Forex

Mercati asiatici in lieve calo. Il Nikkei 225 perde lo 0,08%

Dopo un avvio d'ottava in positivo per Wall Street (migliore dei tre principali indici Usa l'S&P 500, apprezzatosi lunedi dello 0,37%), alla riapertura degli scambi in Asia la tendenza è stata invece di generalizzato per quanto lieve calo. Di scena in settimana le banche centrali: gli investitori guardano alla decisione del Federal Open Market Committee (Fomc, la commissione della Federal Reserve che si occupa di politiche monetarie) attesa per mercoledì e le aspettative sono di una revisione della politica monetaria per un solo rialzo dei tassi d'interesse nel 2019.

Eur/Usd a contatto con una resistenza

Eur/Usd rallenta a contatto con primi ostacoli a 1,340. Da inizio anno il cambio oscilla all'interno di un canale ribassista, i cui riferimenti si posizionano attualmente a 1,115 e a 1,14 circa. La reazione partita l'8 marzo dalla base del canale, a 1,1174, si è tuttavia fermata prima del test del lato superiore, frenata dalla media mobile esponenziale a 50 sedute in transito a 1,1337. Fintanto che i prezzi si manterranno sopra area 1,1290/1,13 sarà comunque possibile sperare nel superamento della media mobile e nel test del lato alto del canale a 1,14.

Asia-Pacific in netto rialzo. Il Nikkei 225 guadagna lo 0,62%

Dopo una chiusura d'ottava in positivo per Wall Street (migliore dei tre principali indici Usa il Nasdaq, apprezzatosi venerdi dello 0,76%), la tendenza rialzista prosegue sui mercati finanziari asiatici con l'avvio della nuova settimana. Gli investitori guardano alla decisione del Federal Open Market Committee (Fomc, la commissione della Federal Reserve che si occupa di politiche monetarie) attesa per mercoledì e le aspettative sono di una revisione della politica monetaria dell'istituto centrale di Washington su un solo rialzo dei tassi d'interesse nel corso del 2019.

Asia-Pacific in recupero. Nikkei 225 in rialzo dello 0,77%

Dopo una seduta contrastata per Wall Street (dei tre principali indici Usa in positivo il solo Dow Jones Industrial Average, apprezzatosi giovedi di appena lo 0,03%), alla riapertura dei mercati in Asia la tendenza è stata invece di generalizzato recupero, grazie al calo delle tensioni legate alla Brexit (il Parlamento britannico ha votato giovedì per una proroga della data di uscita di Londra dalla Ue, originariamente prevista per il prossimo 29 marzo) e all'ottimismo sui negoziati commerciali tra Washington e Pechino.

Pages

Subscribe to RSS - Forex