Petrolio Wti, saldo mensile negativo nonostante la reazione

Saldo mensile negativo per il Petrolio Wti nonostante il deciso rimbalzo messo a segno dal test dei minimi di novembre, a 42,20 dollari. Sembra essersi fermato il movimento a senso unico che il greggio ha messo a segno a giugno dopo la violazione di area 50. Le quotazioni sono precipitate a mettere sotto pressione a 42 dollari circa i minimi dello scorso novembre, allineati ai minimi di settembre. Se anche questo sostegno dovesse saltare verrebbe riattivato con prepotenza il downtrend partito a febbraio in direzione di obiettivi negativi a 39,26 dollari, minimi toccati ad agosto. La presenza di una divergenza rialzista tra il grafico dei prezzi e quello dell’oscillatore RSI  14 sedute ha però favorito un rimbalzo. Solo reazioni oltre 47 dollari permetterebbero però di allentare le recenti tensioni e solo il perentorio ritorno sopra area 50, livello tecnico dalla forte valenza psicologia, creerebbe le premesse per una evoluzione futura positiva.