Mercati Americani

Axa cede il restante 29% di Eqh per incasso di 3,1 miliardi

Axa ha annunciato venerdì il pricing per la vendita del 29% di capitale ancora detenuto in Axa Equitable Holdings (Eqh). Un totale di 144 milioni di titoli passa a Goldman Sachs, underwriter unico dell'emissione secondaria, al prezzo unitario di 21,80 dollari (Eqh aveva chiuso in rally del 3,76% venerdì al Nyse, a 23,18 dollari di valore).

Asia in deciso arretramento. Nikkei 225 in calo dello 0,26%

Dopo una chiusura d'ottava in positivo per Wall Street (migliore dei tre principali indici newyorkesi il Nasdaq, apprezzatosi venerdì dello 0,48%), la nuova settimana inizia invece in Asia con un deciso arretramento, soprattutto in scia all'escalation delle proteste a Hong Kong. Sullo sfondo restano i dubbi circa una soluzione per la guerra commerciale lanciata da Donald Trump contro la Cina. Venerdì il presidente Usa aveva dichiarato di non avere accordato la cancellazione dei dazi introdotti a inizio settembre su 112 miliardi di dollari di merci made in China.

Seconda ottava da record per l'S&P 500

Seconda ottava da record per l'S&P 500 che ha terminato gli scambi venerdì sui massimi di sempre a quota 3093,08 con un rialzo da inizio anno di oltre 23 punti percentuali. Le quotazioni hanno messo a segno un rialzo molto significativo nelle ultime settimane, lasciandosi alle spalle la resistenza dei 3028 punti (picco di luglio e punto di passaggio della media mobile esponenziale a 20 sedute).

Flash Mercati

Future sugli indici azionari europei in rosso: Euro Stoxx 50 -0,3%, FTSE 100 -0,3%, DAX -0,3%. Le chiusure della seduta precedente: Euro Stoxx 50 -0,19%, Londra (FTSE 100) -0,63%, Francoforte (DAX) -0,46%, Parigi (CAC 40) -0,02%, Madrid (IBEX 35) -0,57%, Milano (FTSE MIB) +0,13%.

Future sugli indici azionari americani negativi: S&P 500 -0,4%, NASDAQ 100 -0,4%, Dow Jones Industrial -0,4%. Le chiusure dei principali indici USA nella seduta precedente: S&P 500 +0,26%, NASDAQ Composite +0,48%, Dow Jones Industrial +0,02%.

Borsa Usa: chiusura settimanale più alta di sempre

La Borsa di New York ha chiuso l'ultima seduta della settimana in territorio positivo. L'S&P 500 ha guadagnato lo 0,26% e il Nasdaq Composite lo 0,48%. Poco sopra la parità il Dow Jones (+0,02%) zavorrato da Boeing (-1,89%), ExxonMobil (-1,90%) e Verizon (-1,97%). Sotto i riflettori ancora la guerra commerciale lanciata da Donald Trump contro Pechino.

Cina: Donald Trump non ha accordato cancellazione dei dazi

Venerdì Donald Trump ha dichiarato di non avere accordato la cancellazione dei dazi introdotti a inizio settembre su 112 miliardi di dollari di merci made in China. "Vorrebbero avere un annullamento ma non ho accettato nulla. La Cina vorrebbe ottenere una cancellazione parziale, non certo completa perché sanno che non lo farei", ha spiegato il presidente Usa alla stampa. Fonti cinesi avevano invece annunciato giovedì che un reciproco annullamento dei dazi era stato concordato nell'ambito dell'accordo di fase uno.

RR - www.ftaonline.com

GoPro: meno perdite del previsto nel terzo trimestre

GoPro balza del 10% al Nasdaq. Il produttore di microcamere indossabili ha annunciato una trimestrale superiore alle attese. Nel terzo trimestre l'utile per azione adjusted si è attestato a -0,42 dollari su ricavi per 131,17 milioni. Gli analisti avevano previsto un Eps a -0,48 dollari su ricavi per 126,4 milioni.

RV - www.ftaonline.com

Pages

Subscribe to RSS - Mercati Americani