Mercati asiatici misti. Nikkei +2,28%

14/08/2018 08:25:49

Chiusura mista per i mercati azionari asiatici, alcuni dei quali hanno tentato di recuperare terreno, dopo l'affondo di inizio ottava a causa della crisi turca. Le tensioni geopolitiche internazionali continuano tuttavia a scandire l'andamento dei mercati cinesi, rimasti ben al di sotto del riferimento dopo la pubblicazione di dati macroeconomici più deboli del previsto. La lira turca si è per il momento stabilizzata a 6.9250 dollari dopo l'intervento della banca centrale turca che intende fornire liquidità e ridurre gli obblighi di riserva per le banche. Lunedì la lira ha perso ancora quasi il 10%.

La Borsa australiana ha guadagnato lo 0,76%, e Tokyo ha visto recuperare il Nikkei 225 del 2,28% al termine di una seduta tutta postivia. Hong Kong (-1 %) e Shanghai (-0,64%). L'indice di Taiwan è positivo (+0,7%) così come il Kospi (+0,53%).

Sul fronte macroeconomico si segnala che Secondo quanto comunicato dal ministero di Risorse umane e Sicurezza sociale di Pechino, a margine del congresso del Partito comunista, la disoccupazione si è attestata in Cina al 5,1% alla fine di luglio, in crescita dal 4,8% del mese di giugno. Secondo i dati diffusi dal ministero del Commercio di Pechino, in luglio le vendite al dettaglio sono cresciute in Cina dell'8,8% annuo, in frenata rispetto al 9% di giugno. La lettura relativa alle vendite retail dello scorso mese è peggiore rispetto al 9,2% d'incremento del consensus di Reuters. Secondo i dati diffusi dall'Ufficio nazionale di statistica di Pechino, la produzione industriale ha registrato in Cina nel mese di luglio una crescita del 6,0% annuo, pari alla rilevazione di giugno (6,8% in maggio). Il dato è inferiore al 6,3% del consensus di Bloomberg.

CC - www.ftaonline.com