Borse europee positive

29/11/2018 09:28:41

Le principali Borse europee hanno aperto la seduta in rialzo in scia al balzo ieri a Wall Street innescato dalle parole del numero uno della Fed che lasciano pensare ad una moderazione del percorso di rialzo dei tassi di interesse. Il Dax30 di Francoforte guadagna lo 0,7%, il Cac40 di Parigi l'1%, il Ftse100 di Londra lo 0,5% e l'Ibex35 di Madrid lo 0,9%.
Tra i titoli in evidenza Unilever +0,7%. Il gruppo dei beni di consumo ha comunicato che il chief executive Paul Polman, dopo oltre un decennio al timone del colosso anglo-olandese, ha deciso di lasciare l'incarico. Al suo posto è stato nominato l'attuale capo della divisione beauty di Unilever Alan Jope. Nomina che sarà effettiva con l'inizio del 2019. Poulman resterà comunque nel gruppo per altri sei mesi per garantire una transizione fluida.
Iliad +3%. Morgan Stanley ha alzato il rating sul titolo dell'operatore telecom a equal-weight da underweight.
Rio Tinto +2,8%. Il gruppo minerario ha annunciato un investimento da 2,6 miliardi di dollari per la costruzione della miniera di Koodaideri, in Western Australia. Investimento che rientra nei progetti per complessivi 7 miliardi di dollari previsti per la regione di Pilbara.
Swiss Life +1%. Il gruppo assicurativo ha alzato il dividend payout al 50-60% per i prossimi tre anni (contro il 30-50% nel periodo 2016-2018) ed ha un programma di acquisto di azioni proprie da un miliardo di franchi.
Banco Bilbao Vizcaya Argentaria (Bbva) +1%. La banca spagnola ha comunicato l'approvazione all'unanimità da parte del board della nomina di Onur Genç come nuovo chief executive. Il manager turco il prossimo 31 dicembre prenderà il posto di Carlos Torres Vila che, come anticipato, in quella data rimpiazzerà Francisco Gonzà lez Rodríguez nell'incarico di chairman. Genç, con un passato nella turca Garanti, da gennaio 2017 ricopriva gli incarichi di chief executive di Bbva Compass e country manager di Bbva Usa.
Tullow Oil +1%. Il gruppo energetico intende ritornare a distribuire un dividendo nel 2019. L'ultima cedola risale al 2015.
Sul fronte macroeconomico in Francia l'Insee ha reso noto che nel mese di ottobre la spesa per consumi è cresciuta dello 0,8% su base mensile, dopo un decremento del 2% rilevato il mese precedente. Gli addetti ai lavori avevano stimato una crescita più contenuta pari allo 0,5%. Il dato preliminare del Pil relativo al terzo trimestre 2018 (seconda stima) e' cresciuto dello 0,4% su base trimestrale, pari al consensus ma risultando superiore rispetto al trimestre precedente (+0,2%).
In Spagna l'istituto di statistica INE ha annunciato che la stima preliminare dell'inflazione (indice dei prezzi al consumo armonizzato HICP) mostra nel mese di novembre una crescita attesa dell'1,7% su base annua inferiore alla rilevazione di ottobre e al consensus fissato al 2%, risultando in calo dello 0,1% su base mensile. Sale dello 0,1% su base mensile l'indice dei prezzi al consumo nazionale che cresce dell'1,7% su base annua.

RV - www.ftaonline.com