Titoli Caldi della seduta in corso

Anima Holding guarda ad Arca e Mediobanca

Anima Holding +2,4% guadagna terreno dopo l'intervista rilasciata al Sole 24 Ore dall'a.d. Marco Carreri. Il gruppo dell'asset management punta alla crescita per vie esterne e resta interessato a discutere con Arca, ma un'alleanza con Mediobanca "non sarebbe una follia". Anima guarda anche all'estero e in particolare a partner con dimensioni simile alle sue.

Simone Ferradini - www.ftaonline.com

GIMA TT estende il rimbalzo dal minimo storico

GIMA TT +4,6% a 6,59 euro estende il rimbalzo dal minimo storico a 5,5680 euro toccato una settimana fa dopo la pubblicazione dei dati 2018. I ricavi sono saliti del 20,5% a 182,9 milioni di euro, l'EBITDA del 18,4% a 73 milioni, l'utile netto del 17,5% a 51,8 milioni. Molto deludenti le stime per il 2019: ricavi a 110 milioni (consensus 156) ed EBITDA a 40 milioni circa.

SF - www.ftaonline.com

SeSa completa T&S ribassista

SeSa, -2,1% a 28,15 euro, accelera al ribasso dopo aver completato il testa e spalle ribassista formatosi a partire dall'8 marzo. Il titolo rischia ora approfondimenti verso i supporti statici posti poco sopra quota 27. Si tratterebbe di una correzione fisiologica dopo il rally originato dal doppio minimo formatosi tra novembre e dicembre e completato a metà gennaio. Nuovi segnali di forza oltre il recente massimo a 29,55, prologo a un attacco al picco di settembre a 30,30, ultimo ostacolo di rilievo prima del ritorno sul massimo storico a 31,60 euro toccato la scorsa estate.

Gamenet sui massimi da inizio ottobre

Gamenet +2,5% a 9,16 euro estende il rally e tocca i massimi da inizio ottobre. Il titolo è scattato in avanti circa due settimane fa in scia ai risultati 2018. I ricavi consolidati si sono attestati a 646,1 milioni di euro, in crescita del 4,3% rispetto al 2017 (+0,2% su base pro forma). L'EBITDA Gamenet standalone si attesta a 90,8 milioni, rispetto alla guidance di EBITDA 2018 di euro 83-88 milioni e in crescita del 10,6% rispetto a euro 82,1 milioni del 2017.

Terna: nuovo record, Equita incrementa target

Terna +0,8% a 5,5860 euro. Equita conferma la raccomandazione hold sul titolo ma incrementa il target da 5,50 a 5,60 euro. Il titolo ha toccato oggi il nuovo massimo storico a 5,6140 euro. Mercoledì scorso il gruppo ha comunicato i dati 2018 e presentato il piano 2019-2023. L'esercizio 2018 è andato in archivio con ricavi a 2.197 milioni di euro (+1,6%), EBITDA a 1.650,6 milioni (+2,9%), utile netto a 706,6 milioni di euro (+2,7%). Il piano prevede ricavi a circa 2,7 miliardi di euro ed EBITDA a circa 2 miliardi nel 2023 (+4% medio annuo per entrambi gli indicatori).

Bancari deboli, UniCredit in controtendenza

Bancari in leggero calo. L'indice FTSE Italia Banche segna -0,3%. Deboli Mediobanca -1,0%, FinecoBank -1,3%, Banco BPM -0,8%. Positiva UniCredit +0,4% grazie alle indicazioni del Sole 24 Ore e del Corriere della Sera nel fine settimana. Il quotidiano economico finanziario conferma le indicazioni per l'esercizio 2019 fornite dal management in occasione della presentazione dei dati 2018: ricavi a 19,8 miliardi di euro (19,7 nel 2018) e profitti a 4,7 miliardi, con CET1 tra il 12 e il 12,5 per cento.

Campari tocca record storico: Goldman Sachs punta su Aperol

Campari, +4,5% a 8,85 euro, si conferma in netto rialzo dopo il report di Goldman Sachs: raccomandazione migliorata da hold a buy target incrementato da 7,40 a 10,00 euro. Gli analisti della prestigiosa banca americana prevedono per il marchio Aperol una crescita del 26% annuo nel triennio 2019-2021. Il titolo in avvio ha toccato il nuovo massimo storico a 9,10 euro, complici anche le dichiarazioni dell'a.d.

Piazza Affari sotto la parità. Vendite su STM e petroliferi, bene Campari e FCA. FTSE MIB -0,21%

Piazza Affari sotto la parità. Vendite su STM e petroliferi, bene Campari e FCA. FTSE MIB -0,21%.


Il FTSE MIB segna -0,21%, il FTSE Italia All-Share -0,26%, il FTSE Italia Mid Cap -0,53%, il FTSE Italia STAR -0,98%.

BTP in calo.
Il decennale rende il 2,52% (+6 bp rispetto alla chiusura precedente), lo spread sul Bund segna 253 bp (+4 bp) (dati MTS).

Mercati azionari europei in rosso: Euro Stoxx 50 -0,3%, FTSE 100 -0,7%, DAX -0,4%, CAC 40 -0,3%, IBEX 35 -0,3%.

Pages

Subscribe to RSS - Titoli Caldi della seduta in corso