Comunicati titoli estero

MetLife segna balzo del 31% per le entrate da investimenti

MetLife ha comunicato mercoledì dopo la chiusura di Wall Street risultati relativi al primo trimestre segnati da profitti netti in crescita da 1,25 miliardi, pari a 1,19 dollari per azione, a 1,35 miliardi, e 1,40 dollari. Su base rettificata l'eps si è attestato a 1,48 dollari, contro gli 1,22 dollari del consensus di Refinitiv. Nei tre mesi allo scorso 31 marzo il leader Usa delle assicurazioni vita ha registrato premi e commissioni in progresso del 2% annuo a 11,26 miliardi di dollari, a fronte però di risarcimenti aumentati del 4% a 9,07 miliardi.

Dimissioni per Jaffe, chief executive di Ascena Retail Group

Ascena Retail Group ha comunicato mercoledì le dimissioni con effetto immediato del chief executive David Jaffe, che continuerà però a sedere nel board del gruppo Usa della grande distribuzione d'abbigliamento (che controlla le catene Maurices, Justice, Lane Bryant e Catherines e dal 2015 anche Ann Taylor e Loft). Viene rimpiazzato da Gary Muto, attualmente chief executive di Ascena Brands. Ascena aveva chiuso in declino dello 0,84% mercoledì al Nasdaq.

RR - www.ftaonline.com

Per Avis Budget perdita sotto le attese nel primo trimestre

Avis Budget Group ha sfiorato una perdita del 3% in after market (la seduta di mercoledì al Nasdaq si era già chiusa in ribasso dell'1,55%), dopo che il colosso Usa dell'autonoleggio ha comunicato risultati relativi al primo trimestre segnati da un rosso salito da 87 milioni, pari a 1,08 dollari per azione, a 91 milioni, e 1,20 dollari. Su base rettificata la perdita è passata da 74 a 78 centesimi per azione, a fronte di ricavi in declino del 2% annuo a 1,92 miliardi di dollari.

Volkswagen: giro d'affari in crescita nel primo trimestre

Il gruppo Volkswagen ha chiuso il primo trimestre 2019 con un giro d'affari in crescita a 60,012 miliardi di euro (+3,1% rispetto al primo trimestre 2018). L'utile operativo escluse le poste straordinarie si è attestato a 4,849 miliardi (+15,2% rispetto al primo trimestre 2018). L'utile netto, penalizzato da aggravi per 981 milioni legati a contenziosi legali, è calato a 3,053 miliardi (-7,5%). Al 31 marzo la liquidità netta è pari a 15,991 miliardi di euro. Il titolo alla Borsa di Francoforte guadagna il 4%.

RV - www.ftaonline.com

Crollo al Nasdaq per Qualcomm su guidance sotto al consensus

Qualcomm ha toccato un crollo superiore al 4% in after market (la seduta di mercoledì al Nasdaq si era invece chiusa in rialzo dello 0,28%), dopo avere comunicato risultati relativi al secondo trimestre del suo esercizio migliori rispetto alle attese, deludendo però in termini di guidance. Nei tre mesi la società californiana ha registrato profitti netti più che raddoppiati da 330 milioni, pari a 22 centesimi per azione, a 663 milioni, e 55 centesimi. Su base rettificata l'eps si è attestato a 77 centesimi, a fronte di ricavi in declino da 5,22 a 4,98 miliardi di dollari.

Vendite sopra al consensus per Carlsberg nel primo trimestre

La danese Carlsberg ha comunicato per il primo trimestre 2019 il progresso del 9,3% annuo dei ricavi a 13,89 miliardi di corone (1,86 miliardi di euro), a fronte di volumi di vendita cresciuti del 6,7% a 29,0 milioni di ettolitri di birra. Risultati che si confrontano con i 13,54 miliardi (1,81 miliardi di euro) e 28,3 milioni di ettolitri rispettivamente del consensus di FactSet.

RR - www.ftaonline.com

Primo trimestre sotto il consensus per la tedesca Hugo Boss

Hugo Boss ha comunicato per il primo trimestre 2019 il declino dei profitti netti da 50 a 34 milioni di euro. L'utile operativo è crollato del 22% annuo a 55 milioni, contro i 65 milioni del consensus di Reuters. La performance è stata condizionata in negativo da costi di riorganizzazione, maggiori spese di marketing e dal rafforzamento del dollaro. Nei tre mesi la casa di moda tedesca ha registrato una crescita delle vendite dell'1% al netto dei corsi valutari a quota 664 milioni di euro, anche in questo caso, però, sotto ai 669 milioni attesi dagli analisti.

Balzo dei profitti grazie alle dismissioni per Bnp Paribas

Bnp Paribas ha comunicato per il primo trimestre 2019 il balzo dei profitti netti del 22% annuo a 1,92 miliardi di euro, contro gli 1,99 miliardi del consensus diffuso dalla stessa banca transalpina. La performance è stata condizionata in positivo dalle dismissioni, in particolare dalla cessione del 14,3% del capitale di Sbi Life Insurance (joint venture con State Bank of India). Nei tre mesi i ricavi sono comunque cresciuti del 3,2% annuo a 11,14 miliardi di euro, contro i 10,74 miliardi attesi dagli analisti.

Mastercard batte le attese nel primo trimestre

Mastercard guadagna il 3% al Nyse. Il gruppo delle carte di credito ha chiuso il primo trimestre 2019 con un utile netto in crescita a 1,9 miliardi di dollari da 1,5 miliardi del primo trimestre 2018. Escluse le poste straordinarie l'Eps si è attestato a 1,78 dollari contro gli 1,66 dollari del consensus. Meglio del previsto anche il giro d'affari, cresciuto dell'8,6% a 3,89 miliardi (consensus 3,86 miliardi).

RV - www.ftaonline.com

McDonald's: vendite sopra attese nel primo trimestre

McDonald's guadagna lo 0,6% al Nyse. La catena di fast-food ha chiuso il primo trimestre con un giro d'affari in calo del 3,5% a 4,96 miliardi di dollari ma superiore alle attese degli analisti (consensus 4,93 miliardi). Meglio del previsto anche le vendite nei negozi aperti da almeno un anno negli Stati Uniti (+4,5% contro il +3% del consensus). Deludente invece l'utile per azione a 1,72 dollari contro gli 1,75 dollari del consensus.

RV - www.ftaonline.com

Pages

Subscribe to RSS - Comunicati titoli estero