Carige: incertezza governance, Mincione chiede assemblea per revoca cda

10/07/2018 09:12:11

Seduta difficile ieri per Banca Carige (-2,33%) in controtendenza con il settore (FTSE Italia Banche +0,63%). Il titolo è stato penalizzato dalla notizia di venerdì dell'uscita di Francesca Balzani dal cda e dal comitato rischi, dimissioni motivate "da divergenze insorte in merito alla governance della Banca". Si tratta delle terze dimissioni (con motivazioni simili) in meno di due settimane dopo quelle del presidente Giuseppe Tesauro e del consigliere Stefano Lunardi. Ieri Raffaele Mincione (terzo azionista della banca con il 5,428%) ha inviato una lettera al cda chiedendo la convocazione dell'assemblea per settembre con all'ordine del giorno la revoca del cda stesso. Mincione ritiene che "la situazione a livello di governance sia repentinamente peggiorata e sia venuto a mancare il contesto favorevole affinché il management possa portare avanti le azioni già avviate e necessarie alla ristrutturazione della banca". L'analisi del grafico di Banca Carige evidenzia il recupero dal minimo storico a 0,0072 euro di fine maggio (e febbraio). Per alimentare detto movimento il titolo dovrebbe oltrepassare il recente massimo a 0,0088, per poi allungare in direzione di 0,0092 e 0,0100 (massimo di marzo). Al contrario, discese sotto 0,82 darebbero probabilmente il via a un nuovo approfondimento verso 0,0072.

Simone Ferradini - www.ftaonline.com