Rassegna Stampa

UniCredit debole, torna ipotesi Commerzbank

Bancari in flessione: l'indice FTSE Italia Banche segna -0,6%. UniCredit -1,2% viene penalizzata dalle indiscrezioni successive allo stop delle trattative per la fusione tra Commerzbank (+1,9%) e Deutsche Bank (-3,3%): potrebbe tornare in primo piano l'ipotesi di aggregazione UniCredit-Commerzbank. A inizio mese il Financial Times ha riferito rumor secondo cui il gruppo guidato da Jean Pierre Mustier potrebbe presentare un'offerta nel caso in cui i negoziati Commerzbank-Deutsche Bank non andassero in porto (cosa che è avvenuta).

Carige, il piano di BlackRock sarebbe già stato inviato alla Bce

Il nuovo piano industriale elaborato da BlackRock e dai commissari di Banca Carige sarebbe già stato inviato alla Banca centrale europea (Bce). Lo riporta stamane il quotidiano MF, secondo il quale sarebbero stati rafforzati gli obiettivi sul cost-income e il ritorno del capitale, con una conferma sul fronte del derisking. BlackRock, che starebbe coinvolgendo nella possibile operazione altri fondi, punterebbe a una banca più leggera e focalizzata su commissioni e gestione. Resta da chiarire da chiarire l'importante ruolo dei soci Malacalza nell'operazione.

GD - www.ftaonline.com

Ascopiave ancora sostenuta da prospettive riassetto

Ascopiave +1,6% positiva e in netta controtendenza rispetto al settore utility. Il titolo guadagna ulteriore terreno dopo il +1,93% messo a segno ieri, ancora sostenuto da quanto riferito dal Sole 24 Ore: il quotidiano ha indicato in metà maggio la data possibile per una prima valutazione del cda riguardo alle offerte/manifestazioni di interesse per il ramo di commercializzazione di gas e energia elettrica e per il ramo di distribuzione di gas. L'obiettivo sembra essere una scrematura con ammissione alla gara finale di 3-4 soggetti.

SF - www.ftaonline.com

Novartis va in rally a Zurigo. Migliorato outlook su utile

Novartis ha sfiorato un rally del 3% all'apertura degli scambi a Zurigo, dopo che il colosso farmaceutico elvetico ha migliorato l'outlook d'esercizio in termini di utile rettificato (atteso a una crescita in singola cifra alta). Nel primo trimestre i profitti netti sono calati da 1,97 a 1,87 miliardi di dollari (a fronte comunque di un progresso del 4% a valute costanti), ma le entrate operative core sono salite da 2,98 a 3,25 miliardi. L'eps rettificato è cresciuto da 1,15 a 1,21 dollari, battendo le attese del mercato.

Ralph Hamers di Ing Groep aperto ad acquisizioni cross-border

Secondo quanto riportato da Financieele Dagblad, citato da Reuters, il chief executive Ralph Hamers avrebbe dichiarato martedì agli azionisti di Ing Groep che l'istituto olandese potrebbe valutare un'acquisizione cross border in determinate circostanze. Parole che hanno fatto seguito a indiscrezioni secondo cui anche Ing potrebbe essere interessata al takeover di Commerzbank. "Se ci dovesse essere un consolidamento in uno dei mercati in cui siamo attivi, ciò ci indurrebbe a un processo di riflessione", ha spiegato Hamers secondo quanto riportato dal quotidiano finanziario olandese.

Asia contrastata. A Tokyo Nikkei 225 in declino dello 0,27%

Dopo una seduta di netto recupero per Wall Street (con S&P 500 e Nasdaq entrambi su nuovi massimi martedì), alla riapertura degli scambi in Asia la tendenza è stata invece maggiormente contrastata, in assenza di quei fattori rialzisti (i positivi risultati trimestrali della Corporate America) che avevano sostenuto gli scambi a New York.

Petrolio: riserve Usa salite di 6,9 milioni di barili (Api)

Secondo le stime riportate martedì dall'American Petroleum Institute (Api), le scorte di greggio in Usa sono salite di 6,9 milioni di barili nella settimana chiusa il 19 aprile. Le riserve di benzina sono parallelamente cresciute di 2,2 milioni di barili. I dati dell'Api precedono quelli ufficiali della U.S. Energy Information Administration (Eia), che saranno diffusi in giornata. Secondo le stime di S&P Global Platts, citate da Market Watch, l'Eia dovrebbe comunicare una contrazione di 500.000 barili per il greggio e di 1,1 milioni per la benzina.

Ascopiave tonica con ipotesi riassetto

Ascopiave +2,4% guadagna terreno dopo che il Sole 24 Ore ha indicato in metà maggio la data possibile per una prima valutazione del cda riguardo alle offerte/manifestazioni di interesse per il ramo di commercializzazione di gas e energia elettrica e per il ramo di distribuzione di gas. L'obiettivo sembra essere una scrematura con ammissione alla gara finale con 3-4 soggetti. L'operazione porterebbe a un riassetto complessivo degli asset con l'uscita dal retail e il rafforzamento nella distribuzione gas.

Telecom Italia perde ulteriore terreno

Telecom Italia -1,7% perde ulteriore terreno dopo il -1,53% di venerdì e tocca i minimi da metà febbraio. Il Sole 24 Ore alla fine della scorsa settimana ha scritto che l'integrazione della rete con quella di Open Fiber potrebbe avvenire tramite un'incorporazione del gruppo controllato da Cdp ed Enel in TIM e non con lo scorporo dell'infrastruttura per poi unirla con Open Fiber. Nel primo caso Cdp incrementerebbe la propria quota in TIM (attualmente al 5,03%) in cambio del conferimento della propria partecipazione in Open Fiber.

SF - www.ftaonline.com

Per Huawei balzo dei ricavi del 39% nel primo trimestre 2019

Huawei Technologies ha comunicato lunedì per il primo trimestre 2019 il balzo dei ricavi del 39% annuo a 179,7 miliardi di yuan (23,86 miliardi di euro). Il colosso cinese non quotato attivo nelle infrastrutture di rete (rivale diretto di gruppi come Ericsson ma, a differenza di questo, attivo anche in ambito consumer e in particolare nella produzione di terminali mobili) ha per la prima volta reso noto risultati trimestrali senza per altro comunicare quelli relativi ai profitti netti (limitandosi a notare che la marginalità netta si è attestata nel periodo all'8%).

Pages

Subscribe to RSS - Rassegna Stampa