Piazza Affari positiva, rumor su possibili progressi trattative USA-Cina. FTSE MIB +0,66%

09/10/2019 14:57:20

Piazza Affari positiva, rumor su possibili progressi trattative USA-Cina. FTSE MIB +0,66%.


Il FTSE MIB segna +0,66%, il FTSE Italia All-Share +0,61%, il FTSE Italia Mid Cap +0,20%, il FTSE Italia STAR +0,30%.

BTP e spread in leggero calo.
Il rendimento del decennale segna 0,97% (chiusura precedente a 0,95%), lo spread sul Bund segna 154 bp (da 155) (dati MTS).

Mercati azionari europei positivi: Euro Stoxx 50 +0,9%, FTSE 100 +0,6%, DAX +1,2%, CAC 40 +0,8%, IBEX 35 +0,5%.

Pochi minuti prima dell'apertura di Wall Street i future sui principali indici USA sono in progresso: S&P 500 +0,8%, Nasdaq 100 +0,8%, Dow Jones Industrial +0,7%.

Industriali in recupero grazie alle ultime indiscrezioni relative alle trattative USA-Cina sul commercio. A Milano Prysmian +2,9%, Buzzi Unicem +2,2%, Pirelli +2,2%, STM +1,5%. Bloomberg riferisce che Pechino potrebbe accettare un accordo parziale a patto che gli USA non impongano ulteriori dazi: in cambio, offrirebbe acquisti di prodotti agricoli americani (settore particolarmente danneggiato dalla guerra commerciale). Ieri i titoli del comparto (e le borse in generale) erano state penalizzate dalla decisione del Dipartimento del Commercio USA di inserire 28 soggetti cinesi (8 società e 20 pubbliche amministrazioni) nella lista nera (nota come "Entity List") in quanto implicati in casi di violazione di diritti umani nella campagna di repressione cinese contro membri di gruppi musulmani. Il clima dei negoziati USA-Cina aveva quindi subito un peggioramento e il presidente Trump aveva affermato di ritenere improbabili progressi nell'incontro in programma a fine settimana.

Effetti positivi anche sul settore lusso: Moncler +1,8%, Ferragamo +1,1%. I titoli del comparto ieri erano andati sotto pressione a causa della situazione a Hong Kong (importante polo del lusso), che resta tesa: due giorni fa il capo dell'esecutivo locale, Carrie Lam, non ha escluso l'intervento diretto della Cina se fosse necessario per ripristinare l'ordine.

Telecom Italia, +2,7% a 0,5201 euro, in verde su indiscrezioni secondo cui il gruppo telefonico sta pensando di scorporare e quotare le attività data center (ipotesi già emersa poche settimane fa). Per Equita l'operazione sarebbe positiva: raccomandazione buy e target a 0,62 euro confermati. Ieri il presidente di Cdp, Massimo Tononi, si è chiamato fuori dalla corsa per la successione di Fulvio Conti alla presidenza di Telecom. Tononi è l'attuale presidente di Cdp, terzo azionista del gruppo telefonico con il 5% e co-controllante di Open Fiber.

Sale Atlantia +2,0%. Il nuovo ministro dello Sviluppo economico Stefano Patuanelli, dopo un incontro con la struttura commissariale di Alitalia, ha affermato: "È stata esaminata la situazione complessiva della compagnia, convenendo sul fatto che ci sono le condizioni affinché entro il 15 di ottobre possa giungere una proposta vincolante da parte del consorzio acquirente". Il Sole 24 Ore scrive che il termine potrebbe essere prorogato di 2-3 settimane a patto che entro il 15 venga formato il consorzio composto da FS, Atlantia e Delta. Il quotidiano aggiunge che le trattative con Atlantia potrebbero condurre a una revisione e non una revoca delle concessioni autostradali. Il Corriere della Sera cita l'ipotesi di scorporo della A26 dalle tratte in concessione ad AspI e quella di ingresso di F2i o Cdp nel capitale di Atlantia.

In verde Leonardo +0,9%: stamattina ha annunciato la firma di contratto del valore di oltre 150 milioni di euro per la fornitura di tre ATR 72MP e dei relativi servizi di supporto tecnicologistico alla Guardia di Finanza.

Salini Impregilo +1,0% positiva, ma sotto i massimi visti in avvio, dopo l'annuncio dell'aggiudicazione di un contratto da 255 milioni di dollari (224,3 milioni di euro) per la costruzione di un tunnel di stoccaggio idrico nel Lake Washington Ship Canal da parte della controllata americana Lane. Inoltre, secondo quanto riferito da MF, i gruppi Pizzarotti e Rizzani de Eccher sono interessati a confluire nel Progetto Italia.

Buona performance per Anima Holding +2,2% a 3,4580 euro. Banca Akros conferma la raccomandazione buy sul titolo con target a 4,30 euro. I dati sulla raccolta netta a settembre (233 milioni di euro) si sono rivelati superiori a quanto previsto dagli analisti del broker milanese.

d'Amico International Shipping (asta di volatilità, teorico +12,77% a 0,1164 euro) in forte progresso grazie al report di Kepler Cheuvreux: raccomandazione buy confermata e target a 0,15 euro. Secondo gli analisti il titolo è ingiustificatamente sottoquotato rispetto alla media del settore.

Mondo TV +6,5% accelera al rialzo: la società ha avviato con la tedesca Toon2Tango di Ulli Stoef (ex CEO di 100 Media AG e m4e) la fase di sviluppo del primo progetto congiunto nell'ambito dell'accordo di cooperazione strategica annunciato lo scorso 20 giugno. Si tratta di Agent 203, ed è tratto da un'idea originale di VHouse e Damjan Mitrevski. La fase di sviluppo dovrebbe concludersi nel primo trimestre del 2020. Il progetto si annuncia di altissima qualità.

Gli appuntamenti macroeconomici in programma oggi: negli USA alle 16:00 scorte all'ingrosso finali e indice JOLTS (posizioni lavorative aperte), alle 16:30 scorte petrolio settimanali (EIA), alle 18:00 intervento Powell (Fed), alle 20:00 verbali FOMC (Fed).

Simone Ferradini - www.ftaonline.com