Tamburi, utile ante imposte oltre € 86 mln (pro forma)

14/03/2019 17:44:17

Il Consiglio di Amministrazione di Tamburi Investment Partners, investment/merchant bank indipendente e diversificata quotata al segmento Star di Borsa Italiana S.p.A., riunitosi oggi 14 marzo 2019 a Milano, ha approvato la proposta di relazione finanziaria annuale per l'esercizio 2018da sottoporre all'assemblea degli azionisti che verrà convocata per il 29 ed il 30 aprile 2018, rispettivamente in prima e seconda convocazione.

RISULTATI AL 31DICEMBRE 2018
Su basi contabili omogenee con il 2017 TIP chiude l'esercizio 2018 con un utile pro forma ante imposte di 86,4 milioni di euro, rispetto ai 71,6 milioni di euro del 2017 e con un patrimonio netto di 666,4 milioni di euro rispetto ai 647,5 milioni di euro del 31 dicembre 2017. E' stato pertanto un ulteriore anno estremamente positivo.

A partire dal 1 gennaio 2018 il gruppo TIP ha dovuto adottare l'IFRS 9 per la redazione dei bilanci;al fine di fornire una rappresentazione dei risultati del periodo comparabili in continuità con quelli degli esercizi precedenti, considerati molto più rappresentativi e coerenti con la tipologia di attività svolta, nel seguito viene esposto il prospetto di conto economico pro forma del 2018 determinato applicando i principi contabili in essere al 31 dicembre 2017 relativi alle attività e passività finanziarie (IAS 39).

Il conto economico IFRS 9 non comprende le plusvalenze realizzate nel periodo su partecipazioni e titoli azionari, pari a 96,7 milioni di euro e le svalutazioni, pari a 40,7 milioni di euro,che vengono registrate direttamente a patrimonio netto.

Conto economico consolidato IFRS 9
Il 2018 è stato un anno molto particolare per i mercati finanziari. Partito forte, in linea con il precedente già lunghissimo periodo di rialzi, ha poi progressivamente rallentato per consegnarci un autunno-inverno caratterizzato da un notevole ridimensionamento dei corsi. Tra ottobre e dicembre molti hanno decretato la fine del ciclo rialzista. Noi non ci siamo allineati a questa sensazione in quanto -osservando da vicino gli andamenti delle aziende -continuavamo a vedere ordini in aumento e, in generale, un'economia reale ancora in crescita. I dati di queste ultime settimane lo confermano ed infatti le chiusure dei bilanci 2018 si stanno rivelando, nella quasi totalità, ancora una volta migliori delle sempre più fallaci "aspettative degli analisti".

TIP chiude il 2018 con 84,6 milioni di utile pro forma ante imposte e nell'anno il titolo TIP è stato tra i pochi con una performance positiva; l'andamento a 5 anni, indicato dal consueto grafico che lo paragona ai principali mercati, italiani ed internazionali, resta molto positivo e, seppur vittima delle correzioni del periodo settembre-dicembre, si mantiene ancora ben al di sopra della totalità degli indicatori, confermando una grande soddisfazione per le scelte effettuate.

Nei cinque anni precedenti il 28 febbraio 2019 il titolo TIP si è apprezzato del 156,7%, contribuendo ad un total return complessivo*del 176,3%, equivalente ad una media annua del 35,3%. Alla stessa data il warrant TIP 2020 si è apprezzato del 471,7% dalla data di emissione di luglio 2015. Sembrerebbe pertanto evidente come il modello di investimento di TIP continui ad essere ben percepito, viste le performance e i rischi limitati ed anche l'imprevisto, violento incremento di volatilità notato tra settembre e dicembre su quasi in tutti i mercati del mondo ed anche su titoli storicamente molto resilienti, ha inciso poco sui corsi di TIP, pur con volumi di scambi sempre vivaci.L'utile ante imposte di 86,4 milioni di euro del bilancio pro forma è stato possibile grazie in particolare alle plusvalenze generate dall'operazione Roche Bobois e quelle connesse con le dismissioni parziali di azioni FCA e Moncler ed ha risentito della parziale svalutazione di alcune partecipazioni.

La partecipata Roche Bobois S.A.in ottica di quotazione ha reso disponibili le elaborazioni contabili IFRS necessarie per l'applicazione della contabilizzazione secondo il metodo del patrimonio netto. Il passaggio dalla valutazione a fair *Performance del titolo TIP, dividendi distribuiti e performance dei warrant 2015-2020 assegnati gratuitamente ai soci value a quella secondo il metodo del patrimonio netto ha comportato che gli incrementi di fair value riconosciuti fino alla data del passaggio siano stati rilevati analogamente a quanto stabilito nel caso in cui fosse stata dismessa la partecipazione. Pertanto, accertata l'influenza significativa, il maggior fair value cumulato, di circa 46 milioni di euro, è stato imputato al conto economico pro forma, mentre secondo l'IFRS 9 è stato riclassificato tra gli utili portati a nuovo nel patrimonio netto.

