Mercati Americani

Borsa italiana in netto calo: Ftse Mib -1,17%. Male i bancari e FCA

Borsa italiana in netto calo: Ftse Mib -1,17%. Male i bancari e FCA.


Il Ftse Mib segna -1,17%, il Ftse Italia All-Share -1,16%, il Ftse Italia Mid Cap -1,13%, il Ftse Italia Star -1,10%.

Mercati azionari europei in rosso.
DAX -0,9%, CAC 40 -0,8%, FTSE 100 -0,5%, IBEX 35 -1,5%.

U.S. Steel rivede l'utile trimestrale ma affonda sul profit warning (-9%)

U.S. Steel ha comunicato martedì dopo la chiusura di Wall Street risultati relativi al terzo trimestre segnati da profitti netti per 51 milioni di dollari, pari a 32 centesimi per azione, contro il rosso di 173 milioni, e 1,18 dollari, del pari periodo dello scorso esercizio. L'eps rettificato si è attestato a 40 centesimi per azione. Nei tre mesi i ricavi sono calati del 5,1% a 2,69 miliardi di dollari. Il consensus di Thomson Reuters era per 80 centesimi di utile e 2,82 miliardi di giro d'affari.

Lo spettro di Trump affonda l'Asia. A Tokyo il Nikkei 225 perde l'1,76%

L'Asia scivola ai minimi delle ultime sette settimane mentre il dollaro s'indebolisce a causa dell'incertezza sull'esito delle presidenziali Usa che vedono Donald Trump in recupero nei confronti della candidata democratica Hillary Clinton a meno di una settimana dall'elezione. Il tutto mentre in giornata la Federal Reserve è attesa una pronuncia al termine della due giorni di meeting del Federal Open Market Committee (Fomc, la commissione della Fed che si occupa di politiche monetarie) da cui è lecito attendersi poco o niente, proprio a causa delle imminenti elezioni.

Wall Street chiude in ribasso in vista della Fed. Giù Apple e Pfizer

La Borsa di New York ha chiuso la seduta in ribasso. Il Dow Jones ha perso lo 0,58%, l'S&P 500 lo 0,68% e il Nasdaq Composite lo 0,69%.
Fed (decisione sui tassi questa sera), elezioni presidenziali dell'8 novembre (incertissimo l'esito) e Apple hanno condizionato l'andamento dei mercati azionari.
Markit ha reso noto che nel mese di ottobre l'Indice PMI Manifatturiero e' salito a 53,4 punti da 51,5 punti del mese precedente. La rilevazione di ottobre evidenzia un rafforzamento delle condizioni di business, su livelli massimi da un anno.

Brasile: rallenta anche in settembre il declino della produzione industriale

Prosegue per il trentunesimo mese consecutivo il declino della produzione industriale del Brasile anche se, come comunicato dall'Instituto Brasileiro de Geografia e Estatística (Ibge, l'ente nazionale di statistica), la flessione è in ulteriore rallentamento rispetto a quella di agosto che era già stata la più modesta dal giugno dello scorso anno. In settembre, infatti, la produzione industriale è calata del 4,8% su base annua contro il 5,2% di flessione registrato in agosto (6,6% in luglio) e il 5,1% di declino del consensus.

Valeant vola a Toronto (+30%). Tratta cessione di asset in deal da 10 mld $

Valeant Pharmaceuticals ha guadagnato il 30,24% a Toronto martedì (il titolo resta comunque in declino di quasi il 78% da inizio anno) dopo che il gruppo farmaceutico canadese ha dichiarato di stare trattando la cessione del business dei trattamenti per le patologie gastriche acquisito nel marzo 2015 con il takeover da 14,5 miliardi di dollari di Salix Pharmaceuticals. Non è stato reso noto il nome del potenziale acquirente, ma secondo fonti citate da Reuters si tratterebbe di Takeda Pharmaceutical, che aveva già tentato quest'anno di acquisire Salix in cordata con Tpg.

Per Tesla 500 mln $ di cash e 1 mld di ricavi dalla fusione con SolarCity

Tesla Motors martedì ha dichiarato che la sua fusione da 2,6 miliardi di dollari con SolarCiy garantirà oltre 500 milioni di dollari di liquidità al produttore Usa di supercar elettriche nei prossimi tre anni, aumentando di più di 1 miliardo i ricavi nel 2017. Elon Musk, chief executive e fondatore di Tesla, è tra i fondatori anche dell'azienda leader nell'energia solare in California, di cui detiene il 22% del capitale. L'operazione, annunciata in giugno, il prossimo 17 novembre si dovrà confrontare con le assemblee degli azionisti delle due società e le voci critiche sono molte.

Elezioni Usa: Trump avanti a Clinton in un sondaggio di Washington Post/Nbc

A una sola settimana alle elezioni presidenziali americane, Donald Trump risulta in vantaggio di un punto percentuale rispetto a Hillary Clinton: 46% per il candidato repubblicano contro il 45% per quella democratica. Lo rivela un sondaggio realizzato dal Washington Post in collaborazione con Nbc.

Borsa Usa: indici sotto la parità

A New York i principali indici azionari sono in territorio negativo. Il Dow Jones cede lo 0,25%, l'S&P 500 lo 0,2% e il Nasdaq Composite lo 0,3%.
Markit ha reso noto che nel mese di ottobre l'Indice PMI Manifatturiero e' salito a 53,4 punti da 51,5 punti del mese precedente. La rilevazione di ottobre evidenzia un rafforzamento delle condizioni di business, su livelli massimi da un anno.

Pages

Subscribe to RSS - Mercati Americani