Ftse Mib sull'ottovolante dopo i dati Usa

14/02/2018 16:07:34

Ftse Mib sull'ottovolante dopo i dati Usa. L'indice delleblue chip italiano ha messo in evidenza forti oscillazioni a seguitodell'uscita dei dati Usa. Prima i prezzi dell'indice sono precipitati fino aquota 21907, al di sotto quindi dei minimi del 6 febbraio a 21982 punti e dellamedia mobile a 200 giorni, passante a 22050 circa, poi hanno recuperatovelocemente fino in area 22300, in rialzo dell'1,12% circa sulla chiusuraprecedente. L'interpretazione dei dati macro americani e' stata tormentata, inun primo momento e' stato dato un giudizio negativo all'indice dei prezzi alconsumo, salito a gennaio del 2,1% sopra le attese di un +1,9%, poi il timoredi un irrigidimento della politica monetaria della Fed e' in parte rientratodal momento che l'inflazione core è rimasta stabile all'1,8% su base annua eche le vendite al dettaglio sono scese a gennaio dello 0,3% rispetto a dicembrea fronte di attese degli analisti per un aumento dello 0,2%. La reazione messaa segno dall'indice Ftse Mib ha il merito di allontanare le quotazioni dalsupporto critico di area 22000 ma non e' sufficiente per cancellare il rischiodi nuovi cali. A questo scopo servirebbe prima la rottura di area 22500, poi ilsuperamento del picco del 7 febbraio a 23009 punti. In quel caso probabile nonsolo la ricopertura del gap ribassista del 5 febbraio a 23184 punti ma anche ilritorno sui massimi di gennaio a 24050. Sotto 22125 invece rischio di ritorno a21900, supporto sul quale si potrebbe decidere il destino, e non solo quello dibreve, dell'indice: la violazione di questo sostegno dopo l'accesa lotta delleultime ore potrebbe implicare il test dei minimi del 2 gennaio a 21614 circa,poi, in caso di cedimento, movimenti fino a 20600 almeno.

AM - www.ftaonline.com