Bond News: Euromacro

22/07/2019 15:35:00

Poche le cifre macroeconomiche pubblicate in giornata.

L' economia del Regno Unito potrebbe essere già entrata in recessione e le prospettive di medio lungo termine (dopo ottobre) sono molto torbide con la possibilità di una grave recessione in caso di una Brexit disordinata senza accordo. A rivelarlo è l'Istituto nazionale di ricerca economica e sociale, NIESR.Il think tank ha infatti dichiarato che le possibilità che l'economia sia già entrata in recessione tecnica siano una su quattro.Se si riuscisse a evitare una Brexit senza accordo, l'economia dovrebbe crescere dell'1,2% quest'anno, comunque in calo rispetto all'1,4% atteso precedentemente.Anche le prospettive per il 2020 sono state riviste all'1,1 percento dall'1,6 percento precedente: l'incertezza sulla Brexit continua a pesare sugli investimenti e la crescita della produttività rimane debole.NIESR stima che l'inflazione si mantenga al tasso del 2% nel corso del 2019, per poi salire leggermente al 2,1% nel 2020.Nel caso di una Brexit ordinata senza accordo, l'economia dovrebbe ristagnare prima di ricominciare a crescere nel 2021.Considerate la lenta crescita di fondo nel Regno Unito e la fragilità dell'economia globale, il NIESR fissa al 30 percento la possibilità di contrazione dell'economia il già a partire dal prossimo anno.

Aste in Francia:
- In Francia l'Agenzia del Tesoro AFT ha collocato 4,988 miliardi di euro in bond (BTF) a breve termine. Nel dettaglio sono stati assegnati 2,496 mld di euro in BTF a 3 mesi con rendimento negativo al -0,545%, dal -0,563% dell'asta del 15 luglio. Sono poi stati assegnati 1,296 miliardi di euro in BTF a 6 mesi con rendimento allo -0,596% dal -0,601% dell'asta precedente. Inoltre sono stati assegnati 1,196 miliardi di euro in BTF a 12 mesi con rendimento al -0,655% dal -0,621% dell'asta precedente.

Diminuiscono i depositi overnight presso la Bce. L'ultima rilevazione giornaliera indica che i depositi di breve delle banche europee presso la Banca centrale europea ammontano a 551,674 miliardi di euro, dai 566,299 miliardi della lettura precedente. Ancora a zero i prestiti marginali.

Spread BTP/Bund a 197 punti base nel pomeriggio, sui minimi dal 2018. Il rendimento dei titoli di Stato italiani a 10 anni si attesta al 1,63%.

Positivi i i titoli di Stato tedeschi. Il Bund future di settembre sale a 173,74 punti (+0,20%) ed il Bobl future si attesta a 134,79 punti (+0,07%).

CC - www.ftaonline.com