Indici DAILY

Nikkei 225 pronto ad attaccare la resistenza

Mercato azionario giapponese positivo. Il Nikkei 225 poco fa ha terminato a 23940,26 punti, +0,29% rispetto alla chiusura precedente (23869,93, venerdì scorso, ieri borsa Tokyo chiusa per festività). L'indice nipponico resta ben posizionato per lanciare un attacco al massimo pluriennale di inizio 2018 a 24130 circa. Una vittoria su questa resistenza determinerebbe la riattivazione del movimento rialzista partito nel 2012 (quindi con un netto miglioramento del quadro grafico di lungo periodo), per un primo obiettivo a 25200 circa.

S&P500 arretra dai record

Giornata archiviata in territorio negativo quella di mercoledì per l'S&P500, sceso dello 0,35% a quota 2919,37. Dopo essere salito venerdì sui massimi assoluti a 2940,91, l'indice americano ha fatto un passo indietro scivolando fino a 2912 per la chiusura del gap lasciato aperto la scorsa ottava. La pausa appare del tutto fisiologica dopo il prolungato rialzo visto nel corso del mese.

Ftse Mib in difficolta' in avvio di ottava

Ftse Mib in difficolta' in avvio di ottava. Draghi, in audizione alla commissione affari economici e monetari del Parlamento europeo, ha fatto trasparire un atteggiamento ottimista. Nelle sue dichiarazioni introduttive infatti il governatore ha detto di aspettarsi una crescita di salari ed inflazione, inoltre una espansione dell'economia diffusa.

Dax in calo lunedi' ma i primi supporti tengono

Dax in calo lunedi' ma i primi supporti tengono. Il Dax e' andato incontro ad una flessione in avvio di ottava, allontanandosi dalla media mobile esponenziale a 100 sedute toccata venerdi' a 12458 punti, come del resto gli altri principali indici mondiali (lunedi' sono partiti i nuovi dazi nei confronti della Cina, per totale di 200 miliardi di dollari e il vice premier cinese Liu He avrebbe annullato la sua visita a Washington senza fissare per il momento una nuova data).

Dax in deciso rialzo venerdi'

Dax in deciso rialzo venerdi' con rottura di importante resistenza. Il Dax si e' spinto venerdi' fino a quota 12458 tornando poi a stabilizzarsi in area 12430, comunque bene al di sopra della chiusura di giovedi' a 12326 punti. A 12370 circa i prezzi si sono portati al di sopra del lato superiore del canale ribassista disegnato dal top del 27 luglio a 12887 circa (un canale e' una porzione di grafico compresa tra due linee parallele), resistenza praticamente coincidente con la media mobile esponenziale a 50 giorni che ora funge da supporto a 12340 circa.

Ftse Mib, quadro grafico in miglioramento

Ftse Mib, quadro grafico in miglioramento ma mancano ancora conferme di una inversione duratura. Il Ftse Mib, approfittando del sostegno dato dalla figura a doppio minimo disegnata in area 20235 da metà agosto, completata il 10 settembre, è riuscito nelle ultime sedute a lasciarsi alle spalle sia la media mobile esponenziale a 50 giorni, ora supporto a 21180 punti, sia la trend line ribassista che scende dal top di maggio.

S&P500 da record, senza euforia

Nubi all'orizzonte per l'S&P 500 nonostante il test di un nuovo massimo storico a 2940 punti. Sul grafico giornaliero dell'indice americano è comparsa infatti una configurazione grafica poco convincente: i corsi hanno infatti superato i massimi della vigilia salendo fino a 2940 punti per poi ripiegare sui livelli di chiusura di giovedì. La candela giornaliera risultante da queste oscillazioni è una "meeting line bearish", una configurazione dalle implicazioni potenzialmente ribassiste che di norma si rivela essere solo una pausa del trend in atto, in questo caso al rialzo.

Nikkei 225: borsa Tokyo chiusa per festività

Mercato azionario giapponese oggi chiuso per festività (Equinozio d'Autunno). Il Nikkei 225 venerdì ha terminato a 23869,93 punti, +0,82% rispetto alla chiusura precedente (23674,93). La scorsa settimana è andata in archivio con una performance pari a +3,36%. L'indice nipponico guadagna ulteriore terreno e si prepara a lanciare l'attacco al massimo pluriennale di inizio 2018 a 24130 circa.

Nikkei 225 sempre più vicino al massimo di inizio anno

Mercato azionario giapponese positivo. Il Nikkei 225 poco fa ha terminato a 23869,93 punti, +0,82% rispetto alla chiusura precedente (23674,93). La settimana va in archivio con una performance pari a +3,36%. L'indice nipponico guadagna ulteriore terreno e si prepara a lanciare l'attacco al massimo pluriennale di inizio 2018 a 24130 circa. L'eventuale successo in questa operazione determinerebbe un netto miglioramento del quadro grafico di lungo periodo, grazie alla riattivazione del movimento rialzista partito nel 2012 verso un primo obiettivo a 25200 circa.

Nuovi record per l'S&P500

Rialzo dello 0,78% ieri per l'S&P 500 che ha fatto registrare un nuovo record storico a 2935 circa terminando le negoziazioni a ridosso del medesimo a 2930,75 punti. La rottura netta dei precedenti top a 2916 permette di sgombrare il campo da dubbi spianando la strada a una nuova fase rialzista duratura in direzione di 2950 punti almeno. Il movimento potrebbe tuttavia essere più ampio e raggiungere target in area 3000/3050 fintanto che la media mobile esponenziale a 20 sedute sarà in grado di sostenere l'estensione rialzista dei prezzi.

Pages

Subscribe to RSS - Indici DAILY