giugno aveva asset in gestione per 173,6 miliardi e un organico di 700 addetti.

Il fondo sovrano Cic studia offerta su Glp. Il gruppo della logistica vale 6 mld $

Secondo quanto riporta Bloomberg, China Investment Corporation (Cic Group, fondo sovrano di Pechino), in cordata con le connazionali Hopu Investment Management e Hillhouse Capital Management, starebbe lavorando a un'offerta per acquisire Global Logistic Properties (Glp), gruppo di Singapore che vale circa 6 miliardi di dollari. In settembre, Glp aveva raggiunto l'accordo per acquisire un portafoglio immobiliare del valore di 1,1 miliardi di dollari dall'americana Hillwood Development, consolidando la posizione di secondo maggiore proprietario di strutture di logistica in Usa.

Ajinomoto e PepsiCo in gara per una quota della sudafricana Promasidor per valutazione di 1 mld $

Secondo quanto riporta in esclusiva Reuters, la giapponese Ajinomoto e l'americana PepsiCo sarebbero in gara per acquisire una quota del capitale di Promasidor, per una valutazione complessiva del produttore sudafricano di latticini e bevande di circa 1 miliardo di dollari.

Pages

Subscribe to RSS - Rassegna Stampa