Asia in arretramento. Il Nikkei 225 di Tokyo perde il 2,39%

04/12/2018 08:20:50

Dopo il positivo avvio d'ottava per Wall Street (migliore dei tre principali indici Usa lunedì il Nasdaq, apprezzatosi dell'1,51% mercoledì), e per i mercati europei, in Asia si esaurisce in gran parte l'effetto dell'accordo siglato sabato a Buenos Aires da Donald Trump e dal presidente cinese Xi Jinping e alla riapertura degli scambi la tendenza torna a essere di deciso arretramento. Gli investitori iniziano a valutare l'effettiva possibilità di successo dei negoziati tra Washington e Pechino nei 90 giorni di proroga all'aumento dei dazi annunciati da Trump. A contribuire al clima depressivo l'ulteriore riduzione della curva dei rendimenti tra i Treasury Usa biennali e decennali, scesa lunedì sui minimi dal luglio 2007.

Sul fronte valutario, il Bloomberg Dollar Spot Index, paniere che monitora la divisa americana nei confronti delle altre dieci principali monete, ha segnato un calo di circa lo 0,30% e il parallelo apprezzamento dello 0,50% dello yen sul biglietto verde spinge al ribasso Tokyo: il Nikkei 225 in chiusura segna infatti una netta flessione del 2,39% (performance sostanzialmente uguale per l'indice più ampio Topix, deprezzatosi del 2,36%). Sul fronte macroeconomico, la base monetaria del Giappone è cresciuta in novembre del 6,1% annuo, in accelerazione rispetto al progresso del 5,9% registrato in settembre e ottobre e sopra al 5,7% del consensus.

Maggiormente contrastata la giornata delle piazze cinesi. Dopo una sessione altalenante, infatti, Shanghai Composite e Shanghai Shenzhen Csi 300 alla fine chiudono in rialzo dello 0,42% e dello 0,21% rispettivamente, mentre è dello 0,19% il progresso dello Shenzhen Composite. Resta invece in negativo Hong Kong: a circa un'ora dallo stop agli scambi l'Hang Seng è infatti in calo di circa lo 0,20% (andamento simile per l'Hang Seng China Enterprises Index, sottoindice di riferimento nell'ex colonia britannica per la Corporate China, in arretramento intorno allo 0,30%). A Seoul è stato dello 0,76% il declino del Kospi contro la perdita dell'1,02% registrata a Sydney dall'S&P/ASX 200 in chiusura.

RR - www.ftaonline.com