Mercati asiatici

Da Ford risarcimenti per 299,1 milioni per gli airbag Takata

Ford Motor ha patteggiato il pagamento di 299,1 milioni di dollari in risarcimenti per chiudere una class-action relativa all'utilizzo in oltre sei milioni di veicoli degli airbag difettosi della giappone Takata Corporation. Come ricorda il Wall Street Journal in precedenza anche Toyota Motor, Bmw, Mazda Motor, Subaru, Nissan Motor e Honda Motor (la casa automobilistica più colpita dai recall) avevano patteggiato in simili class-action.

Turchia: produzione industriale in crescita del 6,4% annuo

Secondo quanto comunicato dal Türkiye ?statistik Kurumu (l'Ufficio nazionale di statistica di Ankara), in maggio la produzione industriale ha segnato un progresso in Turchia del 6,4% annuo (rettificato per le variazioni di calendario), in lieve miglioramento rispetto al 6,3% di aprile (7,8% in marzo), lettura più debole dal 5,1% del maggio 2017. Il dato è in costante espansione dall'ottobre 2016. Su base mensile la produzione industriale è però calata dell'1,6% dopo il precedente progresso dell'1,0% (e l'incremento dello 0,2% di marzo).

RR - www.ftaonline.com

Cina: investimenti verso l'estero cresciuti del 18,7% annuo

Secondo quanto comunicato dal ministero del Commercio di Pechino, nell'intero primo semestre gli investimenti diretti verso l'estero dalla Cina sono cresciuti del 18,7% annuo a 57,18 miliardi di dollari. Il dato si confronta con il balzo del 38,5% a 47,89 miliardi di dollari del periodo gennaio-maggio.

RR - www.ftaonline.com

Piazze cinesi in negativo. Hang Seng in flessione dell'1,25%

In una seduta contrastata ma complessivamente in negativo per l'Asia (tra i maggiori indici della regione solo il Nikkei 225 di Tokyo ha chiuso in rialzo, apprezzandosi dello 0,44%), le piazze cinesi guidano la tendenza ribassista. Alla fine Shanghai Composite e Shanghai Shenzhen Csi 300 riducono le perdite iniziali (ampiamente superiori all'1%), ma segnano comunque declini dello 0,57% e dello 0,65% rispettivamente, contro la flessione limitata allo 0,17% dello Shenzhen Composite.

Salesforce.com rileva l'israeliana Datorama per 800 milioni

Salesforce.com ha comunicato lunedì l'intenzione di acquisire l'israeliana Datorama, senza rendere noti i dettagli dell'operazione. Secondo il quotidiano finanziario israeliano Calcalist, la società specializzata in intelligenza artificiale (con base a New York ma ricerca e sviluppo a Tel Aviv) sarebbe stata valutata oltre 800 milioni di dollari, in un'operazione interamente in contanti. Salesforce ha chiuso in declino dello 0,44% lunedì a Wall Street (il titolo si è apprezzato di circa il 64% negli ultimi dodici mesi).

RR - www.ftaonline.com

Asiana Airlines vola a Seoul su voci interesse di Sk Holdings

Asiana Airlines vola a Seoul dopo che News Tomato, citato da Reuters, ha riportato che la conglomerata Sk Holdings starebbe valutando il buyout della compagnia aerea sudcoreana. Sk Holdings, che ha negato l'interesse, ha chiuso in rialzo dello 0,93% a Seoul. Asiana ha invece ridotto il suo rally fino al 2,99% in chiusura, contro il declino dello 0,18% del Kospi.

RR - www.ftaonline.com

Nikkei 225 in ulteriore progresso

Seduta positiva per il Nikkei 225 che termina a 22697,36 punti, +0,44% rispetto alla chiusura precedente (22597,35). L'indice giapponese guadagna ulteriore terreno dopo lo scatto in avanti messo a segno venerdì scorso (ieri mercato chiuso per festività) e rafforza la propria candidatura a un attacco ai massimi allineati di maggio/giugno in area 23mila: ultimo ostacolo a 22780. Oltre la resistenza citata riattivazione del movimento ascendente partito a fine marzo in direzione del massimo ultraventennale a 24130 circa toccato a inizio anno (obiettivo intermedio a 23500/23600).

Flash Mercati

Future sugli indici azionari europei poco mossi (variazioni rispetto ai prezzi registrati alla chiusura degli indici sottostanti, ovvero alle 17:30 della seduta precedente): Euro Stoxx 50 -0,1%, FTSE 100 +0,1%, DAX -0,1%, CAC 40 -0,1%. Le chiusure dei principali indici nella seduta precedente: Euro Stoxx 50 -0,16%, Londra (FTSE 100) -0,80%, Francoforte (DAX 30) +0,16%, Parigi (CAC 40) -0,36%, Madrid (IBEX 35) -0,18%, Milano (FTSE MIB) -0,32%.

Asia contrastata ma a Tokyo il Nikkei 225 guadagna lo 0,44%

Dopo un avvio d'ottava misto per Wall Street (dei tre maggiori indici Usa solo il Dow Jones Industrial Average aveva chiuso in positivo lunedì, con un rialzo dello 0,18%), alla riapertura degli scambi in Asia la tendenza rimane contrastata con il petrolio che resta il principale fattore ribassista, come già accaduto a New York.

Russia: crescita produzione industriale al 2,2% in giugno

Secondo quanto comunicato lunedì dalla Rosstat, l'agenzia ufficiale di statistica di Mosca, la produzione industriale è cresciuta in Russia nel mese di giugno del 2,2% annuo, in ulteriore netto rallentamento rispetto al 3,7% di maggio (3,9% in aprile) e sotto al 3,0% del consensus. Su base mensile la crescita è invece stata dello 0,2% (ma su base destagionalizzata si è registrata una flessione dello 0,6%) contro il rialzo precedente dell'1,5% (e il calo del 3,1% di aprile).

RR - www.ftaonline.com

Pages

Subscribe to RSS - Mercati asiatici