Piazza Affari in parità. Bene FCA, deboli i bancari. FTSE MIB +0,01%

08/04/2019 15:01:03

Piazza Affari in parità. Bene FCA, deboli i bancari. FTSE MIB +0,01%.


Il FTSE MIB segna +0,01%, il FTSE Italia All-Share +0,03%, il FTSE Italia Mid Cap +0,16%, il FTSE Italia STAR +0,01%.

BTP stabili.
Il decennale rende il 2,64% (invariato rispetto alla chiusura precedente), lo spread sul Bund segna 263 bp (invariato) (dati MTS).

Mercati azionari europei deboli: Euro Stoxx 50 -0,1%, FTSE 100 invariato, DAX -0,3%, CAC 40 invariato, IBEX 35 -0,6%.

Pochi minuti prima dell'apertura di Wall Street i future sui principali indici USA sono in calo: S&P 500 -0,2%, Nasdaq 100 -0,2%, Dow Jones Industrial -0,4%.

Tonica FCA, +2,2% a 14,03 euro, in scia alle indiscrezioni del Financial Times secondo cui il Lingotto eviterà le sanzioni UE sulle emissioni nel 2020 grazie ad un accordo con Tesla Il gruppo guidato da Michael Manley verserà al produttore americano di auto elettriche centinaia di milioni di euro per poter conteggiare i veicoli a zero emissioni di Tesla nella propria flotta rispettando così il limite di 95 grammi per chilometro di Co2. Fidentiis conferma la raccomandazione buy e il target a 20-22 euro.

Deboli i bancari con l'indice FTSE Italia Banche a -0,5%. Negative UniCredit -1,2%, Mediobanca -1,2% e Banco BPM -1,0%: nel fine settimana l'a.d. Giuseppe Castagna, riferendosi alle indiscrezioni su un interessamento per Banca MPS -0,3%, ha affermato che BPM guarda "più a banche che sono vicine ai nostri territori di elezione". Il manager considera comunque improbabili operazioni di fusione nel 2019 a causa delle incertezze a livello politico ed economico e del rinnovo del vertice della BCE.

Nuovi massimi storici per Poste Italiane, +1,4% a 8,90 euro. Deutsche Bank ha avviato la copertura sul titolo con raccomandazione buy e target price a 10 euro.

Debole Telecom Italia -0,9%. L'agenzia Fitch ha tagliato il rating del gruppo telefonico a BB+ da BBB- con outlook migliorato a stabile da negativo.

Juventus Football Club +0,6% tocca i massimi da settembre, candidandosi alla riattivazione del movimento rialzista partito a fine ottobre con obiettivo sul record storico di fine settembre a 1,8130. Nel fine settimana i bianconeri hanno incrementato a 20 punti il vantaggio sul Napoli, secondo nella classifica di Serie A. Dato che mancano 7 giornate al termine, alla Juventus basta 1 punto (un pareggio) per vincere matematicamente l'ottavo scudetto consecutivo e quindi concentrarsi sul vero obiettivo stagionale, la Champions League.

Petroliferi in flessione nonostante il greggio si confermi sui massimi da novembre dopo il balzo messo a segno venerdì pomeriggio. Il future giugno sul Brent segna 70,55 $/barile, il future maggio sul WTI segna 63,25 $/barile. Eni -0,5%, Saipem -0,2%, Tenaris -0,1%.

Molto bene De' Longhi +6,3%. Il Sole 24 Ore riferisce che il gruppo di Treviso sarebbe rimasto l'unico soggetto interessato all'acquisto del gruppo Evoca, proprietario del marchio di macchine da caffè professionali Gaggia. La società che possiede anche il brand Saeco potrebbe essere valutata oltre un miliardo di euro.

ePRICE +7,6% balza in avanti grazie all'annuncio dell'accordo "per la fornitura e il supporto all'offerta di Grandi Elettrodomestici nei 50 Ipermercati Carrefour Italia dislocati in 11 regioni Italiane".

Gli appuntamenti macroeconomici in agenda oggi: negli USA alle 16:00 ordinativi industriali e ordinativi beni durevoli finali.

Simone Ferradini - www.ftaonline.com