Stm respinta da una forte resistenza

Stm respinta da una forte resistenza. Si riaccende la guerra commerciale USA-Cina e come di consueto i titoli del settore industriale (i più internazionalizzati) vengono presi di mira dai venditori. A Milano STM arriva a perdere piu' del 3% scendendo a 15,68 euro per poi rimbalzare in area 16 euro (close giovedi' a 16,34 euro). La flessione si e' originata dai massimi del 21 agosto a 16,625 euro, quando il titolo si e' scontrato con il 61,8% di ritracciamento del ribasso dal top di fine luglio, una resistenza ricavata dalla successione di Fibonacci che ha impedito il proseguimento del rimbalzo iniziato il 7 agosto da quota 14,97 euro. Senza la rottura di 16,625 questa fase di rimbalzo rischia di dimostrarsi solo una pausa temporanea della precedente tendenza ribassista, che potrebbe quindi riprendere per andare a toccare nuovi minimi inferiori anche a quelli di inizio agosto. Conferme in questo senso con una chiusura di seduta sotto 15,83, base del gap del 19 agosto. Sotto area 15 euro target a 14,55, limite inferiore del gap rialzista del 19 giugno. Solo oltre i 16,625 euro possibile un ritorno sui massimi del 24 luglio a 17,625 euro.