Piazza Affari migliore in Europa grazie ai bancari: Ftse Mib +0,21%

Il Ftse Mib segna +0,21%, il Ftse Italia All-Share -0,17%, il Ftse Italia Mid Cap -0,14%, il Ftse Italia Star -0,37%. 
Mercati azionari europei in flessione: DAX -0,8%, FTSE 100 -0,5%, CAC 40 -0,8%, IBEX 35 -0,5%.
Wall Street negativa in avvio: S&P 500 -0,34%, Nasdaq Composite -0,50%, Dow Jones Industrial -0,26%. 
In verde i bancari con l'indice Ftse Italia Banche a +0,9%. Ben comprate Banco BPM (+2,4%), UniCredit (+1,8%), Credito Valtellinese (+3,2%). Lieve calo per Banca Carige (-1,5%) dopo il rally delle ultime sedute: stamattina è stata annunciata la cessione di un portafoglio di sofferenze del valore lordo di quasi 940 milioni di euro al veicolo di cartolarizzazione Brisca Securitisation Srl, che ha emesso ieri tre classi di titoli ABS. I titoli sono stati sottoscritti dal Gruppo Carige al loro valore nominale di circa euro 309,7 milioni, pari a circa 33% del valore lordo dei crediti ceduti. Le tranche junior e mezzanine saranno collocate sul mercato, allo scopo di ottenere il deconsolidamento del portafoglio di crediti ceduti e richiedere la garanzia statale (GACS).
Banca Intermobiliare di Investimenti e Gestioni (+2,2%) si conferma in rialzo dopo che il cda ha autorizzato una proroga sino al 31 luglio prossimo del periodo di esclusiva concesso a Banca Zarattini & Co. per la definizione degli accordi relativi alla cessione del 100% delle azioni di BIM Suisse S.A. e alla collaborazione commerciale.
In ottima forma SIAS (+2,5% a 9,88 euro) dopo l'accordo Vestager-Delrio per le proroghe delle concessioni autostradali. Banca Akros stima il valore delle proroghe per SIAS in 400 milioni di euro, ovvero 1,75 euro per azione.
In rosso Mediaset (-1,8%) dopo la presentazione dei nuovi palinsesti per la prossima stagione. Dalla conferenza stampa è emersa l'intenzione di puntare su investimenti in contenuti e sulla Internet tv tramite la nuova piattaforma digitale "Mediaset Play". La pay tv tradizionale, secondo l'a.d. e vicepresidente Pier Silvio Berlusconi, difficilmente avrà sviluppi e sarà superata dai contenuti dalla tv gratuita e dalla Internet tv. Il manager ha anche dichiarato che il gruppo di Cologno Monzese è disponibile a cedere i diritti per la prossima stagione della Champions League a Sky, precisando che non c'è una trattativa in corso. Berlusconi ha infine affermato che dopo il pessimo 2016 (a causa della mancata acquisizione di Premium da parte di Vivendi), il 2017 vedrà il ritorno all'utile, ma è ancora troppo presto per pensare a un ritorno del dividendo. 
Vendite sul settore utility: l'indice EURO STOXX Utilities segna -1,3%. Deboli a Milano A2A (-1,7%), Terna (-1,1%), Enel (-0,6%), Iren (-1,5%). Il comparto è indebolito dal netto recupero dei rendimenti: quello del BTP decennale sale di 9 bp al 2,23%.
Il dollaro si indebolisce dopo i deludenti dati ADP sui nuovi posti di lavoro negli USA. Penalizzati i titoli dei gruppi esposti sul biglietto verde come Campari (-1,9%), Buzzi Unicem (-1%), CNH Industrial (-1%).
Debole Atlantia (-1,3%) che inverte la rotta dopo un buon avvio in scia alla notizia dell'accordo Vestager-Delrio per le proroghe delle concessioni autostradali. L'intesa, ha dichiarato il ministro dei trasporti, punta a promuovere investimenti sulla rete per circa 10 miliardi di euro. Reuters informa che il gruppo ha lanciato un'obbligazione benchmark a 10 anni con rendimento indicato a 105-110 bp (dai 120 della guidance preliminare) sopra il midswap. Gli ordini hanno superato i 2,9 miliardi di euro, l'importo è atteso a 1 miliardo.
In rosso GEDI Gruppo Editoriale (-3,2%) dopo la pubblicazione degli aggiornamenti riguardanti i patti parasociali CIR-Exor e CIR-IPH.
Per quanto riguarda i rimanenti dati macroeconomici della giornata ricordiamo negli USA alle 16:00 indice ISM non manifatturiero, alle 17:00 scorte settimanali petrolio e derivati.
FTAOnline News