Mercati Americani

Boeing sotto la parità a Wall Street (-0,42%)

Vendite anche su Boeing a New York: l'azione cede lo 0,42% del proprio valore al mercato passa di mano a 134,09 dollari. In contemporanea in Europa la rivale Airbus perde lo 0,44% e si riporta a 54,84 euro mentre le maggiori compagnie perdono quota in scia all'allarme utili di easyJet. Il gruppo statunitense ha pubblicato oggi il rapporto sulle consegne del terzo trimestre del 2016.

AIG, Solmssen vicepresidente esecutivo del gruppo

Cede alle vendite diffuse alla Borsa di New York anche il titolo di AIG, che segna un ribasso dello 0,48% a 59,61 dollari. Il colosso statunitense della riassicurazione ha annunciato ieri che Peter Y. Solmssen assumerà l'incarico di vicepresidente esecutivo e "general counsel" (ossia Direttore Affari Legali e Societari) dal prossimo 18 ottobre. Il manager riporterà dunque direttamente al presidente e amministratore delegato di AIG Peter D. Hancock.

Borsa Usa: indici negativi, male Wal-Mart. Crolla Twitter

La Borsa di New York ha aperto la seduta in ribasso. Dow Jones, S&P 500 e Nasdaq Composite perdono poco meno di mezzo punto percentuale.
Le nuove richieste di sussidi di disoccupazione nella settimana terminata il 30 settembre si sono attestate a 249 mila unità, inferiori alle attese (257 mila) e al dato rilevato la settimana precedente (254 mila). Il numero totale di persone che richiede l'indennità di disoccupazione si attesta a 2,058 milioni, inferiore ai 2,090 milioni attesi.

L Brands in controtendenza grazie ai positivi dati sulle vendite

L Brands, società statunitense della distribuzione nel settore dell'abbigliamento, ha chiuso le cinque settimane al primo ottobre 2016 con vendite da 971,4 milioni di dollari, in crescita del 6% rispetto al corrispondente dato di un anno fa. Le vendite comparabili hanno mostrato un incremento del 3 per cento. Si tratta di un dato superiore alle attese e il titolo di L Brands ne approfitta per recuperare in controtendenza lo 0,82% a Wall Street riportandosi a 71,1 dollari.

Monster Worldwide: attesi ricavi in calo nel terzo trimestre

Lo specialista della selezione del personale Monster Worldwide prevede di chiudere il terzo trimestre con ricavi tra 143 e 145 milioni di dollari, in calo rispetto ai 167,1 milioni di un anno prima. Il dato è anche più basso delle attese (consensus 153 milioni).

Pages

Subscribe to RSS - Mercati Americani