Netto calo per Autogrill giovedì in scia alla situazione in Cina

Netto calo per Autogrill giovedì in scia alla situazione in Cina. La città di Wuhan, origine del nuovo coronavirus, è stata sostanzialmente isolata, interrompendo i collegamenti da, per e all'interno della metropoli da 11 milioni di abitanti. Il gruppo della ristorazione in viaggio è presente nei principali aeroporti del mondo e il rischio di diffusione del virus potrebbe determinare un calo del traffico passeggeri. Il titolo ha toccato un minimo intraday a 9,14 euro per poi reagire in area 9,20, comunque in forte calo dalla chiusura di mercoledì a 9,515 euro. A 8,975 euro si colloca il minimo del 6 gennaio, base del potenziale doppio massimo disegnato in area 9,90 euro dal 27 novembre. Il completamento della figura ribassista potrebbe comportare il test in area 8,40 della base della fase laterale che il titolo sta seguendo dai massimi di luglio. Solo al di sotto anche di questo supporto il trend rialzista in atto dai minimi di fine 2018 risulterebbe negato. La tenuta di 8,975 e la rottura di 9,35 favorirebbero invece un rimbalzo verso la forte resistenza di 9,90/10 euro. Oltre quei livelli indicazioni durature di forza per i 10,80 euro almeno.