Commento tecnico

Il Ftse Mib disegna una potenziale figura rialzista

Netto calo giovedi' per il Ftse Mib che disegna pero' una potenziale figura rialzista sul grafico intraday. Le quotazioni del Ftse Mib sono infatti scese in due occasioni nell'ultima seduta in area 20500 disegnando sul grafico intraday un potenziale doppio minimo. Tale figura, se completata dal superamento dei 20710 punti, potrebbe fornire la base per un tentativo di rimbalzo a correzione della brusca discesa delle ultime sedute. Target naturale di una eventuale reazione in area 21600, sul lato alto del gap ribassista del 10 agosto.

In rialzo Buzzi Unicem grazie alla forza del dollaro

In rialzo Buzzi Unicem grazie alla forza del dollaro, il 15 agosto sul massimo da giugno 2017 contro euro a 1,1302 anche se poi ridimensionatosi giovedi' in area 1,14. Buzzi realizza negli Usa oltre il 40% dei propri ricavi. Il titolo e' salito nell'intraday giovedi' fino oltre i 17,90 euro dopo aver chiuso il 14 agosto a 17,31 euro.

Saipem si muove da inizio 2016 all'interno di una fase laterale

Saipem: il titolo si muove da inizio 2016 all'interno di una fase sostanzialmente laterale. Il baricentro di questa fascia (la sua meta') si colloca in area 4,44 euro, resistenza contro la quale si sono lanciati invano i compratori spesso nelle ultime settimane fino a quando proprio di recente non e' avvenuta la rottura.

Su Stm gli ultimi segnali grafici non sono incoraggianti

Su Stm gli ultimi segnali grafici non sono incoraggianti: nei giorni scorsi sono state violate la base del canale crescente disegnato dai minimi di meta' 2016 e la media mobile semplice a 50 settimane, entrambe in transito ora a 18,90 circa. Se da un lato e' prematuro affermare che il titolo ha avviato una correzione estesa del rialzo visto dai minimi di inizio 2016, dall'altro non ci sono indicazioni che facciano sponsorizzare strategie di acquisto sulla attuale debolezza.

Banco Bpm, quasi azzerato rimbalzo da fine maggio

Banco BPM (-3,25%) estende la flessione avviata nelle prime sedute di agosto dopo aver fallito il ritorno sopra area 2,75. Il titolo si sta pericolosamente avvicinando al minimo di fine maggio a 2,0425 euro, ma potrebbe scendere fino a 1,93, per il test della base del canale che contiene le oscillazioni dai massimi dello scorso settembre. La permanenza sopra i minimi di fine maggio potrebbe invece favorire delle reazioni, che dovranno in ogni caso spinersi oltre area 2,55 per risultare credibili.

CC - www.ftaonline.com

Attesi nuovi cali sul grafico di Prysmian

Prysmian (-3,63%) ha fallito ogni tentativo di riportarsi oltre la trend line disegnata dai minimi di ottobre 2014, riferimento violato a fine giugno, alimentando i timori che la reazione avviata a luglio fosse solo temporanea. La flessione partita lo scorso autunno sembra quindi destinata a riprendere per target negativi a 20 euro e a 19,36, minimo di giugno. Segnali di miglioramento invece oltre 23 euro circa.

CC - www.ftaonline.com

Brunello Cucinelli sale in vista dei record di giugno

Brunello Cucinelli (+2,69%) sale a ridosso dei record assoluti in area 39 euro, toccati a giugno, oltre i quali invierebbe un nuovo segnale di forza per target ipotizzabili a circa 43,80 euro. Flessioni sotto area 35 negherebbero invece tali attese e potrebbero ricondurre le quotazioni sui supporti a 31,50/32 circa.

CC - www.ftaonline.com

Iren accelera al ribasso

Segnale negativo sul grafico di Iren (-2,63%) dopo la violazione a 2,27 circa della base del flag disegnato dai minimi di fine maggio. Probabile ora il test dei minimi di fine giugno a 2,12 ed eventualmente di quelli di fine maggio a 2,04 circa, quota pari al 50% di ritracciamento del rialzo partito a dicembre 2016 e pertanto riferimento critico non solo nel breve termine. Segnali di distensione giungerebbero solo al superamento di area 2,50.

CC - www.ftaonline.com

Pages

Subscribe to RSS - Commento tecnico