Quaestio, Italian Growth rileva 26,6% di Industrie Saleri Italo

14/02/2018 14:14:47

Il fondo Quamvis S.C.A. Sicav – FIS -Italian Growth Fund ("Italian Growth Fund"), gestito da Quaestio Capital SGR, ha sottoscritto un accordo definitivo per l'acquisizione di una partecipazione pari al 26,6% del capitale di Industrie Saleri Italo ("SIL"), società leader in Europa nella progettazione, sviluppo e produzione di sistemi di raffreddamento per motori a combustione, ibridi ed elettrici per l'industria automotive.

L'operazione avviene attraverso un aumento di capitale di 23 milioni di Euro, che verrà sottoscritto per Euro 15 milioni dall'Italian Growth Fund e per Euro 8 milioni dalla famiglia Saleri, fondatrice e alla guida del Gruppo e che al termine dell'operazione deterrà il 73,4% del capitale.

Le nuove risorse contribuiranno ad accelerare i piani di sviluppo e consentiranno di valutare acquisizioni strategiche che potranno implementare e consolidare la gamma prodotti e rafforzare la presenza geografica globale.

L'obiettivo di SIL è quello di quotarsi in Borsa nell'arco di due/tre anni. Industrie Saleri Italo è una delle società leader a livello europeo nella progettazione, sviluppo e produzione di sistemi di raffreddamento e di pompe acqua per l'industria automotive.

SIL, fondata nel 1942 a Lumezzane (BS), è fornitore Tier 1 dei principali gruppi europei e mondiali del settore automotive nel segmento premium Original Equipment e Aftermarket. Il Gruppo occupa oltre 500 dipendenti ed ha realizzato nel 2017 un fatturato consolidato di oltre 160 milioni di Euro, di cui l'80% all'estero, con una marginalità operativa (EBITDA) pari ad oltre 16 milioni di Euro. Il Gruppo negli ultimi cinque anni ha realizzato ingenti investimenti per rendere le attività produttive sempre più efficienti e automatizzate (Industry 4.0).

Oltre il 15% del personale di SIL è impiegato nel dipartimento R&D per l'ideazione e realizzazione di prodotti sempre più tecnologicamente avanzati, in linea con le richieste e l'evoluzione nell'industria automotive. Gli investimenti su nuovi prodotti e processi hanno consentito a SIL di triplicare l'EBITDA negli ultimi tre anni.

Italian Growth Fund, nato nel giugno 2015 e comparto del Fondo Quamvis S.C.A. Sicav – FIS, è uno dei principali fondi specificatamente dedicato alle medie imprese quotate italiane e ha la possibilità di investire fino al 25% delle proprie risorse in società non quotate che abbiano ambiziosi progetti di crescita e che vedano nella Borsa uno strumento decisivo di sviluppo nel medio-lungo termine. Il fondo è nato per la convinzione di Quaestio che alcune medie imprese italiane, leader in Europa o nel mondo nei rispettivi settori, presentino ottime opportunità di investimento a medio lungo termine. Italian Growth Fund punta ad essere un Partner, con un contributo finanziario ma anche un approccio imprenditoriale, intenzionato a far emergere il potenziale inespresso di società quotate e a supportare una nuova fase di crescita per società non ancora quotate e che puntino nel medio termine all'ingresso in Borsa.

Ad oggi Italian Growth Fund detiene il 20% di Sabaf, il 9,94% di Tecnoinvestimenti, il 4,22% di Fila, il 9% di Openjobmetis, il 7,16% di Bomi e l'1,08% di Aquafil.

Basilio Saleri, Amministratore Delegato di Industrie Saleri Italo, ha dichiarato: "Abbiamo deciso di investire nell'aumento di capitale di SIL al fianco di un investitore come Quaestio Capital SGR S.p.A. in quanto riteniamo sia un partner di lungo periodo che potrà fornire a SIL il supporto finanziario per rafforzare ulteriormente la nostra posizione competitiva sui mercati globali. Siamo un Gruppo che opera in uno dei settori più competitivi del mondo e quindi dobbiamo dotarci delle risorse adeguate e dei partner giusti per l'avvio di nuovi percorsi di crescita interna e possibili future aggregazioni e acquisizioni".

Alessandro Potestà, Senior Portfolio Manager di Italian Growth Fund, ha dichiarato: "L'ingresso nel capitale di SIL riflette appieno la filosofia del nostro Fondo che ha come obiettivo di diventare anchor investor in aziende italiane leader nel proprio settore con lo scopo di sostenerne gli ambiziosi progetti di crescita nel mondo. SIL ha realizzato in questi anni un impressionante lavoro per rendere l'azienda fra le più avanzate del suo settore dal punto di vista delle tecnologie di prodotto e di processo ed è pronta ad una nuova fase di ulteriore crescita. Per questi motivi riteniamo che vi siano significative possibilità di sviluppo e di valorizzazione del Gruppo, e contiamo di poter contribuire a questo progetto - al fianco della famiglia Saleri - favorendone la crescita interna ed esterna fino alla quotazione in Borsa prevista nei prossimi anni".

Quaestio è stata assistita da Pedersoli Studio Legale quale advisor legale. Industrie Saleri Italo S.p.A. è stata assistita da Matteo Cosmi partner di Fingiaco quale advisor finanziario e dall'Avv.Paolo Rusconi, socio dello Studio RCC quale advisor legale.

Quaestio Capital SGR opera nell'asset management con attività regolamentate in Italia e in Lussemburgo, focalizzate su clientela istituzionale, con circa 10 miliardi di Euro di attivi in gestione. Il Gruppo opera con un'ottica globale, identificando e gestendo le migliori idee d'investimento sui principali mercati del mondo.
Inoltre Quaestio ha sviluppato importanti capacità gestionali nei mercati liquidi ed illiquidi attraverso gestioni svolte direttamente o indirettamente tramite una piattaforma innovativa multi-assets e multi-managers, con fondi UCITS e FIA, che utilizza pool con oltre 30 gestori delegati scelti tra i migliori operatori internazionali. Nel settore degli investimenti illiquidi la SGR ha sviluppato una posizione di leadership in Italia nella strutturazione e nell'investimento in cartolarizzazioni di NPLs, UTPs e leasing e nella selezione di piccole e medie imprese italiane con importanti prospettive di crescita.

Industrie Saleri Italo è un'azienda leader a livello europeo nella progettazione, sviluppo e produzione di pompe acqua e sistemi di raffreddamento per l'industria automotive. Fondata nel 1942 a Lumezzane (BS), è fornitore Tier 1 dei principali gruppi europei e mondiali del settore automotive nel settore premium Original Equipment e Aftermarket. Il Gruppo impiega oltre 500 dipendenti nel mondo; ha realizzato nel 2017 un fatturato consolidato di oltre 160 milioni di Euro, di cui circa l'80% all'estero, con un EBITDA pari a oltre 16 milioni di Euro. L'attività di ricerca e sviluppo (oltre il 15% del personale di SIL è impiegato in R&D), la flessibilità delle soluzioni tecniche e il continuo aggiornamento degli standard di qualità sono fra gli elementi distintivi della gestione del Gruppo.

GD - www.ftaonline.com