Ftse Mib, il rialzo si arena prima di superare resistenze rilevanti

Ftse Mib, il rialzo si arena prima di superare resistenze rilevanti. Il rialzo del Ftse Mib partito dai minimi del 14 agosto a 19936 punti si e' spinto il 22 agosto fino a toccare in area 21045 la media mobile esponenziale a 50 giorni e il lato alto del gap ribassista del 5 agosto, una coppia di resistenze che ha respinto in modo deciso le forze dei rialzisti. La candela giornaliera del 22 agosto e' uno "shooting star", elemento che conferma con la sua presenza la validita' delle resistenze incontrate e che rischia di trasformarsi in un massimo di periodo.

La giornata di venerdi' non e' servita a migliorare la situazione: i mercati erano in attesa del discorso di Jerome Powell a Jackson Hole ed invece si sono dovuti confrontare con la notizia che la Commissione doganale del Consiglio di Stato cinese ha annunciato nuovi dazi su merci statunitensi per 75 miliardi di dollari.

La reazione e' stata negativa, mitigata solo in parte dall'intervento del capo della Fed, successivo alla notizia dei dazi cinesi, che ha dichiarato che la banca centrale Usa e' pronta ad intervenire in modo adeguato per mantenere l'economia sul sentiero dell'espansione. Powell ha pero' detto anche che la situazione per l'economia statunitense resta positiva, aiutata da occupazione e salari che favoriscono un livello elevato di consumi interni, in altre parole ha frenato gli entusiasmi di chi spera in un taglio maggiore dei 25 punti base gia' a settembre o in piu' di un intervento nella parte finale del 2019.

Difficile con questo scenario internazionale, e con la crisi di governo interna in atto, che il Ftse Mib trovi la forza per superare i 21045/50 punti. Piu' probabile una discesa almeno fino a ricoprire il gap del 19 agosto con base a 20348 punti. In caso di violazione anche di quel supporto atteso il test a 19850 circa della linea del 61,8% del ventaglio di Fibonacci disegnato dai minimi di fine dicembre, un supporto rilevante anche in ottica di medio periodo, sotto al quale sarebbe probabile il test dei minimi di fine maggio a 19535 punti.

Oltre 20900 possibile nuovo test di area 21050/150, solo al di sopra di questi livelli i dubbi sulla natura del rimbalzo visto nelle ultime sedute verrebbero cancellati e si potrebbe sperare di essere in presenza di un vero e proprio tentativo di invertire la tendenza ribassista in atto da fine luglio.