Borsa italiana in rialzo grazie ai bancari. FTSE MIB +0,45%

15/04/2019 09:45:41

Borsa italiana in rialzo grazie ai bancari. FTSE MIB +0,45%.


Il FTSE MIB segna +0,45%, il FTSE Italia All-Share +0,44%, il FTSE Italia Mid Cap +0,53%, il FTSE Italia STAR +0,53%.

BTP in flessione.
Il decennale rende il 2,55% (+4 bp rispetto alla chiusura precedente), lo spread sul Bund segna 247 bp (+1 bp) (dati MTS).

Mercati azionari europei poco mossi: Euro Stoxx 50 +0,1%, FTSE 100 -0,1%, DAX invariato, CAC 40 +0,1%, IBEX 35 +0,6%.

Future sugli indici azionari americani in lieve calo: S&P 500 -0,1%, NASDAQ 100 -0,2%, Dow Jones Industrial invariato. Le chiusure dei principali indici USA nella seduta precedente: S&P 500 +0,66%, NASDAQ Composite +0,46%, Dow Jones Industrial +1,03%.

Mercato azionario giapponese in netto rialzo, l'indice Nikkei 225 ha terminato a +1,37%. Borse cinesi deboli: l'indice CSI 300 di Shanghai e Shenzhen ha chiuso a -0,33%, l'indice Hang Seng di Hong Kong al momento segna -0,2% circa.

Bancari in ulteriore progresso dopo il rally di venerdì.
L'indice FTSE Italia Banche segna +1,6% (+2,9% nella seduta precedente). In evidenza UniCredit +2,0%, BPER Banca +2,2%, Banco BPM +2,1%, UBI Banca +2,0%, Intesa Sanpaolo +1,2%. Venerdì il settore aveva approfittato della trimestrale del colosso USA JP Morgan (+4,63% la chiusura al NYSE) migliore delle attese.

Telecom Italia +1,1% recupera terreno dopo le flessioni accusate nella seconda parte della scorsa ottava a causa dei rumor sull'ingresso di Sky Italia nella telefonia fissa. Nel fine settimana Repubblica ha riferito (e una fonte vicina al dossier lo ha poi confermato a Reuters) che Telecom ha chiesto all'AgCom di attendere prima di esprimersi sul progetto di separazione della rete proposto dall'ex a.d. Amos Genish: il progetto stesso verrà infatti modificato con il progredire dei negoziati sulla creazione di una rete unica con Open Fiber.

Juventus Football Club, +0,5% a 1,6780 euro, guadagna ulteriore terreno e sale sui massimi da settembre nonostante la sconfitta con la Spal nell'ultimo turno di Serie A e il conseguente rinvio al prossimo fine settimana della probabile aggiudicazione matematica dell'ottavo scudetto consecutivo. Ma sportivi e operatori sono concentrati sulla gara di ritorno dei quarti di finale di Champions League con l'Ajax in programma domani sera a Torino: si parte dall'1-1 di Amsterdam. Il titolo appare sempre più lanciato verso verso obiettivi in area 1,80, record dello scorso settembre.

In rialzo SeSa +2,5%: Anima Holding +1,6% è salita al 5% del capitale del gruppo empolese. E' emerso venerdì dai dati Consob relativi alle variazioni delle quote rilevanti.

Safe Bag +8,1% tocca i massimi da fine novembre dopo che il cda ha avviato "le attività propedeutiche al double listing presso il mercato statunitense Nasdaq, mediante l'adesione ai programmi "American Depositary Receipt – Sponsored Level I" (ADRs) e "Nasdaq International Designation", funzionali a permettere che i titoli Safe Bag vengano negoziati, con l'avallo e la sponsorizzazione della Nasdaq International Company, sul mercato statunitense. Si presume che il processo di double listing possa durare circa 90 giorni e, dunque, possa concretizzarsi entro fine luglio".

Eni -0,6% in calo, probabilmente penalizzata dal conflitto in Libia. Venerdì un portavoce ha precisato che le azioni militari citate da Reuters sono avvenute a più di 25 chilometri di distanza dalle strutture operative di Eni (Mellitah), le attività procedono regolarmente.

Gli appuntamenti macroeconomici in agenda oggi: negli USA alle 14:30 indice Empire State Manufacturing, alle 22:00 acquisti netti att. finanziarie (l/term.).

Simone Ferradini - www.ftaonline.com