Intesa Sanpaolo in difficoltà giovedì

Intesa Sanpaolo in difficoltà giovedì. Lo spettro di un possibile nuovo lockdown peggiora le prospettive per l'economia italiana, con conseguenti effetti negativi facilmente prevedibili per quanto riguarda la qualità del credito delle banche. Il titolo è sceso fino a quota 1,536 per poi tornare marginalmente al di sopra di 1,54 dopo aver terminato la seduta di mercoledì a 1,6174 euro. A 1,5518 euro si colloca un livello chiave, il minimo del 15 giugno già messo alla prova anche il 2 ottobre. Per il momento la violazione di questo supporto è solo marginale, quindi il segnale ribassista non è netto, ma se i prezzi dovessero confermarsi al di sotto di area 1,55 anche nelle prossime sedute diverrebbe probabile la ripresa del trend ribassista attivo dal picco di luglio che i prezzi avevano cercato di interrompere con il rimbalzo disegnato dal minimo di inizio ottobre. Verso il basso primo supporto a 1,4650, base del gap rialzista del 26 maggio, poi a 1,3420, minimo del 14 maggio. Solo recuperi oltre 1,60 fornirebbero un primo segnale di ripresa, resistenza successiva a 1,69 euro, top del 9 ottobre.