Commenti Borse Internazionali

Piazze cinesi ancora in declino. Hang Seng in calo dello 0,99%

In una seduta ancora di generalizzato netto declino per l'Asia (a Tokyo il Nikkei 225 ha perso lo 0,41%), la volatilità continua a condizionare le piazze cinesi. Alla fine Shanghai Composite e Shanghai Shenzhen Csi 300 hanno segnato ribassi dello 0,47% e dell'1,07% rispettivamente, contro il calo dello 0,72% dello Shenzhen Composite.

Borse europee negative

Le principali Borse europee hanno aperto la seduta in calo a causa delle tensioni sul fronte del commercio internazionale. L'indice Stoxx Europe 600 cede lo 0,1%, il Dax30 di Francoforte lo 0,4%, il Cac40 di Parigi lo 0,1%, il Ftse100 di Londra lo 0,2%.
Tra i titoli in evidenza Safran +3%. Il gruppo aerospaziale e della difesa ha annunciato una semestrale superiore alle attese ed ha rivisto al rialzo gli obiettivi 2018.
Deutsche Post -0,3%. L'agenzia Fitch ha confermato il rating del gruppo dei servizi postali a "BBB+" con outlook stabile.

Asia-Pacific in ribasso. A Tokyo il Nikkei 225 perde lo 0,41%

Dopo una seduta contrastata per Wall Street (al guadagno dello 0,09% del Dow Jones Industrial Average si è accompagnato mercoledì il ribasso dell'1,19% del Nasdaq), alla riapertura degli scambi in Asia la tendenza è di generalizzato declino, ancora a causa dei timori legati ai mercati emergenti e alla guerra commerciale lanciata da Donald Trump contro Pechino, visto che in giornata scade il periodo di consultazione sulle nuove tariffe che dovrebbero riguardare 200 miliardi di dollari di merci cinesi.

Borsa Usa: Dow Jones in leggero rialzo, l'high tech zavorra il Nasdaq

La Borsa di New York ha chiuso la seduta in ordine sparso. Il Dow Jones ha guadagnato lo 0,09% mentre l'S&P 500 e il Nasdaq Composite hanno perso rispettivamente lo 0,28% e l'1,19%. A condizionare negativamente l'azionario Usa, oltre alle tensioni commerciali, le vendite sul comparto tecnologico (in particolare su Twitter -6,08%, Microsoft -2,88% e Facebook -2,33%).
Tra i titoli in evidenza Vera Bradley +14,77%. Il produttore di borse e accessori ha annunciato una trimestrale migliore del previsto ed ha fornito un outlook convincente.

Borsa Usa: indici negativi

La Borsa di New York ha aperto la seduta in calo. Il Dow Jones cede lo 0,1%, l'S&P 500 lo 0,3% e il Nasdaq Composite l'1%. Wall Street penalizzata dalle tensioni sul fronte del commercio e dall'andamento negativo del comparto tecnologico.
Tra i titoli in evidenza Vera Bradley +13%. Il produttore di borse e accessori ha annunciato una trimestrale migliore del previsto ed ha fornito un outlook convincente.

Piazze cinesi in netto declino. L'Hang Seng perde il 2,61%

In una seduta di generalizzato netto declino per l'Asia (a Tokyo il Nikkei 225 ha perso lo 0,51%), sono proprio le piazze cinesi a registrare le performance peggiori, accelerando la vendite in chiusura. Alla fine Shanghai Composite e Shanghai Shenzhen Csi 300 hanno infatti segnato ribassi dell'1,68% e dell'1,95% rispettivamente, contro il calo dell'1,61% dello Shenzhen Composite.

Borse europee negative

Le principali Borse europee hanno aperto la seduta in ribasso a causa delle tensioni sul fronte del commercio internazionale. L'indice Stoxx Europe 600 cede lo 0,2%, il Dax30 di Francoforte lo 0,4%, il Cac40 di Parigi lo 0,4%, il Ftse100 di Londra lo 0,3%.
Segno meno per il comparto minerario e quello automobilistico. Resistono banche e telecom.

Asia in netto declino. A Tokyo il Nikkei 225 perde lo 0,51%

Dopo un inizio di settembre con il freno tirato per Wall Street (rimasta chiusa lunedì per il Labour Day), alla riapertura degli scambi in Asia la tendenza è decisamente più negativa rispetto a quella registrata nella precedente sessione a New York (peggiore dei tre principali indici Usa martedì il Nasdaq, deprezzatosi dello 0,23%).

Pages

Subscribe to RSS - Commenti Borse Internazionali