Il 2018 è stato redditizio anche a causa di altri proventi – prevalentemente dividendi da partecipate e interessi attivi – per circa 19,4 milioni di euro; la quota di risultato delle partecipate collegate, inoltre, ha contribuito per circa 29,2 milioni di euro, mentre l'attività di advisory ha consuntivato ricavi per circa 11 milioni di euro.

Il risultato pro forma risente anche di rettifiche di valore negative di circa 40,7 milioni di euro apportate al valore di carico di alcune partecipate, in particolare 33,1 milioni di euro si riferiscono alla svalutazione della partecipazione Hugo Boss che nel bilancio secondo IFRS 9 sono imputate direttamente in detrazione del patrimonio netto.

I costi operativi hanno avuto un incremento principalmente attribuibile ai costi non ricorrenti sostenuti dalla controllata TXR in relazione alla quotazione in borsa di Roche Bobois e alla connessa cessione di azioni in sede di IPO. Gli oneri per gli amministratori esecutivi sono –come sempre -correlati alle performance della società e sono stati determinati su dati proformati in base ai principi contabili adottati fino a fine 2017.

Il patrimonio netto consolidato è cresciuto di circa 20 milioni di euro, a seguito di ulteriori buy back per circa 19 milioni di euro, dopo aver distribuito dividendi per quasi 16,8 milioni di euro (di cui 11 milioni di euro distribuiti da TIP e 5,8 milioni di euro distribuiti da TXR agli azionisti di minoranza)ed anche a seguito delle svalutazioni già menzionate. Nel mese di giugno sono poi stati esercitati 4.380.183 warrant e ciò ha comportato l'emissione di un pari numero di nuove azioni TIP ed un aumento di capitale, comprensivo di sovrapprezzo, di circa 20 milioni di euro.

La posizione finanziaria netta consolidata del gruppo TIP –tenuto anche conto del prestito obbligazionario TIP 2014-2020 –era negativa per circa 140,5 milioni di euro, in peggioramento di circa 24,3 milioni di euro,rispetto ai circa 116,2 milioni di euro al 31 dicembre 2017. La liquidità ottenuta dai disinvestimenti e dall'esercizio dei warrant avvenuto nel mese di giugno 2018 è stata impiegata prevalentemente in titoli obbligazionari ma anche innuovi investimenti.

Nel corso del 2018 è infatti proseguita l'attività di investimento in particolare su Prysmian, sia nell'ambito dell'aumento di capitale a cui sia Clubtre che TIP hanno partecipato proquota, sia a prescindere dalla stessa, su Hugo Boss, su OVS e nell'ambito di alcune operazioni per StarTIP. È inoltre proseguito l'acquisto di azioni proprie TIP.

È stato come noto finalizzato, nel mese di luglio, un ulteriore investimento in Alpitour per complessivi circa 82 milioni di euro, tramite Asset Italia 1, operazione che ha comportato un esborso diretto di TIP di circa 36,3 milioni di euro e che è stata effettuata congiuntamente ad altri investitori per un controvalore complessivo di circa 220 milioni di euro.
A seguito di tale investimento TIP detiene una quota del 35,81% di azioni correlate ad Asset Italia 1.

Inoltre nel mese di dicembre 2018 TIPO e Fimag hanno sottoscritto con FagerhultAB, società svedese leader nel settore dell'illuminazione, un accordo per la cessione del 100% delle azioni di iGuzzini illuminazione S.p.A.

La cessione è avvenuta il 7 marzo 2019 a seguito dell'approvazione dei rispettivi organi competenti,dell'ottenimento delle necessarie autorizzazioni delle autorità antitrust e del compimento di alcuni atti necessari al perfezionamento dell'operazione, principalmente relativi all'aumento di capitale di Fagerhult.
Il prezzo definito per il 100%è stato di 375,9 milioni di euro al netto dell'indebitamento finanziario ed è stato corrisposto al closing, in contanti per 284,5 milioni di euro e per 91,4 milioni di euro in azioni Fagerhult di nuova emissione per la parte rimanente, valutate –come previsto contrattualmente–al prezzo medio dei sei mesi antecedenti la firma della lettera di intenti,avvenuta nel mese di ottobre 2018.

A seguito dell'operazione è previsto anche il recesso di TIPO da Fimag,a fronte del quale riceverà una ulteriore quota di liquidità e di azioni Fagerhult.

Le principali partecipate, Amplifon, BE, FCA, Ferrari, Interpump e Moncler hanno comunicato dati relativi al 2018 che presentano ottimi risultati; anche Alpitour, Alkemy, Azimut Benetti, Beta Utensili, Chiorino, Eataly, Furla,Hugo Boss, iGuzzini e Roche Bobois stanno avendo risultati in crescita rispetto all'esercizio precedente.

