Rassegna Stampa

Samsung prevede rallentamento per il 2017 nei mercati chiave

Secondo quanto riporta Bloomberg, Samsung Electronics si attende per il 2017 un rallentamento nei mercati chiave e l'aumento di incertezze su protezionismo commerciale e fluttuazioni valutarie. Kwon Oh-hyun, vice chairman e co-chief executive del colosso sudcoreano, nel suo tradizionale discorso di Capodanno ha esortato i dipendenti a imparare dai costosi fallimenti in scia al flop del Galaxy Note 7. "Non dobbiamo scendere a compromessi neppure sui problemi più piccoli in termini di qualità del prodotto", ha sottolineato Kwon.

Cina: per la Pboc target di crescita del Pil dovrebbe essere al 6-7% nel 2017

Secondo Huang Yiping, consulente della People's Bank of China, Pechino dovrebbe essere più flessibile sugli obiettivi di crescita per l'anno appena iniziato. Huang, professore di economia all'Università di Pechino, secondo quanto riporta Bloomberg propone un target del 6-7% contro il 6,5-7% imposto per il 2016. La Cina ha anche un obiettivo di lungo periodo per una crescita media del 6,5% annuo fino al 2020, ma crescono le indicazioni per un possibile abbandono di tale target.

E.On pronta a tagli nel personale amministrativo per ridurre i costi

E.On prevede di tagliare posti di lavoro amministrativi mentre tenta di ridurre i costi di 400 milioni di euro. Lo ha dichiarato al quotidiano di Düsseldorf Rheinische Post il chief executive Johannes Teyssen. Nell'intervista, pubblicata sabato e riportata da Reuters, Teyssen ha sottolineato che abitualmente tali piani di risparmio derivano "al 50% dai costi del personale, il resto da quelli materiali". A farne le spese saranno gli impiegati del quartier generale di E.On a Essen (nell'amministrazione centrale lavorano circa 600 persone).

Per Deutsche Bank non è il momento di fusioni paneuropee nel banking

Deutsche Bank esclude per il momento una fusione bancaria paneuropea o la necessità di ricorrere a un salvataggio pubblico per il colosso tedesco, dopo l'annuncio arrivato prima di Natale dell'accordo con lo U.S. Justice Department in merito ai contenziosi che riguardavano la vendita di titoli legati all'immobiliare nel periodo 2005-2007. Patteggiamento la cui cifra complessiva di 7,2 miliardi di dollari è ampiamente inferiore ai 14 miliardi chiesti in settembre da Washington.

In arrivo per Atr contratto di fornitura da 400 mln $ in Iran

Dopo le recenti commesse miliardarie annunciate dall'Iran per i due colossi rivali dell'aerospaziale Airbus e Boeing, in settimana arriverà anche un contratto per Atr, la joint venture della stessa Airbus con l'italiana Leonardo-Finmeccanica specializzata nella produzione di aerei per rotte regionali. Atr in febbraio aveva anticipato l'intesa per la fornitura di 20 Atr 72-600 e, secondo quanto riporta Reuters, Asghar Fakhrieh-Kashan, viceministro dei Trasporti dell'Iran, ha dichiarato che mercoledì prossimo partiranno a Teheran i negoziati ufficiali.

Per SocGen Pechino abbandonerà il target di crescita al 6,5% entro il 2018

Secondo quanto riporta Bloomberg, per Société Générale (SocGen) nel corso dei prossimi due anni la Cina abbandonerà l'obiettivo di crescita annua dell'economia del 6,5% (target stabilito lo scorso anno e previsto fino a tutto il 2020). "Pensiamo che l'obiettivo di crescita arbitraria sarà abbandonato se non nel 2017 quasi sicuramente nel 2018", ha scritto Yao Wei, capo economista di SocGen per la Cina.

Takata vicina al patteggiamento in Usa vola a Tokyo (+16,47%)

Secondo fonti citate da Reuters, Takata potrebbe patteggiare nella causa penale presentata dallo U.S. Department of Justice prima che il presidente Barack Obama lasci l'incarico il prossimo 20 gennaio. Il produttore giapponese di componentistica per l'automotive dovrebbe dichiararsi colpevole di cattiva condotta in relazione al malfunzionamento dei suoi airbag che ha causato la morte di undici persone nei soli Usa (16 complessivamente nel mondo) e portato a un colossale recall di veicoli.

Kate Spade vola al Nyse (+23%) su voci di vendita

Da tempo sotto pressione da parte di investitori attivisti come gli hedge Caerus Investors e Jana Partners, Kate Spade ha spiccato il volo mercoledì al Nyse dopo che il Wall Street Journal ha riportato che il produttore di borse e accessori starebbe lavorando con le investment bank per una possibile vendita. Il titolo, sospeso due volte nel corso della seduta, ha chiuso con un balzo del 23,09% di fatto azzerando il declino registrato da inizio anno.

Fondo di Clayton Dubilier & Rice raccoglie 6 mld $ in poco più di due mesi

Secondo fonti citate da Reuters, Clayton Dubilier & Rice sarebbe vicino ad arrivare a quota 6 miliardi di dollari raccolti dagli investitori per il nuovo fondo di private equity lanciato poco più di due mesi fa. Il fondo, con obiettivo di 8,5 miliardi di dollari, secondo il private equity dovrebbe raggiungere invece 9,4 miliardi entro il primo trimestre del prossimo anno, avendo finora ottenuto offerte da parte degli investitori per oltre 20 miliardi.

Pages

Subscribe to RSS - Rassegna Stampa