Moncler in calo netto come tutto il comparto

Moncler in calo deciso come tutto il comparto. Il settore moda-lusso e' andato sotto pressione mercoledi' dopo il taglio del giudizio da parte di Morgan Stanley a "underperform" per tutto il comparto a seguito di attese di rallentamento degli utili. Anche Lvmh, nonostante il fatturato del 3 trimestre sia risultato in linea con il consensus e' stata colpita dalle vendite. Il sentiment negativo sul comparto ha impedito alla notizia che Banca Imi ha alzato il giudizio su Moncler reduce a hold (ma con prezzo obiettivo che sale passa a 32,6 euro da 32,4, quindi sui valori odierni) di sostenere il titolo. I conti trimestrali verranno pubblicati il 24 ottobre. Moncler ha toccato un minimo intraday a 32,35 euro dopo aver chiuso martedi' a 35,59 euro. Le quotazioni scivolano quindi al di sotto della base del canale orizzontale disegnato dai minimi di luglio tra 36,20 e 39,75. La violazione di 36,20 fornisce un segnale grafico di debolezza preoccupante ponendo fine ad un periodo di sostanziale lateralita' e avviando nuovamente il trend ribassista in atto dal top di giugno a 42,55. Target a 30,50 euro e a 30 euro circa, sul 61,8% di ritracciamento (Fibonacci) del rialzo dai minimi di novembre 2017. Solo oltre 36,10, dove transita la media esponenziale a 5 giorni, i segnali di debolezza delle ultime ore potrebbe rientrare, in quel caso atteso ritorno a 38,50.