Piazza Affari in rialzo. Bene Poste e bancari, debacle Juventus. FTSE MIB +0,39%

17/04/2019 14:58:17

Piazza Affari in rialzo. Bene Poste e bancari, debacle Juventus. FTSE MIB +0,39%.


Il FTSE MIB segna +0,39%, il FTSE Italia All-Share +0,33%, il FTSE Italia Mid Cap -0,22%, il FTSE Italia STAR -0,28%.

BTP poco mossi.
Il decennale rende il 2,63% (+1 bp rispetto alla chiusura precedente), lo spread sul Bund segna 254 bp (-1 bp) (dati MTS).

Mercati azionari europei positivi: Euro Stoxx 50 +0,4%, FTSE 100 -0,1%, DAX +0,5%, CAC 40 +0,4%, IBEX 35 +0,6%.

Pochi minuti prima dell'apertura di Wall Street i future sui principali indici USA sono in rialzo: S&P 500 +0,3%, Nasdaq 100 +0,6%, Dow Jones Industrial +0,2%.

Brilla Poste Italiane +4,3%:
il titolo tocca il nuovo record storico a 9,4140 euro grazie al report di Mediobanca. Gli analisti di Piazzetta Cuccia hanno confermato il giudizio outperform e incrementato da 8,50 a 11,30 euro il target.

Bancari positivi: l'indice FTSE Italia Banche +1,3% segna il quinto rialzo consecutivo. In evidenza Banco BPM +2,3% dopo l'accettazione dell'offerta vincolante di Illimity Bank +1,9% per un portafoglio da 650 milioni di euro di "crediti derivanti dai rapporti giuridici attivi e passivi riconducibili a contratti di leasing classificati a sofferenza (unitamente ai beni immobili o mobili e ai contratti sottostanti)". Bel progresso per UBI Banca +3,5%: ieri il cda ha confermato Victor Massiah nel ruolo di consigliere delegato. Sale anche BPER Banca +2,6% nel giorno dell'assemblea.

Performance positive per i petroliferi con il greggio che tocca i massimi da inizio novembre. Il future giugno sul Brent segna 72,05 $/barile, il future maggio sul WTI segna 64,40 $/barile. In evidenza Saipem +2,1% e Tenaris +1,4% mentre Eni +0,5% si conferma meno brillante. Fitch Ratings ha assegnato ad Eni il rating solicited, ovvero emesso su richiesta della società, pari ad "A-" con outlook stabile per il merito di credito a lungo termine. Il rating esprime l'elevata qualità del merito creditizio di Eni e riflette, a giudizio dell'Agenzia, le prospettive di crescita della società e la forte diversificazione degli asset.

STMicroelectronics +2,22% scatta in avanti e tocca i massimi da inizio settembre. Il titolo approfitta dell'ottima performance dell'indice SOX (+3,19% la chiusura di ieri sera, nuovo massimo storico), il riferimento dei titoli USA del settore semiconduttori.

Juventus Football Club -15% in forte calo dopo l'eliminazione dalla Champions League a opera dell'Ajax. La principale competizione europea è fondamentale per i bilanci del club bianconero: nella relazione del primo semestre dell'esercizio 2018-2019 pubblicata a fine febbraio si legge: "L'esercizio 2018/2019, attualmente previsto in perdita, sarà come di consueto fortemente influenzato dall'andamento dei risultati sportivi ed in particolare della UEFA Champions League".

Farmaceutici in flessione. L'indice EURO STOXX Health Care segna -1,4%. A Milano Diasorin -2,4%, Amplifon -2,0%, Recordati -1,4%, Pierrel -2,8%. Ieri Recordati ha annunciato, secondo quanto riportato da Reuters, l'intenzione di chiedere l'approvazione canadese per il farmaco Cystagon, impiegato nella cura di malattie infantili rare.

In rosso le utility con Terna -1,7%, Hera -1,3%, Snam -1,3%, A2A -1,1%, Acea -2,2%.

Moncler, -1,0%
a 36,30 euro, perde terreno all'indomani delle parole del presidente e a.d. (nonché principale azionista con il 26,75%, dati Consob) Remo Ruffini al termine dell'assemblea: nel primo trimestre gli affari stanno andando bene, in linea con le attese del gruppo. Banca IMI conferma la raccomandazione hold e il target a 33,50 euro.

Molto bene Mondo TV +5,0% a 1,38 euro. Banca Finnat conferma la raccomandazione buy e incrementa il target da 2,70 a 2,94 euro. Gli analisti prevedono il ritorno all'utile già dall'attuale esercizio grazie alla pulizia effettuata sul bilancio 2018.

Gli appuntamenti macroeconomici in agenda oggi: negli USA alle 16:00 scorte all'ingrosso finali, alle 16:30 scorte settimanali petrolio (EIA), alle 20:00 Beige Book (Fed).

Simone Ferradini - www.ftaonline.com