Doppio taglio di target per Tod's che precipita sotto i 49 euro

08/11/2018 11:36:21

Avvio di seduta in forte ribasso per Tod's (-10,1% a 49,26 euro). Ieri il gruppo di Casette d'Ete ha comunicato i dati relativi ai ricavi dei primi nove mesi dell'anno: 706 milioni di euro, in calo del 2,2% a/a (sostanzialmente invariato il dato a cambi costanti), appena sotto i 708 milioni del consensus Refinitiv. Si rileva un lieve peggioramento dell'andamento delle vendite nel terzo trimestre dato che al 30 giugno i ricavi erano in calo dell'1,3% a/a (+1,8% a cambi costanti). Negative le performance dei marchi Tod's, Roger Vivier e Fay. A livello geografico male l'Italia, le Americhe e anche la Greater China. Ma le indicazioni peggiori sono arrivate dalle parole del CFO Emilio Macellari in conference call: il manager si augura che nel quarto trimestre la dinamica dei ricavi si dimostri più brillante, altrimenti sarà difficile raggiungere il consensus. A aggiunto però che ottobre è in linea con i primi nove mesi, quindi restano solo novembre e dicembre per recuperare. A inizio agosto, nella conference dei dati del primo semestre, Macellari era stato decisamente più ottimista, affermando che il consensus sui ricavi 2018 (960 milioni di euro) era assolutamente credibile. Il CFO ha parlato anche dei margini 2018: senza una crescita del 2-3 per cento dei ricavi omogenei nel trim4 ci sarà una flessione. Infine, riguardo alla nuova strategia, Macellari ha affermato che i primi segnali sono positivi ma anche che potrebbe essere necessario attendere più del previsto per vedere risultati concreti. Equita Sim ha abbassato le stime sui ricavi 2018-2020 di circa l'1,5% e del 5-7% sull'Ebitda. Il giudizio resta "hold", il prezzo obiettivo scende da 57,4 a 52 euro. Piu' pessimista Soc Gen che taglia il target price da 52 a 48 euro e il downgrade da "hold" a "sell". Il titolo ha toccato un minimo intraday a 48,40 euro, ora viaggia a 48,9 circa (close ieri a 54,80 euro). Sul grafico si nota l'accelerazione al ribasso di questa mattina e la violazione del minimo a 49,62 del 12 ottobre. Si prospetta a questo punto, a meno di un ritorno in chiusura di seduta oltre area 50, un affondo sui supporti strategici di lungo periodo a 45,60/70, minimi di luglo e settembre 2016 (appoggio successivo in area 43 euro). Solo oltre area 50 possibili movimenti in area 51,50, comunque anche in quel caso il contesto grafico resterebbe debole.

AM - www.ftaonline.com