Borsa Usa: indici negativi

14/06/2019 15:47:45

La Borsa di New York ha aperto l'ultima seduta della settimana in ribasso. Il Dow Jones cede lo 0,4%, l'S&P 500 lo 0,3% e il Nasdaq Composite lo 0,5%. Listini penalizzati dall'andamento negativo del comparto dei semiconduttori.
Tra i titoli in evidenza Broadcom -8%. Il produttore di semiconduttori per le telecomunicazioni ha comunicato risultati relativi al secondo trimestre del suo esercizio segnati da ricavi inferiori alle attese e, soprattutto, peggiorato la guidance sull'intero esercizio, principalmente a causa degli effetti della guerra commerciale lanciata da Donald Trump contro la Cina. Nei tre mesi allo scorso 5 maggio, Broadcom ha registrato profitti netti crollati da 3,72 miliardi, pari a 8,33 dollari per azione, a 691 milioni, e 1,64 dollari. La performance del secondo trimestre dello scorso esercizio comprendeva benefici fiscali per 2,64 miliardi e, su base rettificata, l'eps si è attestato a 5,21 dollari, a fronte di ricavi in crescita da 5,01 a 5,52 miliardi. Il consensus di FactSet era invece per 5,19 dollari e 5,68 miliardi rispettivamente. Broadcom ha peggiorato l'outlook sull'intero anno fiscale 2019, tagliando da 24,50 a 22,50 miliardi la stima di ricavi, contro i 24,31 miliardi del consensus di Refinitiv.
Ashland Global Holdings -1%. Jp Morgan ha tagliato il rating sul titolo del gruppo chimico a neutral da overweight.
Abercrombie & Fitch +2%. Il gruppo di abbigliamento ha approvato un nuovo programma di acquisto di azioni proprie per 7,6 milioni di azioni (oltre il 10% del capitale).
Blue Apron Holdings -10%. L'azienda specializzata nelle consegne a domicilio di kit per cucinare ha annunciato che il board ha approvato un reverse stock split per le azioni Classe A e Classe B con un rapporto compreso tra 1-5 e 1-15. Il titolo Blue Apron inizierà a scambiare su base rettificata dopo l'accorpamento il prossimo lunedì 17 maggio.
Sul fronte macroeconomico il Dipartimento del Commercio ha reso noto che le vendite al dettaglio hanno evidenziato nel mese di maggio un incremento dello 0,5% m/m, in miglioramento rispetto alla lettura precedente pari a +0,3% (rivisto da -0,2%) ma risultando inferiore alle attese fissate su una variazione positiva dello 0,7%. L'indice escluso il comparto auto è cresciuto dello 0,5% pari alla rilevazione precedente alle attese.
La Federal Reserve ha reso noto che nel mese di maggio la Produzione Industriale ha evidenziato una crescita dello 0,4% rispetto al mese precedente. Il dato ha battuto le aspettative (+0,2%) risultando in crescita dalla rilevazione precedente (-0,4%, rivisto al rialzo da -0,5%). Il tasso di utilizzo della capacita' produttiva si e' attestato al 78,1%, superiore alla rilevazione precedente e alle attese, fissate rispettivamente al 77,9% e al 78%.

RV - www.ftaonline.com