Piazza Affari in correzione dopo il balzo di ieri. FTSE MIB -0,56%

04/12/2018 15:05:55

Piazza Affari in correzione dopo il balzo di ieri. FTSE MIB -0,56%.


Il FTSE MIB segna -0,56%, il FTSE Italia All-Share -0,52%, il FTSE Italia Mid Cap -0,20%, il FTSE Italia STAR -0,25%.

BTP deboli:
il decennale rende il 3,17% (+4 bp rispetto alla chiusura di ieri), lo spread sul Bund segna 288 bp (+7 bp) (dati MTS).

Mercati azionari europei in flessione: Euro Stoxx 50 -0,3%, FTSE 100 -0,4%, DAX -0,5%, CAC 40 -0,4%, IBEX 35 -0,7%.

Pochi minuti prima dell'apertura di Wall Street i future sui principali indici USA sono in calo: S&P 500 -0,2%, Nasdaq Composite -0,3%, Dow Jones Industrial -0,3%.

Seduta caratterizzato dalle prese di profitto dopo il rally di ieri. Le vendite si concentrano su industriali e automobilistici. In rosso Prysmian -2,7%, CNH Industrial -2,0%, Leonardo -1,6%, Brembo -1,8%, Pirelli&C -1,6%.

Debole FCA (-0,9%) dopo i dati sulle vendite in Italia a novembre: i marchi del Lingotto (escludendo Ferrari e Maserati) hanno fatto segnare un -9,9% a/a, contro il -6,3% del mercato. La quota di FCA scende al 24,1% dal 25,1% di un anno fa. E' andata decisamente meglio negli USA dove le vendite sono salite del 17% a/a. Il Sole 24 Ore riferisce che FCA sta valutando di aprire una propria divisione di servizi finanziari negli USA: possibile l'esercizio dell'opzione per acquistare Chrysler Capital (gruppo Santander).

Negativa STMicroelectronics (-2,1%). La Semiconductor Industry Association (SIA) ha calcolato vendite di semiconduttori nel mondo in crescita del 12,7% a/a a 41,8 miliardi di dollari a ottobre. La crescita mostra comunque un rallentamento negli ultimi mesi, come indicato dal presidente e CEO della stessa SIA John Neuffer. SIA prevede nel 2018 vendite di semiconduttori globali a 477,9 miliardi di dollari, in crescita del 15,9% sul dato del 2017, su nuovi record. Nel 2019 il ritmo delle vendite dovrebbe moderarsi con un incremento stimato al 2,6 per cento.

Deboli i bancari: l'indice FTSE Italia Banche segna -0,7% contro il -1,2% dell'EURO STOXX Banks. In rosso UBI Banca -1,5%, Intesa Sanpaolo -0,9%, Mediobanca -1,0%, UniCredit -0,9%. Sotto pressione Banca MPS (-2,4%): Moody's ha comunicato di aver peggiorato di un notch il rating a lungo termine del debito senior unsecured dell'istituto senese a Caa1 da B3.

In controtendenza Banco BPM (+1,4%) grazie ai report positivi di broker importanti come Equita, Mediobanca e JP Morgan. MF scrive che la cordata guidata da Prelios è pronta a migliorare la propria offerta per il portafoglio di npl da 7,8 miliardi di euro messo in vendita da BPM e recuperare in tal modo posizioni rispetto alle due cordate favorite (doBank/Fortress/Illimity e Fonspa/Elliott). Le offerte finali sono attese entro questo fine settimana.

Debole il lusso con Moncler (-2,5%), Tod's (-3,3%) e Salvatore Ferragamo (-0,6%), bene invece Brunello Cucinelli (+1,1%).

Diasorin (-0,3%) inverte la rotta e cancella i guadagni della mattinata nel giorno del suo ingresso nel paniere del FTSE MIB al posto di Luxottica (invariata). Dopo la conclusione mercoledì scorso dell'OPS sulle azioni del gruppo di Agordo, EssilorLuxottica ha raggiunto il 93,31% di Luxottica, circostanza che fa scattare l'obbligo di OPA residuale (acquisto delle azioni rimanenti da qualunque azionista che ne faccia richiesta) con finalità di delisting.

Digital Bros (-2,9%) in ulteriore calo dopo il -12,25% accusato ieri dopo l'annuncio di possibili ritardi sulla data di lancio del videogioco OVERKILL's The Walking Dead in versione console in scia ai problemi societari della svedese Starbreeze (in amministrazione controllata, +105% a Stoccolma dopo il -65% di ieri). Digital Bros precisa che questa situazione potrebbe avere effetti sulla guidance di fatturato del corrente esercizio, precedentemente stimata tra 145 e 190 milioni di euro: è attualmente in corso una valutazione.

Gli appuntamenti macroeconomici in agenda oggi: negli USA alle 15:45 indice New York ISM, alle 22:30 scorte settimanali petrolio (API).

Simone Ferradini - www.ftaonline.com