Borsa italiana in lieve rialzo: FTSE MIB +0,17%

07/12/2017 09:46:14

Borsa italiana in lieve rialzo: FTSE MIB +0,17%.


Il FTSE MIB segna +0,17%, il FTSE Italia All-Share +0,14%, il FTSE Italia Mid Cap +0,01%, il FTSE Italia STAR -0,03%.

Mercati azionari europei positivi:
DAX +0,3%, FTSE 100 +0,2%, CAC 40 +0,2%, IBEX 35 +0,3%.

Future sugli indici azionari americani in rialzo dello 0,1-0,3 per cento. Le chiusure dei principali indici nella seduta precedente a Wall Street: S&P 500 -0,01%, Nasdaq Composite +0,21%, Dow Jones Industrial -0,16%.

Mercato azionario giapponese in netto rialzo, l'indice Nikkei 225 chiude a +1,45%. Borse cinesi deboli: l'indice CSI 300 di Shanghai e Shenzhen termina a -1,11%, l'Hang Seng di Hong Kong a +0,28%.

Positive a Piazza Affari le big del settore bancario UniCredit (+0,7%) e Intesa Sanpaolo (+0,4%). Perdono terreno CNH Industrial (-0,9%), Saipem (-0,8%) e Italgas (-0,7%).

In verde Enel (+0,5% a 5,55 euro) dopo le buone notizie arrivate da Standard & Poor's:
quest'ultima ha migliorato il rating di lungo termine del gruppo guidato dall'a.d. Francesco Starace da BBB a BBB+, confermato ad A-2 il rating a breve termine e portato l'outlook da positivo a stabile. La decisione dell'agenzia segue la recente presentazione del piano strategico 2018-2020, piano che prevede la focalizzazione nel settore delle reti e nella generazione da fonti rinnovabili, un'ulteriore semplificazione della struttura del gruppo e l'ottimizzazione dei costi derivante dalla digitalizzazione degli asset. Per S&P Enel sarà in grado di migliorare in modo strutturale il rapporto tra flussi di cassa operativi e indebitamento finanziario. Il miglioramento del rating riflette anche l'obiettivo del piano di spostare gli investimenti dai mercati emergenti a quelli maturi dell'Europa e del Nord e Centro America, con conseguente riduzione del relativo profilo di rischio.

Banca Carige (+2%) positiva dopo la conclusione dell'aumento di capitale da 560 milioni di euro. La parte in opzione è stata sottoscritta per 331 milioni di euro su 500, circa il 66%, e per 46 milioni su 60 per la tranche riservata ai portatori dei titoli subordinati oggetto dell'LME. A breve partirà l'offerta dei diritti non esercitati. Ricordiamo le ultime indiscrezioni relative all'ingresso nel capitale della banca ligure di Algebris, Pimco e due fondi britannici e l'intenzione di Malacalza Investimenti, principale azionista con il 17,6%, di salire fino al 28%. Carige ha anche annunciato l'accordo vincolante con Chenavari Investment Managers, per la cessione dell'80,1% Creditis, nonché un accordo distributivo e altri contratti ancillari alla transazione, per 80,1 milioni di euro, in linea con le previsioni del Piano Industriale 2017-2020.

Credito Valtellinese in asta di volatilità a -7,12% dopo il -7,90% di ieri. Fitch ha peggiorato il rating a lungo termine della banca da BB- a B- in scia all'annuncio dell'aumento di capitale da 700 milioni di euro finalizzato a sostenere la cessione di crediti deteriorati per 2,1 miliardi di euro. Il rating è stato messo sotto osservazione.

Fincantieri (+1,4%) guadagna ulteriore terreno dopo il +3,73% di ieri. L'a.d. Giuseppe Bono si è detto all'oscuro rispetto a quanto affermato dall'a.d. di Leonardo (-0,2%), Alessandro Profumo, l'altro ieri in audizione al Senato. Secondo quanto riferito dalla stampa, Profumo ha detto che la joint venture tra i due gruppi nei sistemi di combattimento per le unità navali militari, Orizzonte Sistemi Navali, avrebbe dovuto entrare nella partnership siglata a settembre tra Fincantieri e la francese Naval Group.

Per quanto riguarda gli appuntamenti macroeconomici in agenda oggi segnaliamo alle 11:00 PIL finale trim3 eurozona e alle 17:00 intervento Draghi (BCE).
Negli USA alle 14:30 richieste settimanali sussidi disoccupazione.

Simone Ferradini - www.ftaonline.com