Deutsche Börse si attende per metà dicembre le obiezioni di Bruxelles alla fusione con l'Lse

23/11/2016 07:40:17

Carsten Kengeter, chief executive di Deutsche Börse, ha detto martedì a Reuters che prevede di sentire le obiezioni sollevate dalla Commissione europea alla fusione da 27 miliardi di euro con London Stock Exchange Group (Lse, la società-mercato britannica che controlla anche Borsa Italiana) nella seconda settimana di dicembre. "Arriveranno nella seconda settimana di dicembre con la comunicazione delle cosiddette obiezioni. Quello sarà il prossimo punto di svolta", ha sottolineato parlando a margine di una conferenza a Berlino. Bruxelles aveva avviato un'indagine approfondita sull'operazione, citando preoccupazioni preliminari, ed è attesa a una pronuncia definitiva il prossimo 13 febbraio. Data che potrebbe slittare in seguito alla presentazione di eventuali concessioni da parte di Lse e Börse. Kengeter dovrebbe assumere l'incarico di chief executive anche nel gruppo post-fusione. Deutsche Börse aveva chiuso in progresso dello 0,69% la seduta di martedì a Francoforte contro il guadagno dello 0,27% del Dax. Il titolo Lse aveva invece guadagnato lo 0,60% a Londra, in linea con l'apprezzamento dello 0,62% del Ftse 100.