Bond News: Euromacro

18/07/2018 16:28:35

Diverse le cifre macroeconomiche pubblicate in giornata.

Nel Regno Unito l'Ufficio Nazionale di Statistica (ONS) ha reso noto che l'indice dei prezzi al consumo ha mostrato, nel mese di giugno, una crescita nulla su base mensile, inferiore al consensus e alla rilevazione precedente fissati rispettivamente su un incremento dello 0,2% e dello 0,4%. Su base annuale l'inflazione e' cresciuta del 2,4% pari alla rilevazione precedente ma inferiore alle attese (+2,6%). L'indice core ha registrato un incremento dell'1,9% rispetto allo stesso periodo del 2017. L'indice dei prezzi al dettaglio (Retail Price Index) ha segnato un incremento del 3,4% su base annuale pari alla rilevazione precedente (consensus +3,5%). L'ONS ha infine dichiarato che a maggio i prezzi delle case sono saliti del 3% risultando inferiore alla rilevazione precedente pari a +3,5% a fronte di attese pari a +3,8%.

Prezzi alla Produzione in crescita in Gran Bretagna. Nel mese di giugno si è registrata una crescita dello 0,1% su base mensile per l'indice dei prezzi in uscita, a fronte di attese pari allo 0,3%, dopo una variazione positiva dello 0,4% a maggio. Su base annua si evidenzia un incremento del 3,1% dal +3% precedente (attese +3,2%). I prezzi alla produzione in entrata sono cresciuti dello 0,2% su base mensile dopo la crescita del 2,8% della rilevazione precedente (consensus +0,3%). Su base annuale i prezzi in entrata sono cresciuti del 10,2% dopo l'incremento del 9,6% a maggio (consensus +10%).

Eurostat ha comunicato che nel mese di giugno il dato relativo all'Indice dei prezzi al consumo (CPI definitivo) è cresciuto del 2% su base annuale in linea con le attese e in crescita dal +1,9% di maggio (e dopo l'incremento dell'1,2% ad aprile). In crescita dello 0,1% l'inflazione mensile dopo la crescita dello 0,5% della lettura precedente. L'indice Core (esclusi i prezzi di energia, cibo, alcool e tabacco) è invariato rispetto a maggio dal +0,3% precedente (consensus +0,1%).

Aste in Europa:
- Questa mattina la Germania ha collocato Bund a 30 anni con scadenza agosto 2048 (ISIN DE0001102432) per 822 milioni di euro (oltre a 178 milioni riservati a operazioni di mercato secondario) con un rendimento dell'1,02%, in crescita rispetto all'1,06% dell'asta precedente. Le richieste sono state pari a 1,7 volte il quantitativo offerto.

In flessione i depositi overnight presso la Bce. L'ultima rilevazione giornaliera indica che i depositi di breve delle banche europee presso la Banca centrale europea ammontano a 655,163 miliardi di euro, dai 667,530 miliardi della lettura precedente. In calo a 45 milioni di euro i prestiti marginali da 95 milioni della rilevazione precedente.

Spread BTP/Bund a 214 punti base nel pomeriggio. Il rendimento dei titoli di Stato italiani a 10 anni si attesta al 2,48%.

In lieve rialzo i titoli di Stato tedeschi. Il Bund future di settembre sale a 163,01 punti (+0,10%) ed il Bobl future si attesta a 132,19 punti (+0,03%).

CC - www.ftaonline.com