EVENTI RILEVANTI SUCCESSIVI AL 31 DICEMBRE 2018
L'11 marzo 2019 TIP ha acquistato da Gruppo Coin (società indirettamente controllata da fondi BC Partners e partecipata, tra gli altri, da esponenti del management di OVS S.p.A) l'intera partecipazione detenuta da quest'ultima in OVS, pari a n. 40.485.898 azioni rappresentative del 17,835% del capitale sociale,al prezzo unitario di 1,85 euro, per un controvalore complessivo di 74.898.911,30 euro. Per effetto di questo acquisto TIP, già azionista di OVS con una partecipazione di circa il 4,912%, ha raggiunto complessivamente la quota del 22,747%.

Nel corso dei mesi di febbraio e marzo 2019 Talent Garden ha realizzato un aumento di capitale per complessivi 23 milioni di euro a cui TIP, tramite StarTIP, ha partecipato per 5 milioni di euro. A seguito dell'operazione la quota di Talent Garden detenuta direttamente da StarTIP è pari al 5,87% mentre il totale della quota implicita detenuta considerando anche le partecipazioni indirette, tra cui la quota del 45,39% detenuta da Heroes e la quota del 9,22% detenuta da Digital Magics, è del 20,53%.

Il 7 marzo 2019 è avvenuto il closing dell'operazione di cessione di iGuzzini Illuminazione da parte di TIPO a seguito del quale TIPO ha incassato circa 45,1 milioni di euro e ricevuto n. 1.781.739 azioni Fagerhult; nel corso del mese di aprile 2019, a seguito del recesso di TIPO da Fimag si realizzerà l'incasso di ulteriori 23,7 milioni di euro cashe di 935.689 azioni Fagerhult.

Nel mese di febbraio 2019 TIPO ha sottoscritto, per sé o soggetto da designare, il contratto per l'acquisto, subordinatamente al verificarsi di alcune clausole sospensive, di una partecipazione di circa il 12% nella Welcome Italia S.p.A., società specializzata nell'offerta di servizi integrati di telecomunicazionee cloud computing, con particolare attenzione al settore delle PMI.Nel corso del 2019 sono inoltre proseguiti gli acquisti di azioni proprie.

EVOLUZIONE PREVEDIBILE DELLA GESTIONE
TIP prosegue la propria attività di ricerca di investimenti volta a consolidare il proprio percorso di crescita e l'affermazione del proprio ruolo –assai peculiare in Italia come modello di business -di partner imprenditoriale e finanziario di riferimento per società eccellenti intenzionate a crescere e/o a risolvere tematiche di governance, sempre in ottica di accelerazione dello sviluppo dei business. Data la tipologia di attività di TIP non è facilmente prevedibile l'andamento economico dell'esercizio in corso. I risultati raggiunti da gruppo TIP nel 2018 per essere replicati dipenderanno in parte dalle dinamiche dei mercati e dalle opportunità che si manifesteranno nel futuro. La pipelinein essere, unita alla aumentata volatilità dei mercati, potrebbe portare ed ulteriori investimenti e ciò sia come TIP che come Asset Italia, TIPO e StarTIP.

AZIONI PROPRIE
Le azioni proprie in portafoglio al 31 dicembre 2018 erano n. 5.959.178pari al 3,624% del capitale sociale. Alla data attuale le azioni proprie in portafoglio sono n. 6.256.431rappresentative del 3,805% del capitale.

RISULTATI DI TAMBURI INVESTMENT PARTNERS S.P.A.
Il bilancio separato a seguito dell'adozione dell'IFRS 9 presenta una perdita d'esercizio di euro2.411.369 che non tiene conto di plusvalenze per oltre 51 milioni di euro che, non essendo transitate nel conto economico, sono state direttamente trasferite patrimonialmente da riserva OCI a utili portati a nuovo. Al 31 dicembre 2018il patrimonio netto di TIP S.p.A. era di euro 488.504.328e la posizione finanziaria netta negativa per euro 120.386.819.

DIVIDENDO
Il consiglio di Amministrazione ha propostola distribuzione di un dividendo di 0,070euro (al lordo delle ritenute di legge) per azione con data stacco al 27maggio2019e con messa in pagamento il 29maggio2019.

PIANO DI INCENTIVAZIONE
Il Consiglio di Amministrazione,al fine di confermare con modalità rolling il principale strumento di incentivazione e di retention a medio termine per il top managementTIP ed in generale per i dipendenti della società,ha deliberato di proporre all'Assemblea la possibilità di procedere all'approvazione di un piano di performace shares.

Il Dirigente Preposto alla redazione dei documenti contabili societari Claudio Berretti dichiara, ai sensi del comma 2 art. 1 54 bis del Testo Unico della Finanza, che l'informativa contabile contenuta nel presente comunicato corrisponde alle risultanze documentali, ai libri ed alle scritture contabili.

GD - www.ftaonline.com