Rassegna Stampa

UniCredit (+2,2%): aumento da €10-13mld e sfoltimento board

Secondo indiscrezioni di Repubblica il 13 dicembre, in occasione del Capital Markets Day, il CEO Mustier presenterà, quali parti del piano strategico, l'aumento di capitale e la revisione della governance di UniCredit. L'entità dell'aumento dovrebbe collocarsi nella fascia 10-13 miliardi di euro. Per quanto riguarda la governance si parla di discesa da 17 a 15 membri del cda, e riduzione delle vicepresidenze (al momento tre). Possibile l'uscita dal board di alcuni pesi massimi come Luca Cordero di Montezemolo e Fabrizio Palenzona.

Leonardo Finmeccanica (-0,5%): oggi cda su dati trim3 e vendita Mbda

Leonardo Finmeccanica (-0,5%) perde terreno nel giorno del cda chiamato ad approvare i dati del terzo trimestre. Il consensus Bloomberg prevede ricavi in calo a 2,81 miliardi di euro. Secondo MF il board esaminerà anche il dossier relativo alla vendita ad Airbus della quota del 25% di Mbda (consorzio missilistico europeo) in mano a Leonardo Finmeccanica. Le ultime indiscrezioni di stampa riferivano di un'offerta francese pari a 1,1 miliardi di euro.

Mattel inizia la ricerca del nuovo chief executive

Secondo fonti citate dal Wall Street Journal, il board di Mattel si starebbe preparando al cambio di guida e per questo già in estate avrebbe dato mandato alla società di headhunter Spencer Stuart d'individuare il successore del chief executive Christopher Sinclair. Ricerca che sarebbe condotta sia all'interno che al di fuori del produttore Usa di giocattoli. Non è chiara la tempistica del cambio al vertice per Mattel. Sinclair, per altro, aveva detto di volere condurre la società attraverso il suo turnaround.

Santander tratta riacquisto del 50% dell'asset management

Secondo fonti citate dal Wall Street Journal, il Banco Santander sarebbe in trattativa per riacquistare il 50% della divisione di asset-management ceduto a Warburg Pincus e General Atlantic nel 2013. Santander Asset Management, all'epoca valutata 2 miliardi di euro, alla fine di giugno aveva asset in gestione per 173,6 miliardi e un organico di 700 addetti.

Il fondo sovrano Cic studia offerta su Glp. Il gruppo della logistica vale 6 mld $

Secondo quanto riporta Bloomberg, China Investment Corporation (Cic Group, fondo sovrano di Pechino), in cordata con le connazionali Hopu Investment Management e Hillhouse Capital Management, starebbe lavorando a un'offerta per acquisire Global Logistic Properties (Glp), gruppo di Singapore che vale circa 6 miliardi di dollari. In settembre, Glp aveva raggiunto l'accordo per acquisire un portafoglio immobiliare del valore di 1,1 miliardi di dollari dall'americana Hillwood Development, consolidando la posizione di secondo maggiore proprietario di strutture di logistica in Usa.

Ajinomoto e PepsiCo in gara per una quota della sudafricana Promasidor per valutazione di 1 mld $

Secondo quanto riporta in esclusiva Reuters, la giapponese Ajinomoto e l'americana PepsiCo sarebbero in gara per acquisire una quota del capitale di Promasidor, per una valutazione complessiva del produttore sudafricano di latticini e bevande di circa 1 miliardo di dollari.

Amtek verso la shortlist per la tedesca Tekfor. Offerte a 520 milioni

Secondo quanto riportano fonti citate da Reuters, Amtek Auto dovrebbe comunicare la shortlist dei candidati all'acquisizione della divisione tedesca Tekfor settimana prossima. Il gruppo della componentistica indiano avrebbe ricevuto otto offerte per una valutazione di Tekfor fino a 520 milioni di euro. Delle otto offerte, sette sono di gruppi del settore, come la spagnola Cie Automotive (partecipata dall'altra indiana Mahindra) e la canadese Linamar, mentre l'ottava sarebbe di un private equity.

Valeant vola a Toronto (+30%). Tratta cessione di asset in deal da 10 mld $

Valeant Pharmaceuticals ha guadagnato il 30,24% a Toronto martedì (il titolo resta comunque in declino di quasi il 78% da inizio anno) dopo che il gruppo farmaceutico canadese ha dichiarato di stare trattando la cessione del business dei trattamenti per le patologie gastriche acquisito nel marzo 2015 con il takeover da 14,5 miliardi di dollari di Salix Pharmaceuticals. Non è stato reso noto il nome del potenziale acquirente, ma secondo fonti citate da Reuters si tratterebbe di Takeda Pharmaceutical, che aveva già tentato quest'anno di acquisire Salix in cordata con Tpg.

Per Volkswagen il passaggio all'auto elettrica comporterà migliaia di licenziamenti

Volkswagen prevede che il passaggio alla produzione di vetture elettriche potrebbe comportare nei prossimi anni la perdita di migliaia di posti di lavoro. Lo riporta il Frankfurter Allgemeine Zeitung, citando Karlheinz Blessing, capo delle risorse umane di Wolfsburg e membro del management board. Secondo il manager l'assemblaggio di motori elettrici richiede molti meno lavoratori rispetto ai propulsori a combustibile fossile. Per i sindacati è invece cruciale che Volkswagen produca le batterie in proprio, ma secondo Blessing non è ancora stata presa una decisione in merito.

Baker Hughes verso fusione da 30 mld $ con l'oil & gas di General Electric

Baker Hughes, terzo maggiore fornitore di servizi all'industria petrolifera, e General Electric hanno comunicato che terrano un Investor Webcast lunedì alle 8.30 ora di New York (le 13.30 in Italia). Secondo il Wall Street Journal, l'annuncio da attendersi è la fusione di Baker Hughes con le attività nell'oil and gas della conglomerata: operazione da 30 miliardi di dollari.

Pages

Subscribe to RSS - Rassegna Stampa