Rassegna Stampa

Salini e Astaldi in rosso dopo dettagli offerta, attivate vie legali

Netto calo per Salini Impregilo -5,1% e Astaldi -4,0% a 0,70 euro, all'indomani della pubblicazione da parte del Messaggero del documento "riservato e confidenziale" con i dettagli dell'offerta vincolante ma condizionata di Salini: quest'ultima ha "dato mandato ai propri legali di assumere tutte le iniziative ritenute idonee presso le autorità competenti a tutela del mercato e delle proprie informazioni confidenziali".

Atlantia debole su notizie/indiscrezioni negative

In rosso Atlantia -1,1% a causa di una serie di notizie/indiscrezioni negative per il titolo. Il Sole 24 Ore riferisce di un possibile coinvolgimento della holding della famiglia Benetton anche nel salvataggio di Banca Carige dopo quello di Alitalia: un portavoce ha già smentito. Due giorni fa la Guardia di Finanza di Genova ha sequestrato negli uffici romani i verbali dei cda degli ultimi dieci anni, nell'ambito dell'inchiesta sul crollo del Ponte Morandi.

Trimestre sotto il consensus per Sap. Guidance confermata

Sap ha comunicato risultati per il secondo trimestre segnati dal crollo del 21% dell'utile operativo a 827 milioni di euro, se calcolato secondo gli standard Ifrs. Il dato non Ifrs segna invece un progresso dell'11% a 1,81 miliardi, contro però l'incremento del 14% del consensus di Vara Research citato dal Financial Times. La marginalità operativa è rimasta stabile sul 27,3% contro il 27,7% atteso dagli analisti. I ricavi totali sono cresciuti dell'11% annuo a 6,63 miliardi di euro, a fronte del balzo del 40% di quelli dalle sole attività cloud, a 1,69 miliardi.

Novartis batte le attese nel trimestre e migliora l'outlook

Novartis ha comunicato per il secondo trimestre una crescita dell'utile operativo core del 20% annuo a 3,6 miliardi di dollari, a fronte di vendite progredite dell'8% a 11,76 miliardi, contro gli 11,54 miliardi del consensus di Refinitiv, citato da Reuters. Al risultato ha contribuito significativamente la performance di Sandoz, sussidiaria del colosso farmaceutico elvetico attiva nei generici.

Dal Beige Book emerge ancora espansione economica "modesta"

Secondo quanto emerge dall'edizione del Beige Book diffusa mercoledì dalla Federal Reserve (Fed), relativa al periodo fino allo scorso 8 luglio, l'attività economica in Usa ha continuato nella sua espansione, definita complessivamente "modesta" come già fatto nel precedente periodo. Nella maggior parte dei dodici distretti in cui vengono divisi gli Stati Uniti, le vendite retail sono leggermente aumentate, sebbene siano rimaste piatte quelle di veicoli. L'attività nel settore dei servizi non finanziari è cresciuta ulteriormente.

Piazza Affari negativa con bancari e petroliferi. FTSE MIB -0,56%

Piazza Affari negativa con bancari e petroliferi. FTSE MIB -0,56%.


Mercati azionari europei in rosso. Wall Street debole: a ridosso della chiusura delle borse europee S&P 500 -0,3%, NASDAQ Composite -0,1%, Dow Jones Industrial -0,2%. A Milano il FTSE MIB ha terminato a -0,56%, il FTSE Italia All-Share a -0,56%, il FTSE Italia Mid Cap a -0,50%, il FTSE Italia STAR a -0,49%.

Piazza Affari sotto la parità. Vendite su petroliferi e bancari. FTSE MIB -0,18%

Piazza Affari sotto la parità. Vendite su petroliferi e bancari. FTSE MIB -0,18%.


Il FTSE MIB segna -0,18%, il FTSE Italia All-Share -0,18%, il FTSE Italia Mid Cap -0,25%, il FTSE Italia STAR -0,25%.

BTP positivi.
Il rendimento del decennale segna 1,59% (chiusura precedente a 1,61%), lo spread sul Bund 187 bp (da 186) (dati MTS).

Mercati azionari europei deboli: Euro Stoxx 50 -0,1%, FTSE 100 -0,2%, DAX -0,2%, CAC 40 -0,2%, IBEX 35 -0,6%.

UniCredit in lieve calo, il titolo resta vicino a un importante ostacolo

Lieve calo per UniCredit dopo il bel progresso di ieri (+2,61% a 11,7360 euro). Il titolo si era messo in luce in un settore bancario ben impostato (FTSE Italia Banche a +1,54%) anche grazie alle trimestrali di Goldman Sachs e JP Morgan (+1,87% e +1,10% rispettivamente al NYSE) migliori delle attese.

Telecom Italia: ipotesi cessioni e taglio target

Telecom Italia poco mossa dopo un avvio positivo in scia alle indiscrezioni di Repubblica. Il gruppo telefonico si starebbe preparando a incassare circa 2 miliardi di euro: un miliardo dalla cessione delle attività del credito al consumo e data center e un miliardo dall'operazione Vodafone-Inwit (tra dividendo straordinario e cessione 5% della newco). Deutsche Bank ed Equita hanno però ridotto i rispettivi target sul titolo pur confermando la raccomandazione buy.

Simone Ferradini - www.ftaonline.com

Pages

Subscribe to RSS - Rassegna Stampa