Mercati Americani

Expedia, nel terzo trimestre crescono le prenotazioni e il giro d'affari

Expedia ha chiuso il terzo trimestre del 2016 con ricavi in crescita del 33% a 2,58 miliardi di dollari (consensus 2,55 mld), l'ebitda adjusted aumenta del 42% e si pone a 666,7 milioni e l'utile operativo tocca i 386,2 milioni (+12%). L'utile netto mostra invece una flessione di un punto percentuale a 279,3 milioni di dollari. L'eps adjusted cresce del 16% e si attesta a 2,41 dollari, sotto il consensus degli analisti ($ 2,47).

USA: in ottobre l'Indice di fiducia dei consumatori del Michigan scende a 87,2 punti

Gli esperti dell'Universita' del Michigan e di Reuters hanno rivisto al ribasso la stima preliminare dell'indice sulla fiducia dei consumatori statunitensi del mese di ottobre a 87,2 punti da 87,9 punti della prima lettura risultando in calo dai 91,2 punti di settembre. Le aspettative degli analisti erano fissate su un indice pari a 88,1 punti.

Piazza Affari in rosso: Ftse Mib -0,84%. Eni e bancari sotto pressione, STM prolunga rally

Piazza Affari in rosso: Ftse Mib -0,84%. Eni e bancari sotto pressione, STM prolunga rally.


Il Ftse Mib segna -0,84%, il Ftse Italia All-Share -0,77%, il Ftse Italia Mid Cap -0,19%, il Ftse Italia Star -0,46%.

Mercati azionari europei deboli:
DAX -0,4%, CAC 40 -0,1%, FTSE 100 -0,2%, IBEX 35 -0,1%.

Pochi minuti dopo l'apertura di Wall Street: S&P500 +0,0%, Nasdaq Composite -0,2%, Dow Jones Industrial +0,3%.

Amazon (-5% a Wall Street): cresce meno del previsto l'utile nel terzo trimestre

Amazon -5% a Wall Street. Il gigante dell'e-commerce ha presentato risultati relativi al terzo trimestre segnati da utili netti più che triplicati da 79 milioni di dollari, pari 17 centesimi per azione, a 252 milioni, e 52 centesimi. Le vendite sono balzate del 29% a 32,7 miliardi di dollari. Il consensus di FactSet era per 77 centesimi di utile e 32,69 miliardi di giro d'affari.

Chevron: utili per azione a $ 0,68

La compagnia petrolifera statunitense Chevron ha chiuso il terzo trimestre con utili in calo del da 2,03 a 1,283 miliardi di dollari. I ricavi complessivi sono calati da 34,31 a 30,14 miliardi e l'utile ante imposte da 2,05 a 1,3 miliardi. L'utile per azione passa da 1,09 dollari a 68 centesimi, battendo di misura le attese degli analisti poste a 40 centesimi (FactSet, ma Reuters aveva raccolto stime medie per 37 centesimi). In termini di barili di petrolio equivalente la produzione si è posta a 2,5 milioni di barili (2,5 mln nel terzo quarto del 2015).

ExxonMobil: utili in calo, ma sopra le attese. Il titolo perde l'1,58% in pre-market

La compagnia petrolifera statunitense ExxonMobil ha chiuso il terzo trimestre con utili in calo del 38% a 2,65 miliardi di dollari. I ricavi complessivi sono calati da 67,34 a 58,67 miliardi e l'utile ante imposte da 5,75 a 3,23 miliardi. L'utile per azione passa da 1,01 dollari a 63 centesimi, battendo le attese degli analisti poste a 58 centesimi (FactSet). In termini di barili di petrolio equivalente la produzione si è posta a 3,8 milioni di barili (+5,1% per i liquidi e +0,8% per il gas naturale).

USA: prima stima PIL 3T a +2,9%. Deflatore del PIL a +1,5%

Il Dipartimento del Commercio degli Stati Uniti ha reso nota la prima stima preliminare del PIL relativo al terzo trimestre 2016, indicando una variazione annualizzata del 2,91% dal +1,4% del trimestre precedente. L'indice dei prezzi al consumo del PIL, che misura il cambiamento di prezzo di tutti i beni e servizi inseriti nel PIL e rappresenta una misura chiave dell'inflazione, è cresciuto del +1,5% t/t (dato annualizzato), dal +2,3% della rilevazione precedente. La spesa per i consumi reali è aumentata nel terzo trimestre del 2,1%, risultando inferiore alle attese (pari al 2,6%).

Goodyear: vendite in calo e utile trimestrale in crescita, il gruppo rivede al ribasso la guidance e il titolo perde quota in pre-market

Il colosso degli pneumatici di Akron Goodyear ha chiuso il terzo trimestre del 2016 con vendite in calo da 4,18 a 3,84 miliardi di dollari. L'utile ante imposte ha mostrato una flessione da 431 a 310 milioni di dollari nel confronto con il terzo quarto dello scorso esercizio. L'utile netto attribuibile alla capogruppo mostra invece un incremento da 271 a 317 milioni di dollari grazie a proventi fiscali da 10 milioni contro gli oneri da 126 milioni di un anno fa.

Pages

Subscribe to RSS - Mercati Americani