Rassegna Stampa

Ajinomoto e PepsiCo in gara per una quota della sudafricana Promasidor per valutazione di 1 mld $

Secondo quanto riporta in esclusiva Reuters, la giapponese Ajinomoto e l'americana PepsiCo sarebbero in gara per acquisire una quota del capitale di Promasidor, per una valutazione complessiva del produttore sudafricano di latticini e bevande di circa 1 miliardo di dollari.

Amtek verso la shortlist per la tedesca Tekfor. Offerte a 520 milioni

Secondo quanto riportano fonti citate da Reuters, Amtek Auto dovrebbe comunicare la shortlist dei candidati all'acquisizione della divisione tedesca Tekfor settimana prossima. Il gruppo della componentistica indiano avrebbe ricevuto otto offerte per una valutazione di Tekfor fino a 520 milioni di euro. Delle otto offerte, sette sono di gruppi del settore, come la spagnola Cie Automotive (partecipata dall'altra indiana Mahindra) e la canadese Linamar, mentre l'ottava sarebbe di un private equity.

Valeant vola a Toronto (+30%). Tratta cessione di asset in deal da 10 mld $

Valeant Pharmaceuticals ha guadagnato il 30,24% a Toronto martedì (il titolo resta comunque in declino di quasi il 78% da inizio anno) dopo che il gruppo farmaceutico canadese ha dichiarato di stare trattando la cessione del business dei trattamenti per le patologie gastriche acquisito nel marzo 2015 con il takeover da 14,5 miliardi di dollari di Salix Pharmaceuticals. Non è stato reso noto il nome del potenziale acquirente, ma secondo fonti citate da Reuters si tratterebbe di Takeda Pharmaceutical, che aveva già tentato quest'anno di acquisire Salix in cordata con Tpg.

Per Volkswagen il passaggio all'auto elettrica comporterà migliaia di licenziamenti

Volkswagen prevede che il passaggio alla produzione di vetture elettriche potrebbe comportare nei prossimi anni la perdita di migliaia di posti di lavoro. Lo riporta il Frankfurter Allgemeine Zeitung, citando Karlheinz Blessing, capo delle risorse umane di Wolfsburg e membro del management board. Secondo il manager l'assemblaggio di motori elettrici richiede molti meno lavoratori rispetto ai propulsori a combustibile fossile. Per i sindacati è invece cruciale che Volkswagen produca le batterie in proprio, ma secondo Blessing non è ancora stata presa una decisione in merito.

Baker Hughes verso fusione da 30 mld $ con l'oil & gas di General Electric

Baker Hughes, terzo maggiore fornitore di servizi all'industria petrolifera, e General Electric hanno comunicato che terrano un Investor Webcast lunedì alle 8.30 ora di New York (le 13.30 in Italia). Secondo il Wall Street Journal, l'annuncio da attendersi è la fusione di Baker Hughes con le attività nell'oil and gas della conglomerata: operazione da 30 miliardi di dollari.

General Electric ammette negoziati con Baker Hughes ma esclude un takeover

General Electric ha ammesso di stare negoziando possibili alleanze con Baker Hughes, sottolineando però che "nessuna delle opzioni prevede un acquisto a titolo definitivo". Dapprima il Wall Street Journal e in seguito Reuters avevano lanciato la notizia che la conglomerata Usa stesse valutando il takeover del terzo maggiore fornitore di servizi all'industria petrolifera o quanto meno la fusione di Baker Hughes con le attività nell'oil and gas di General Electric.

Banca MPS (+2%): Nagel ottimista su ristrutturazione

Banca MPS (+2%) in rialzo grazie alle parole di Alberto Nagel, CEO di Mediobanca. Per il manager il piano di ristrutturazione della banca senese è buono e si sente quindi ottimista sull'esito: fondamentali saranno però le condizioni del mercato e la fiducia dei partecipanti alla ricapitalizzazione. Si segnalano anche le indiscrezioni del Corriere della Sera secondo cui Generali (-1,2%) ha acquistato oltre 400 milioni di euro in bond MPS ma non ha ancora deciso se convertirli in azioni.

Bancari positivi in scia a Deutsche Bank

In rialzo i bancari in scia a Deutsche Bank (+0,7%) che ha archiviato il terzo trimestre con 278 milioni di profitti netti, contro perdite per 6 miliardi del pari periodo dello scorso esercizio (rosso monstre dovuto a svalutazioni sulle attività di investment banking e sulla dismissione di Postbank). Il colosso bancario tedesco ha accantonato altri 501 milioni di euro sui contenziosi legali (il totale delle riserve sale così a 5,9 miliardi), sottolineando di stare "lavorando duramente" con lo U.S.

Yoox Net-A-Porter Group (-4,8% a 26,38 euro): Marchetti, obiettivo "mobile-only company"

Yoox Net-A-Porter Group prolunga la correzione originata dai massimi dell'altro ieri e tocca a 26,10 euro i minimi da agosto. A inizio ottava l'a.d. Federico Marchetti, fondatore di Yoox e azionista di YNAP con il 6% circa, ha dichiarato alla Associated Press che uno dei suoi obiettivi è quello di trasformare il gruppo in una "mobile-only company": si potranno fare acquisti on line solo tramite dispositivi mobili (smartphone e tablet). Yoox Net-A-Porter Group il 9 novembre pubblicherà i dati al 30 settembre.

Banca MPS (-11,42%, asta di volatilità): Attestor diventerà socio forte

Banca MPS (-11,42%, asta di volatilità) in forte calo in avvio di seduta. Repubblica scrive che il fondo Attestor Capital convertira' in azioni circa un miliardo di euro in obbligazioni subordinate acquistate in estate. In base alle indiscrezioni raccolte, Attestor intende diventare socio di lungo periodo con una partecipazione a doppia cifra nel capitale di MPS.

Pages

Subscribe to RSS - Rassegna Stampa