Titoli Caldi della seduta in corso

Borsa italiana poco sopra la parità: Ftse Mib +0,08%

Borsa italiana poco sopra la parità: Ftse Mib +0,08%.


Mercati azionari europei positivi. Wall Street in lieve rialzo: a ridosso della chiusura delle borse europee S&P 500 +0,06%, Nasdaq Composite -0,02%, Dow Jones Industrial +0,57% (nuovi massimi storici per i tre indici). A Milano il Ftse Mib ha terminato a +0,08%, il Ftse Italia All-Share a +0,09%, il Ftse Italia Mid Cap a +0,14%, il Ftse Italia Star a +0,26%.

STM scivola in rosso con il SOX

STMicroelectronics (-1,6% a 16,88 euro) inverte improvvisamente la rotta e piomba in territorio negativo. Il titolo segue l'indice del settore microchip SOX (PHLX Semiconductor Sector Index) che dopo un'apertura positiva scivola rapidamente a -0,8% circa. In precedenza STM aveva sfruttato l'incremento del target da 15,50 a 18,00 euro deciso da Banca Akros e i buoni conti trimestrali di ASML (-2,4%, anch'essa colpita dalla flessione del SOX).

Simone Ferradini - www.ftaonline.com

Mondadori scatta in avanti: da domani nel Ftse Italia Mid Cap

Mondadori (+6,3%) scatta in avanti dopo che FTSE Russell ha annunciato che da domani il titolo sarà inserito nel paniere dell'indice Ftse Italia Mid Cap (al posto di Save) e sarà escluso dal paniere del Ftse Italia Small Cap. Mondadori tocca il massimo dal 2011 a 2,50 euro, riattivando il rally partito alla fine della scorsa settimana su indiscrezioni riguardo l'incarico a Lazard per operazioni in Francia.

SF - www.ftaonline.com

Piazza Affari in parità: Ftse Mib -0,02%

Piazza Affari in parità: Ftse Mib -0,02%.


Il Ftse Mib segna -0,02%, il Ftse Italia All-Share +0,01%, il Ftse Italia Mid Cap +0,18%, il Ftse Italia Star +0,37%.

Mercati azionari europei in rialzo:
DAX +0,5%, FTSE 100 +0,4%, CAC 40 +0,5%, IBEX 35 +0,1%.

Wall Street positiva in avvio: S&P 500 +0,1%, Nasdaq Composite +0,1%, Dow Jones Industrial +0,5% (nuovi massimi storici per i tre indici).

Deboli i petroliferi ma greggio su massimi di periodo

Deboli i petroliferi nonostante che il greggio oscilli sui massimi da fine settembre. Il future dicembre sul Brent segna 58,40 $/barile, quello novembre sul WTI segna 52,20 $/barile. vendite soprattutto su Saipem (-2,1%) e Tenaris (-1%), più resistente Eni (+0,1%).

SF - www.ftaonline.com

Banco BPM: Equita conferma valutazioni positive

Banco BPM: Equita conferma raccomandazione buy e target a 4,20 euro. Ieri BPM ha concesso a Cattolica Assicurazioni un periodo di esclusiva della durata di due settimane finalizzato alla negoziazione e definizione dei termini e delle condizioni del potenziale acquisto da parte della compagnia di una partecipazione di maggioranza rispettivamente in Avipop Assicurazioni e Popolare Vita con l'avvio di una partnership di lungo periodo nel bancassurance Danni e Vita sulla rete ex Banco Popolare.

Simone Ferradini - www.ftaonline.com

Telecom Italia: golden power non indebolisce Vivendi

Telecom Italia (+0,1% a 0,7620): Banca IMI conferma la raccomandazione buy e target a 1,08 euro. Secondo alcune fonti di settore non direttamente coinvolte nella vicenda sentite da Reuters, la decisione del governo di avviare la procedura per l'utilizzo del golden power non indebolisce la funzione di direzione e controllo di Vivendi (+0,4%) sul gruppo telefonico. A Telecom sono state "imposte specifiche prescrizioni e condizioni nei confronti di Vivendi, in qualità di società notificante l'operazione, e di TIM, Telecom Italia Sparkle e Telsy Elettronica e Telecomunicazioni".

Atlantia: OPAS Abertis, preadesioni oltre 50% ma manca Criteria Caixa

Secondo fonti italiane vicine alla vicenda sentite da Reuters, l'OPAS di Atlantia (+0,4%) su Abertis avrebbe ricevuto preadesioni pari a poco più del 50% del capitale del gruppo spagnolo. Tra queste non ci sarebbe, secondo una delle fonti, quella del principale azionista Criteria Caixa (ha oltre il 22%). Secondo altre fonti sentite da Reuters quasi sicuramente l'odierno consiglio di sorveglianza di Hochtief (controllata da ACS) darà il via libera alla contro OPAS su Abertis.

Agatos in rosso dopo annuncio impianto fotovoltaico Carbonia

Agatos (-3%) in netto calo dopo l'annuncio relativo a un impianto fotovoltaico ad inseguitori biassiali sito nel comune di Carbonia in provincia di Cagliari. Agatos è subentrata nel leasing in essere con Selma BPM, diventando titolare della convenzione GSE e del diritto di superficie. Il prezzo pattuito ammonta a 475mila euro. Storicamente, l'impianto ha generato un fatturato GSE di circa 500mila euro all'anno.

SF - www.ftaonline.com

Pages

Subscribe to RSS - Titoli Caldi della seduta in corso