La crisi turca contagia i mercati asiatici. Nikkei -1,98%

13/08/2018 08:23:23

Avvio di ottava negativo per i mercati asiatici, sotto pressione a causa del nuovo atto messo in scena da Trump nella guerra commerciale e che la scorsa settimana ha colpito anche la Turchia (Trump ha infatti raddoppiato i dazi sulle importazioni di acciaio e alluminio da Ankara), facendo precipitare la lira turca ai nuovi minimi storici.

La Borsa australiana ha ceduto lo 0,42%, mentre Tokyo ha visto arretrare il Nikkei 225 dell'1,98% al termine di una seduta tutta negativa. Hong Kong (-1,5%) e Shanghai (-0,7%). Taiwan è borsa peggiore, con un calo superiore al 2%. Negativa la Corea del Sud (-1,50%) mentre la Thailandia è rimasta chiusa per le elezioni provinciali.

Sul fronte macroeconomico si segnala che in Nuova Zelanda BusinessNZ ha reso noto questa mattina che l'Indice PMI dei Servizi è risultato pari a 55,1 punti a luglio, in deciso rialzo rispetto al dato rivisto di giugno pari a 52,7. La crescita del settore si rafforza con l'indice che si allontana dal valore dei 50 punti che divide crescita da contrazione. L'Ufficio di statistica neozelandese ha reso noto questa mattina che a luglio i Prezzi dei prodotti alimentari sono saliti dello 0,7% su base mensile, rispetto al +0,5% del mese precedente. Su base annuale il dato ha fatto segnare un incremento dell'1,1% dopo essere salito dello 0,2% a giugno. Secondo quanto comunicato dal ministero di Commercio e Industria di Singapore, su base preliminare, nel secondo trimestre la crescita del prodotto interno lordo (Pil) della città-Stato asiatica è stata del 3,9% su base annua, rispetto al +4,5% rilevato nel trimestre precedente. Su base annua la crescita si è attestata allo 0,6% contro l'incremento del 2,2% del trimestre precedente

CC - www.ftaonline.com