Borsa Usa: indici poco mossi

15/04/2019 16:07:24

La Borsa di New York ha aperto la prima seduta della settimana senza grandi variazioni. Il Dow Jones cede lo 0,15%, l'S&P 500 lo 0,05% mentre il Nasdaq Composite avanza dello 0,05%.
Tra i titoli in evidenza Goldman Sachs -2%. La banca d'affari ha chiuso il primo trimestre con un utile netto a 2,25 miliardi di dollari. L'Eps è pari a 5,71 dollari contro i 4,89 dollari del consensus. Deludono invece i ricavi.
Best Buy -0,7%. La Chief Financial Officer, Corie Barry, è stata nominata nuovo Chief Executive (CEO) del rivenditore di elettronica. La Barry prenderà il posto di Hubert Joly che assumerà la carica di executive chairman.
Citigroup -1,5%. Il colosso bancario ha annunciato risultati trimestrali in chiaroscuro. L'utile netto è cresciuto a 4,71 miliardi di dollari (1,87 dollari per azione) mentre i ricavi sono diminuiti del 2% a 18,58 miliardi. Gli analisti avevano previsto un Eps a 1,80 dollari e ricavi per 18,63 miliardi.
Advanced Disposal Services +20%. Waste Management (+2,7%) ha annunciato l'intenzione di acquistare la società specializzata nel trattamento dei rifiuti per circa 3 miliardi di dollari. Debito compreso l'operazione ha un valore di 4,9 miliardi di dollari. L'offerta prevede 33,15 dollari cash per azione.
Boeing -1%. Secondo Brand Finance, i disastri aerei che hanno coinvolto il modello 737 MAX potrebbero costare 12 miliardi di dollari di perdita di valore per il marchio.
Catalent +7%. Il leader globale nelle soluzioni di sviluppo e nelle tecnologie avanzate di somministrazione di farmaci ha annunciato l'acquisto di Paragon Bioservices per 1,2 miliardi di dollari in contanti.
Electronics For Imaging +27%. Il provate equity Siris Capital Group ha messo sul piatto 37 dollari per azione in contanti per l'acquisto del fornitore di prodotti, tecnologia e servizi che guidano il passaggio dalla stampa analogica all'imaging digitale.
Charles Schwab +0,6%. La società di brokeraggio online ha annunciato una trimestrale superiore alle attese. Nel primo trimestre l'utile per azione si è attestato a 0,69 dollari su ricavi per 2,72 miliardi. Gli analisti avevano previsto un Eps a 0,66 dollari su ricavi per 2,68 miliardi.
Sul fronte macroeconomico la Federal reserve di New York ha comunicato che l'indice Empire State Manufactoring (che misura l'andamento dell'attività manifatturiera di New York) si attesta nel mese di aprile a 10,1 punti da 3,7 punti di marzo risultando superiore alle attese degli analisti fissate su un indice pari a 6,7 punti. ll dato è cresciuto di 6 punti ma la crescita è rimasta piuttosto contenuta.

RV - www.ftaonline.com