Rassegna Stampa

Ubs investe 920 mln per integrare la piattaforma It del wealth management

Secondo quanto riporta Reuters, Ubs si prepara a investire 1 miliardo di franchi (920 milioni di euro) nella standardizzazione della sua piattaforma It per il suo business del wealth management, con l'obiettivo finale di ridurre i costi. "Si tratta di integrare la nostra infrastruttura storicamente frammentata a livello globale in un'unica piattaforma", ha spiegato a Reuters il chief operating officer del wealth management di Ubs Dirk Klee. Il colosso elvetico non ha però fornito stime su quali siano i risparmi previsti dalla ristrutturazione.

Airbus scommette sul sorpasso di Boeing per aerei consegnati entro il 2020

Airbus punta a sorpassare la rivale Boeing, in termini di consegne annuali di velivoli, entro il 2020. Se il colosso aerospaziale europeo è al comando della gara per quanto riguarda gli ordinativi, nota Reuters, il gruppo Usa è avanti sin dal 2012 per il numero di consegne. "Nel 2020 consegneremo di nuovo più aerei di Boeing", ha però promesso Fabrice Brégier, chief executive di Airbus, in un'intervista pubblicata dal quotidiano tedesco Die Welt.

Deutsche Bank potrebbe ridimensionare il business Usa

Secondo diverse fonti stampa, Deutsche Bank starebbe valutando varie opzioni strategiche, tra cui il ridimensionamento delle attività in Usa, all'interno di un più ampio piano di ristrutturazione finalizzato all'abbattimento dei costi. Per il Sueddeutsche Zeitung, una ritirata dagli Usa sarebbe già stata discussa dal supervisory board e appare più probabile della vendita dell'asset management. L'edizione domenicale di Die Welt ha invece scritto che Deutsche Bank potrebbe essere costretta a ridimensionare le attività americane all'interno dell'accordo con lo U.S. Justice Department.

Altice pronta a ricorrere contro lo stop dell'Amf allo swap azionario su Sfr

Secondo quanto riporta Bloomberg, Altice si preparerebbe ad appellarsi contro la decisione dell'Autorité des marchés financiers (Amf, l'autorità di controllo dei mercati finanziari francesi), che a inizio ottobre aveva bloccato il buyout del 22,25% del capitale ancora non controllato in Sfr da parte del gruppo di proprietà del miliardario franco-israeliano Patrick Drahi, sottolineando che l'operazione non rispetta le normative, senza entrare nell'immediato nel merito della sua pronuncia.

In uscita il chief executive di Hershey John Bilbrey

Secondo quanto riporta Reuters, John Bilbrey, chief executive di Hershey, si preparerebbe a lasciare la guida del colosso Usa del cioccolato. Bilbrey dovrebbe lasciare l'incarico la prossima estate e il board di Hershey, che in agosto aveva respinto il tentativo di Opa da 23 miliardi di dollari da parte di Mondelez International (colosso dell'alimentare nato nel 2012 dalla separazione delle attività negli snack di Kraft), avrebbe già formato un comitato per individuare il successore. Hershey aveva chiuso in progresso dello 0,74% la seduta di giovedì al Nyse.

Rosneft, Trafigura e Ucp verso takeover da 13 mld $ dell'indiana Essar Oil

Secondo fonti citate da Reuters, il colosso petrolifero Rosneft, in cordata con Trafigura e il fondo russo Ucp, si prepara ad acquisire il raffinatore indiano Essar Oil in un'operazione del valore di 13 miliardi di dollari, incluso il debito pari a 4,5 miliardi. Alla big oil russa dovrebbe andare il 49% del capitale, mentre il resto dovrebbe essere spartito tra Trafigura e Ucp.

Chevron conferma trattative per la vendita di asset nel gas in Bangladesh

Chevron ha confermato le indiscrezioni di Bloomberg riguardo la possibile vendita di asset nel gas naturale del Bangladesh, dichiarando di essere impegnata in "negoziati commerciali", anche se ha sottolineato che una decisione non è stata presa. "Procederemo solo se saremo in grado di realizzare un valore attraente per Chevron", ha specificato la big oil californiana. Bloomberg aveva riportato che Chevron punterebbe a un incasso di circa 2 miliardi di dollari dalle dismissioni.

Snapchat dà mandato a Goldman e Morgan Stanley per l'Ipo da 25 mld $

Secondo quanto riportano fonti citate da Reuters, Snapchat avrebbe dato mandato a Morgan Stanley e Goldman Sachs Group di gestire l'Ipo che potrebbe concretizzarsi il prossimo mese di marzo. Jp Morgan Chase, Deutsche Bank, Allen & Co, Barclays e Credit Suisse Group parteciperanno in qualità di book runner.

Vivendi esclude di lanciare un'Opa ostile su Ubisoft

"Non vogliamo lanciare un'Opa ostile su Ubisoft", ha dichiarato mercoledì alla stampa Stephane Roussel, che oltre a essere il chief operating officer del colosso francese dei media è chief executive di Gameloft, l'altra società di videogiochi fondata dalla famiglia Guillemot (a differenza di Ubisoft, specializzata nel comparto dei terminali mobili) conquistata da Vivendi in giugno. Vivendi, nel cui capitale Bolloré Group ha comunicato pochi giorni fa di essere salito sopra al 20% dal 15,33% detenuto in giugno, controlla il 22,63% di Ubisoft (e oltre il 20% dei diritti di voto).

Bc Partners pronta ad acquistare i data center di CenturyLink per 2,5 mld $

Secondo quanto riporta in esclusiva Reuters, il private Bc Partners sarebbe in prima fila per acquisire il business dei data center messo in vendita da CenturyLink. Il gruppo di telecomunicazioni della Louisiana punterebbe a un incasso superiore a 2,5 miliardi di dollari. CenturyLink, che ha 59 data center in Usa, ha chiuso in declino dello 0,72% la seduta di martedì al Nyse.

Pages

Subscribe to RSS - Rassegna Stampa