Bond News: Euromacro

13/06/2018 15:20:35

Diverse le cifre macroeconomiche pubblicate in giornata. Occhi puntati sulla Fed alle 20:00.

In Spagna l'istituto di statistica INE ha annunciato che a maggio l'indice dei prezzi al consumo è cresciuto dello 0,9% su base mensile, superiore alla rilevazione di aprile pari al +0,8%. L'indice armonizzato dei prezzi al consumo (HICP) è cresciuto del 2,1% rispetto a maggio 2017, pari alla rilevazione precedente.

Prezzi alla Produzione in crescita in Gran Bretagna. Nel mese di maggio si è registrata una crescita dello 0,4% su base mensile per l'indice dei prezzi in uscita, a fronte di attese pari allo 0,3%, dopo una variazione positiva dello 0,3% ad aprile. Su base annua si evidenzia un incremento del 2,9% dal +2,5% precedente (attese +2,9%). I prezzi alla produzione in entrata sono cresciuti del 2,8% su base mensile dopo la crescita dello 0,4% della rilevazione precedente (consensus +1,7%). Su base annuale i prezzi in entrata sono cresciuti del 9,2% dopo l'incremento del 5,6% a marzo(consensus +5,8%).

Nel Regno Unito l'Ufficio Nazionale di Statistica (ONS) ha reso noto che l'indice dei prezzi al consumo ha mostrato, nel mese di maggio, una crescita dello 0,4% su base mensile, inferiore al consensus e alla rilevazione precedente fissati entrambi su un incremento dello 0,5%. Su base annuale l'inflazione e' cresciuta del 2,4% pari alla rilevazione precedente e alle attese. L'indice core ha registrato un incremento del 2,1% rispetto allo stesso periodo del 2017. L'indice dei prezzi al dettaglio (Retail Price Index) ha segnato un incremento del 3,3% su base annuale dal +3,4% della rilevazione precedente (consensus +3,4%). L'ONS ha infine dichiarato che in aprile i prezzi delle case sono saliti del 3,9% risultando inferiore alla rilevazione precedente pari a +4,2% a fronte di attese pari a +4,4%.

Eurostat ha reso noto che nel primo trimestre del 2018 il numero degli occupati nella Zona Euro e' cresciuto dello 0,4% rispetto al trimestre precedente (consensus +0,3%) dal +0,3% precedente. Su base annuale il numero degli occupati è salito dell'1,4% rispetto allo stesso periodo del 2017 dal +1,6% della rilevazione precedente.

Eurostat ha reso noto che nel mese di aprile la produzione industriale della Zona Euro e' cresciuta dell'1,7% su base annua (consensus +2,8%). A marzo la produzione era cresciuta del 3%. Su base mensile la produzione industriale ha registrato una flessione dello 0,9% deludendo le attese fissate su un calo dello 0,5%. A marzo la produzione industriale era cresciuta dello 0,6% (rivisto da +0,5%).

Aste in Europa:
- Il Tesoro ha collocato BTP con scadenza nell'aprile 2021 (isin IT0005330961) per 2,000 mld di euro. Il rendimento si è attestato allo +1,16% in crescita di 109 punti base dall'asta di metà maggio e bid to cover pari a 1,67. Sono stati inoltre assegnati 2,250 mld di euro in BTP maggio 2025 (isin IT0005327306). Il rendimento medio si è attestato al 2,37% in crescita di 103 punti base dall'asta precedente. La domanda ha superato l'offerta di 1,34 volte. Sono stati collocati 0,468 mld di euro in BTP 2046 (isin IT0005083057) con rendimento lordo al 3,42% e bid to cover pari a 1,95. Infine sono stati collocati 1,033 mld di euro in BTP 2048 (isin IT0005273013) con rendimento lordo al 3,58% in crescita di 66 punti base e bid to cover pari a 1,30.
- Questa mattina la Germania ha collocato Bund a 10 anni con scadenza febbraio 2028 (ISIN: DE0001102440) per 1,535 miliardi di euro (oltre a 465 milioni riservati a operazioni di mercato secondario) con un rendimento allo 0,48%, in calo rispetto allo 0,62% dell'asta precedente. Le richieste sono state pari a 1,1 volte il quantitativo offerto.

In crescita i depositi overnight presso la Bce. L'ultima rilevazione giornaliera indica che i depositi di breve delle banche europee presso la Banca centrale europea ammontano a 660,238 miliardi di euro, dai 656,109 miliardi della lettura precedente. Scendono a 43 milioni di euro i prestiti marginali da 231 milioni della rilevazione precedente.

Spread BTP/Bund a 232 punti base nel pomeriggio. Il rendimento dei titoli di Stato italiani a 10 anni si attesta al 2,81%.

Poco mossi i titoli di Stato tedeschi. Il Bund future di settembre sale a 159,87 punti (+0,02%) ed il Bobl future si attesta a 131,06 punti (-0,02%).

CC - www.ftaonline.com