Borsa italiana in parità: Ftse Mib -0,05%. Bancari incerti, bene risparmio gestito e automotive

04/10/2016 - 09:55:50

Borsa italiana in parità: Ftse Mib -0,05%. Bancari incerti, bene risparmio gestito e automotive.


Il Ftse Mib segna -0,05%, il Ftse Italia All-Share +0,04%, il Ftse Italia Mid Cap +0,68%, il Ftse Italia Star +0,59%.

Mercati azionari europei in verde.
CAC 40 +0,2%, FTSE 100 +0,8%, IBEX 35 +0,1%. Problemi tecnici per l'indice DAX.

Future sugli indici azionari americani in parità. Le chiusure della seduta precedente a Wall Street: S&P 500 +0,80%, Nasdaq Composite +0,81%, Dow Jones Industrial +0,91%.

Tokyo in rialzo con il Nikkei 225 che chiude a +0,90%. Borse cinesi positive: al momento l'indice Hang Seng di Hong Kong segna +1,1% circa. Nulla da segnalare per quanto riguarda l'indice CSI 300 di Shanghai e Shenzhen, dato che le due borse resteranno chiuse per festività per tutta la settimana.

Euro stabile contro dollaro dopo il rally di venerdì pomeriggio. EUR/USD al momento viene scambiato a 1,1230 circa.

Obbligazionario eurozona in lieve calo. Il rendimento del Bund decennale sale di 1 bp a -0,11%, quello del BTP sale di 2 bp all'1,21% (-2 bp per il Bono a 0,87%). Lo spread sale di 1 bp a 132.

Denaro sul settore risparmio gestito con Azimut Holding (+3,3%), Anima Holding (+2,5%), Banca Mediolanum (+1,7%), Banca Generali (+1,3%). Il cda di Azimut ha completato il processo di riorganizzazione volto a rafforzare ulteriormente l'integrazione tra gestione e distribuzione.

Positiva FCA (+1,7%) in attesa dei dati sulle immatricolazioni a settembre in Italia (oggi pomeriggio dopo la chiusura del mercato). Massimo Nordio, presidente UNRAE (Unione Nazionale Rappresentanti Autoveicoli Esteri), ha anticipato al Messaggero che il mercato tricolore potrebbe chiudere il 2016 con una crescita del 18% a oltre 1,8 milioni di immatricolazioni. Bene nel settore automotive anche CNH Industrial (+0,8%), Piaggio&C (+1,7%) e Brembo (+1,5%).

Avvio incerto per i bancari: indice FTSE Italia Banche +0,1%, EURO STOXX Banks -0,3%. UBI Banca (+0,2%) inverte la rotta e passa in territorio positivo su indiscrezioni in base alle quali i negoziati con la BCE per ottenere l'ok all'acquisizione delle good bank di Banca Marche, Banca Etruria e CariChieti sono più difficile del previsto. La BCE avrebbe rigettato il piano proposto da UBI in quanto prevede un aumento da 400 milioni di euro contro i 600 chiesti dall'Eurotower. Sempre secondo indiscrezioni di stampa il fondo di garanzia sui depositi potrebbe intervenire a supporto. Si parla anche di un cda di UBI convocato per domani. Reuters riporta fonti secondo cui il ministro dell'Economia ha convocato un vertice d'urgenza oggi al MEF con Banca d'Italia e esponenti delle maggiori banche per cercare una soluzione per la vendita delle quatrtro good bank. Positive BP Milano (+1,4%) e Banco Popolare (+1,3%).

In rosso A2A (-1,2%): Kepler Cheuvreux ha peggiorato la raccomandazione da buy a hold.

Debole Telecom Italia (-1,1% a 0,7310 euro) su cui Berenberg abbassa il target da 1,06 a 0,78 euro, confermata la raccomandazione hold.

Per quanto riguarda gli appuntamenti macroeconomici in agenda oggi segnaliamo alle 09:55 indice Markit PMI manifatturiero Germania, alle 10:00 Deficit/PIL trim2 Italia e indice Markit PMI manifatturiero eurozona, alle 10:30 indice Markit PMI manifatturiero Regno Unito e verbali BoE.
Negli USA alle 15:45 indice Markit PMI manifatturiero, alle 16:00 spesa in costruzioni e indice ISM manifatturiero, alle 19:30 vendite di autoveicoli.