Borse europee negative

06/12/2018 09:33:30

Le principali Borse europee hanno aperto la seduta in ribasso dopo l'arresto della figlia del fondatore di Huawei. Il Dax30 di Francoforte cede l'1,2%, il Cac40 di Parigi l'1,2%, il Ftse100 di Londra lo 0,8% e l'Ibex35 di Madrid l'1%.
Meng Wanzhou, CFO del colosso degli smartphone Huawei, è stata arrestata in Canada. Il mandato di cattura e' americano, motivato dalla violazione dell'embargo nei confronti dell'Iran. Pechino ha protestato per l'arresto ed esige la liberazione. L'udienza per la convalida del fermo e' attesa per il 7 dicembre a Vancouver. La notizia ha quasi messo una pietra tombale sulle speranze di un accordo tra Usa e Cina sui dazi.
Tecnologici, materie prime, automobilistici e industriali i comparti maggiormente penalizzati. Limitano i danni i settori considerati più difensivi come utility e Food & Beverage.
Tra i titoli in evidenza Capgemini -5%. Barclays ha tagliato il rating sulle azioni del gruppo dei servizi alle imprese a "equal-weight".
GlaxoSmithKline -0,5%. Moody's Investors Service ha peggiorato l'outlook sul rating del gruppo farmaceutico da stabile a negativo, confermando il giudizio A2 sul credito di lungo periodo, in seguito all'acquisizione dell'americana Tesaro, annunciata lo scorso 3 dicembre.
Sul fronte macroeconomico il Dipartimento dell'Economia e della Tecnologia tedesco ha reso noto che a ottobre gli ordinativi industriali sono cresciuti dello 0,3% rispetto al mese precedente, battendo le attese degli analisti fissate su un decremento dello 0,4%. A settembre gli ordinativi erano cresciuti dello 0,1% rispetto al mese precedente (dato rivisto da +0,3%) mentre ad agosto erano aumentati del 2,5%.

RV - www.ftaonline.com