Mercati Americani

Fed (Quarles) propone nuove regole per semplificare le normative su banche più piccole

Randal Quarles, vicepresidente della vigilanza della Federal Reserve, ha sottolineato nuovamente la necessità di ridurre i requisiti patrimoniali delle banche introdotti dopo la crisi finanziaria del 2008."Ci aspettiamo che questa proposta riduca significativamente l'onere della conformità per le organizzazioni bancarie comunitarie, preservando al contempo i livelli complessivi di capitale delle piccole banche e la nostra capacità di agire tempestivamente quando sorgono problemi", ha aggiunto Quarles.

CC - www.ftaonline.com

Borsa Usa: indici positivi, rimbalza il petrolio

La Borsa di New York ha aperto la seduta in rialzo sostenuta dal recupero del petrolio ed al dato sull'inflazione. Il Dow Jones guadagna lo 0,6%, l'S&P 500 lo 0,7% ei l Nasdaq Composite lo 0,9%.
A ottobre l'indice dei prezzi al consumo è cresciuto ad un ritmo più veloce rispetto al mese precedente (+0,3% su mese contro il +0,1% di settembre). Il Wti sul mercato Nymex guadagna l'1,6% a 56,61 dollari al barile.
Sugli scudi il comparto energetico guidato da Chevron (+1,3%).

Petrolio Wti regisce all'ipervenduto, ma il quadro è negativo

Petrolio Wti rimbalza a 56,55 dollari (+1,36%) dopo il test dei minimi di un anno fa a quota 55. L'ondata di vendite ha travolto i supporti presenti in area 58,50, minimi di inizio anno e linea disegnata dai minimi del 2016, spingendo in zona di ipervenduto i principali oscillatori tecnici.

USA: inflazione core ottobre sotto attese +2,1% a/a +0,2% m/m

Nel primo pomeriggio il Dipartimento del Lavoro degli Stati Uniti ha comunicato che nel mese di ottobre l'indice grezzo dei prezzi al consumo è cresciuto dello 0,3% rispetto a settembre risultando inferiore alle attese degli analisti e alla rilevazione precedente fissate rispettivamente a +0,3% e a +0,1%. Su base annuale l'indice si è attestato al 2,5%, superiore alla lettura di settembre (+2,3%) ma pari al consensus . L'indice Core (esclusi energetici ed alimentari) è cresciuto dello 0,2% rispetto al mese precedente (consensus +0,2%).

SoftBank investe ancora in WeWork. Valutazione a 45 miliardi

WeWork ha comunicato di avere ottenuto impegni per ulteriori 3 miliardi di dollari d'investimento da parte di SoftBank Group. Il colosso nipponico, già primo finanziatore della start-up newyorkese specializzata nella condivisione di uffici (e operante già in un'ottantina di città nel mondo, da Berlino a Pechino), in agosto aveva investito 1 miliardo in WeWork attraverso debito convertibile.

Pages

Subscribe to RSS - Mercati Americani