Mercati Americani

S&P 500 poco mosso in vista dei record

Variazione marginale per l'S&P 500 che martedì ha chiuso gli scambi a 3801,19 punti con un progresso dello 0,04%. L'indice americano si muove da inizio ottava poco sotto i record di venerdì a quota 3826 senza riuscire ad estendere l'uptrend. Questo comportamento evidenzia incertezza sulla direzione da prendere e potrebbe preludere all'avvio di una pausa corroborante. Discese fino a 3770, ex resistenza rappresentata dai massimi del 4 gennaio, non rappresentano comunque una minaccia per l'uptrend, orientato verso obiettivi a 3900 punti almeno.

Flash Mercati

Future sugli indici azionari europei stabili (rispetto ai prezzi segnati in corrispondenza della chiusura dei sottostanti alle 17:30 della seduta precedente): Euro Stoxx 50 -0,1%, FTSE 100 +0,1%, DAX -0,1%, FTSE MIB -0,1%. Le chiusure dei principali indici nella seduta precedente: EURO STOXX 50 -0,23%, Londra (FTSE 100) -0,65%, Francoforte (DAX) -0,08%, Parigi (CAC 40) -0,20%, Madrid (IBEX 35) -0,14%, Milano (FTSE MIB) -0,33%.

Wall Street chiude in leggero rialzo

La Borsa di New York ha chiuso la seduta in leggero rialzo in vista della pubblicazione (venerdì) dei risultati di JPMorgan Chase, Citigroup e Wells Fargo che daranno il via alla stagione delle trimestrali. Il Dow Jones ha guadagnato lo 0,19%, l'S&P 500 lo 0,04% ed il Nasdaq Composite lo 0,28%.
Tra i titoli in evidenza General Motors +6,22%. Il gruppo automobilistico ha lanciato il nuovo furgone elettrico BrightDrop.

Petrolio: riserve Usa calate di 5,8 milioni di barili (Api)

Secondo le stime riportate martedì dall'American Petroleum Institute (Api), le scorte di greggio in Usa sono calate di 5,8 milioni di barili nella settimana chiusa l'8 gennaio. Le riserve di benzina sono invece salite di 1,9 milioni di barili. I dati dell'Api precedono quelli ufficiali della U.S. Energy Information Administration (Eia), che saranno diffusi in serata. Secondo il consensus di S&P Global Platts, citato da MarketWatch, l'Eia dovrebbe comunicare un ribasso di 3,2 milioni di barili per il greggio.

Borsa Usa: indici poco mossi

La Borsa di New York ha aperto la seduta senza grandi variazioni in vista della pubblicazione (venerdì) dei risultati trimestrali di JPMorgan Chase, Citigroup e Wells Fargo. Il Nasdaq Composite avanza dello 0,1%, piatto il Dow Jones e l'S&P 500.
Tra i titoli in evidenza Zoom Video Communications -0,1%. Il fornitore di servizi di conferenza remota ha annunciato la vendita di azioni per 1,5 miliardi di dollari.

Fed, Bostic: a fine 2021 possibile riduzione del supporto monetario

Il presidente della Federal Reserve Bank di Atlanta Raphael Bostic prevede che la diffusione dei vaccini possa favorire una forte ripresa dell'economia degli Stati Uniti nella seconda metà del 2021, creando le premesse per un ridimensionamento del programma di acquisto di obbligazioni dell'istituto centrale.

CC - www.ftaonline.com

USA: Indagine JOLTS novembre a 6,527 mln da 6,632 mln (atteso 6,420 mln)

Negli USA l'indagine JOLTS (Job Openings and Labor Turnover Survey) segnala che le posizioni lavorative ricercate dai datori di lavoro a novembre si sono attestate a 6,527 milioni, inferiori ai 6,632 milioni di ottobre (rivisto da 6,652 milioni unità) ma superiori ai 6,420 milioni attesi dagli economisti.

CC - www.ftaonline.com

Pages

Subscribe to RSS - Mercati Americani