Titoli Caldi della seduta in corso

UniCredit: 2019 anno buono per fusione paneuropea

Tornano in primo piano le indiscrezioni relative a una possibile aggregazione trasnazionale per UniCredit. Da anni si parla dell'ipotesi Commerzbank (che però sembra ormai tramontata), mentre subito prima dell'estate è emersa l'opzione Societe Generale. Oggi il Sole 24 Ore fa i nomi della britannica Lloyds Bank e delle olandesi ABN Amro e ING, ma soprattutto individua nel 2019 l'anno buono per una fusione capace di rendere ancora più internazionale l'istituto guidato da Jean Pierre Mustier.

Bancari Italia in accelerazione sul finire di seduta: FTSE Italia Banche +2,3%

Bancari Italia in accelerazione sul finire di seduta: l'indice FTSE Italia Banche segna +2,3%, +1,0% per l'EURO STOXX Banks. In evidenza Intesa Sanpaolo (+2,9%), UniCredit (+2,4%), Mediobanca (+1,9%), UBI Banca (+1,9%).

SF - www.ftaonline.com

Automobilistici sotto tono dopo il warning di BMW

Automobilistici sotto tono dopo il warning di BMW (-5% a Francoforte). L'indice EURO STOXX Automobiles & Parts segna -2,3%. In rosso a Milano Brembo (-1,2%), Pirelli&C (-0,7%), Sogefi (-4,1%). FCA (+0,3%) resiste in territorio positivo grazie alla decisione di Moody's di confermare il Corporate Family Rating di FCA N.V. a "Ba2" e di migliorare l'outlook a positivo da stabile.

Simone Ferradini - www.ftaonline.com

STM in verde: Equita conferma valutazioni positive

STMicroelectronics (+1,4% a 16,3650 euro) in ascesa: Equita conferma la raccomandazione buy e il target a 27 euro. Gli analisti del broker evidenziano l'annuncio di una collaborazione per lo sviluppo di "applicazioni ad alta efficienza e ad alta potenza quali caricatori a bordo auto per veicoli ibridi ed elettrici, soluzioni di ricarica wireless e server". Ricordiamo anche che ieri STM ha annunciato il suo ingresso negli indici di sostenibilità Dow Jones (DJSI) World e Europe.

Simone Ferradini - www.ftaonline.com

Mediaset in ottima forma con dichiarazioni presidente Confalonieri

Mediaset (+3,7%) in ottima forma dopo le dichiarazioni del presidente Fedele Confalonieri a margine di un evento. Il manager non è preoccupato per l'eventualità di introduzione di tetti alla raccolta pubblicitaria ipotizzati dall'M5S. Nulla di nuovo sul versante del contenzioso con Vivendi (+1,6%) su Mediaset Premium. Infine, Confalonieri considera positivo il progetto di creazione di un'alleanza tra tv generaliste europee in funzione anti-Netflix.

Simone Ferradini - www.ftaonline.com

Cairo Communication tonica, Mediobanca conferma valutazioni positive

Cairo Communication (+3,6% a 3,18 euro) in deciso rialzo grazie a Mediobanca che ha confermato il giudizio outperform e il target a 4,45 euro. Gli analisti di Piazzetta Cuccia pongono l'accento sugli ottimi dati di audience di La7.

SF - www.ftaonline.com

GEDI positiva con offerta Rai Way su Persidera

GEDI Gruppo Editoriale (+2,8%) in progresso dopo che Rai Way (+0,2%) ha comunicato "di aver sottoposto ai soci di Persidera S.p.A. un'offerta vincolante, soggetta a talune condizioni, per l'acquisizione dell'infrastruttura di rete e delle relative attività di tale società". L'offerta non comprende quindi le frequenze. Secondo indiscrezioni il fondo I Squared ha invece presentato un'offerta per tutti gli asset. GEDI ha il 30% di Persidera e Telecom Italia (-0,3%) il restante 70%.

Simone Ferradini - www.ftaonline.com

Petroliferi in accelerazione a fine mattinata

Petroliferi in accelerazione a fine mattinata, con Tenaris (asta di volatilità, teorico +4,52%) che balza in testa al FTSE MIB scavalcando Saipem (+4,1%). Molto bene anche Eni (+1,9%). I titoli del comparto si muovono in scia al greggio: toccati stamattina nuovi massimi di periodo (da luglio per il WTI, da fine 2014 per il Brent). Il future dicembre sul Brent si è spinto fin sugli 81,47 $/barile, il future novembre sul WTI sui 72,64 $/barile.

Simone Ferradini - www.ftaonline.com

Pages

Subscribe to RSS - Titoli Caldi della seduta in corso