Telecom Italia accelera al rialzo

Telecom Italia accelera al rialzo e tocca i massimi dal 22 maggio nonostante la stabilità del settore (EURO STOXX Telecommunications in sostanziale parita'). Lunedi' l'AGCOM ha concluso l'analisi sul mercato di accesso alla rete fissa. Secondo le indiscrezioni i prezzi wholesale per l'accesso alla rete in fibra sono stati leggermente ridotti (nel 2018-2020) ma con valore "di atterraggio" al 2021 invariato: questo potrebbe comportare un calo dei ricavi per Telecom, ma leggero. Si parla anche di un allentamento dei vincoli regolatori in alcune aree contendibili (tra cui Milano) e di incentivi al decommissioning (smantellamento) delle centrali in rame: quest'ultimo punto potrebbe significare notevoli risparmi sui costi per Telecom. Le quotazioni sono salite fino a 0,4564 euro dalla chiusura di lunedi' a 0,4383 euro. Nelle ultime sedute, dal 28 maggio, il titolo ha disegnato una figura a doppio minimo, dalle implicazioni rialziste, con base in area 0,433 euro allineata con i minimi del 23 gennaio. Il doppio minimo e' stato completato con il superamento a 0,4523 del top del 30 maggio. Una rottura decisa anche di area 0,4550 permetterebbe il superamento della trend line ribassista che parte dal top di fine marzo e della media mobile esponenziale a 20 giorni confermando l'intonazione positiva del momento. Target in quel caso a 0,4784, top del 21 maggio, poi a 0,5020 circa, 50% di ritracciamento del ribasso dai massimi di marzo. In caso di mancata rottura di 0,4550 le quotazioni potrebbero dirigere nuovamente verso il forte supporto di area 0,4330, la cui violazione comporterebbe la ripresa del trend ribassista con obiettivi verso i 0,40 euro circa.