Borse europee negative

02/05/2019 09:31:18

Le principali Borse europee hanno aperto la prima seduta del mese di maggio in ribasso in scia alla chiusura debole ieri a Wall Street. L'indice Stoxx 600 cede lo 0,3%, il Dax30 di Francoforte lo 0,4%, il Cac40 di Parigi l o 0,4%, il Ftse100 di Londra lo 0,5% e l'Ibex35 di Madrid lo 0,5%.
Ieri la Fed ha confermato il costo del denaro in un range del 2,25% -2,50% per il terzo meeting consecutivo. Anche se la decisione era prevista, parte degli investitori ipotizzava un possibile taglio, soprattutto dopo l'ennesima richiesta di Donald Trump di ridurre i tassi e di riavviare un programma di quantitative easing. Il chairman della Fed Jerome Powell, però, ha detto di non vedere la necessità di intervenire, né al rialzo né al ribasso, in questa fase.
Tra i titoli in evidenza Bnp Paribas +1%. Il gruppo bancario francese ha comunicato per il primo trimestre 2019 il balzo dei profitti netti del 22% annuo a 1,92 miliardi di euro. La performance è stata condizionata in positivo dalle dismissioni, in particolare dalla cessione del 14,3% del capitale di Sbi Life Insurance (joint venture con State Bank of India). Nei tre mesi i ricavi sono comunque cresciuti del 3,2% annuo a 11,14 miliardi di euro, contro i 10,74 miliardi attesi dagli analisti.
Royal Dutch Shell +1%. Il colosso petrolifero ha registrato nel primo trimestre un utile adjusted superiore alle attese a 5,43 miliardi di dollari contro i 4,54 miliardi del consensus.
Hugo Boss -2%. La casa di moda ha comunicato per il primo trimestre 2019 il declino dei profitti netti da 50 a 34 milioni di euro. L'utile operativo è crollato del 22% annuo a 55 milioni, contro i 65 milioni del consensus di Reuters. La performance è stata condizionata in negativo da costi di riorganizzazione, maggiori spese di marketing e dal rafforzamento del dollaro.
Lloyds Banking Group -2%. Il gruppo bancario britannico ha annunciato profitti trimestrali inferiori alle attese a 1,2 miliardi di sterline contro gli 1,36 miliardi del consensus.
ING -1,5%. La banca olandese ha chiuso il primo trimestre con un utile netto adjusted in diminuzione del 6,1% a 1,12 miliardi di euro. Il dato è inferiore alle attese degli analisti (1,15 miliardi).
Carlsberg -0,5%. Il produttore di birra danese ha comunicato per il primo trimestre 2019 il progresso del 9,3% annuo dei ricavi a 13,89 miliardi di corone (1,86 miliardi di euro), a fronte di volumi di vendita cresciuti del 6,7% a 29,0 milioni di ettolitri di birra. Risultati che si confrontano con i 13,54 miliardi (1,81 miliardi di euro) e 28,3 milioni di ettolitri rispettivamente del consensus di FactSet.
Sul fronte macroeconomico in Germania le vendite al dettaglio nel mese di marzo sono calate dello 0,2% rispetto a febbraio e del 2,1% su base annua. Gli analisti avevano previsto un calo dello 0,5% m/m.

RV - www.ftaonline.com